Informazioni Utili per Viaggiare in Polinesia


A seguire ecco dei
consigli utili per pianificare e trascorrere al meglio la tua esperienza Polinesiana!

CLIMA, QUANDO ANDARE

In Polinesia Francese è estate tutto l’anno, grazie al suo clima tropicale gradevole, rinfrescato dagli alisei del Pacifico.
Le temperature medie, a seconda delle stagioni, oscillano all’incirca tra 24° e 30° C.
Per i sub: fa leggermente più freddo a 10-15 metri di profondità, ma è sufficiente una muta da 3 mm.

Durante l’anno si distinguono comunque due stagioni: una secca, da Aprile ad Ottobre, l’altra più calda e umida, da Novembre a Marzo.
La stagione secca è anche la migliore, ideale per visitare soprattutto le isole della Società e gli atolli delle Tuamotu, con minime che difficilmente scendono sotto i 22° C.
La stagione umida vede un clima più caldo e afoso, con maggiori precipitazioni (soprattutto a Gennaio e Febbraio), anche se spesso si tratta di piogge intense ma brevi.

Gli arcipelaghi più a sud (Australi e Gambier) hanno temperature più fresche, mentre per visitare le isole a nord, le Marchesi, è consigliato il periodo da Agosto a Dicembre.

L’andamento delle stagioni può comunque variare da un anno all’altro. Inoltre, indipendentemente dal periodo, le isole con rilievi montuosi sono tendenzialmente più piovose degli atolli, che per morfologia attirano meno le perturbazioni.

COME ARRIVARE & SPOSTARSI

Tutte le compagnie aeree che collegano la Polinesia offrono buoni servizi, rendendo gradevole il viaggio di circa 24 ore dall’Italia, con voli soprattutto via Parigi, Los Angeles e San Francisco. Inoltre è possibile raggiungere Tahiti via Tokyo, Auckland (Nuova Zelanda), Santiago e Isola di Pasqua (Cile), anche se con frequenze di volo più limitate. Esistono poi collegamenti diretti tra Tahiti e le isole Cook, Hawaii e Nuova Caledonia.
Si può anche visitare la Polinesia come tappa di un viaggio “Giro del Mondo”.

La compagnia aerea di bandiera è Air Tahiti Nui che opera più voli settimanali con percorso Parigi>Los Angeles>Papeete, in coincidenza con voli dai principali aeroporti italiani.
Anche Air France offre voli con instradamento simile, ma con minori frequenze e orari diversi. United Airlines e French Bee offrono invece voli via San Francisco.
Ricordiamo che è possibile riservarsi le tariffe più convenienti solo prenotando con largo anticipo: per la Polinesia non esistono offerte “Last Minute”!

Come spostarsi una volta arrivati in Polinesia?
Air Tahiti è l’unica compagnia che effettua voli interni tra le isole. Offre delle tariffe di andata e ritorno, ma la formula più conveniente sono i “Pass”: biglietti a tariffa speciale per compiere un itinerario a propria scelta, in massimo 28 giorni. A seconda delle isole, si possono combinare anche più pass.

Collegamenti via mare
I trasferimenti nautici sono generalmente sconsigliati, perchè scomodi e non sempre efficienti. Unica eccezione è il collegamento tra Tahiti (Papeete) e Moorea, servito dai traghetti Aremiti e il catamarano Terevau, in grado di coprire la tratta in circa 25/30 minuti.
A chi ama il mare consigliamo di valutare le crociere fra le isole.

DOCUMENTI NECESSARI

Per l’ingresso degli italiani in Polinesia Francese è necessario un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi.
Inoltre possono essere obbligatorie delle autorizzazioni / visti per l’ingresso o anche solo il transito in altri paesi toccati dall’ itinerario aereo.

Ecco le più frequenti:
> autorizzazione ESTA (o visto) per scalo/ingresso negli Stati Uniti.
> autorizzazione ETA per scalo/ingresso in Canada.
> autorizzazione NZeTA per scalo/ingresso in Nuova Zelanda.
> visto turistico per scalo/ingresso in  Australia (quest’ultimo, se necessario, viene fornito nei viaggi organizzati da Kia Ora Viaggi).

Per i viaggiatori di altra nazionalità bisogna verificare preventivamente e attentamente, anche attraverso le sedi consolari competenti, l’eventuale necessità di visto di ingresso in Polinesia e/o in tutti i paesi interessati dall’itinerario di volo (anche se solo per uno scalo aereo).

VIAGGIARE CON I BAMBINI

Sfatiamo un mito: la Polinesia Francese non è una meta solo per coppie, anzi, è perfetta anche per famiglie con bambini, se il lungo viaggio non spaventa.

Bellissime lagune con spiagge dolcemente digradanti, barriera corallina, sport acquatici, delfini, balene, razze, natura rigogliosa e una cultura che incanta grandi e piccoli, come dimostra il film Oceania di Disney… in Polinesia i bimbi si divertono un mondo!

LINGUE PARLATE

Le lingue ufficiali sono il Tahitiano e il Francese.
L’inglese è generalmente capito e parlato in alberghi, negozi e ristoranti.
Inoltre diversi operatori locali offrono servizi con personale parlante italiano (si invita a segnalare per tempo eventuali esigenze al riguardo).

FUSO ORARIO

La Polinesia è a -12 ore rispetto all’ Italia, quando è in vigore l’Ora Legale (da fine marzo a fine ottobre), negli altri mesi è a -11 ore.
Alle Marchesi esiste curiosamente una differenza di fuso di 30 minuti rispetto agli altri arcipelaghi.
In Polinesia le abitudini locali seguono i ritmi del sole (ci si sveglia e corica presto) e spesso, magari anche non volutamente, ci si adegua a questo stile di vita: un ottimo modo per attenuare il jet lag i primi giorni e per sfruttare al meglio le ore di luce per attività ed escursioni.

SALUTE

La Polinesia è una destinazione sicura.
L’acqua e il cibo sono buoni e le strutture mediche sono in genere di livello elevato.
Farmacie, cliniche private, medici specialisti e dentisti privati sono raccolti intorno all’ospedale pubblico territoriale. Nelle isole gli ospedali e gli ambulatori sono sufficienti, insieme a medici che offrono valide prestazioni.
Kia Ora Viaggi propone sempre di stipulare un’assicurazione medica.
Solitamente non sono obbligatorie vaccinazioni o profilassi per entrare in Polinesia, ma potrebbero esserci delle eccezioni (ad. es. febbre gialla) a seconda dei paesi di provenienza o visitati prima dell’arrivo a Tahiti (maggiori informazioni su richiesta).

VALUTA

La moneta locale è il Franco del Pacifico (CFP o XPF) che ha un tasso di cambio fisso con l’Euro: 1 Euro = 119,33 CFP e 1 Franco del Pacifico = 0.008 Euro. Per praticità, aiuta ricordare che 1.000 CFP valgono circa 8 Euro.
Grazie al cambio fisso, può capitare che, presso negozi e ristoranti, vengono accettati gli Euro con eventuale resto dato direttamente in Franchi del Pacifico.

In Polinesia sono accettate le principali carte di credito internazionali.

All’ aeroporto di Tahiti sono presenti due uffici di cambio valute. A fine soggiorno, è possibile convertire nuovamente i Franchi in Euro, anche se soggetto a commissione, disponibilità di liquidità e orari di apertura degli sportelli.
È presente anche uno sportello ATM per il prelievo di contante direttamente in valuta locale (attenzione: non tutte le carte sono abilitate, prima di partire meglio verificare con la propria banca).

Per evitare costi di commissione e ritardi nei trasferimenti all’arrivo a Tahiti, i viaggiatori che soggiornano in albergo possono anche fare il cambio direttamente in hotel.

Attenzione: Se si soggiorna in pensioni  familiari (che spesso non accettano carte di credito) è consigliabile fare il cambio valuta già a Tahiti e considerare una certa somma di contante per le spese extra non incluse nel programma di viaggio.

Le banche nelle isole più visitate (Banque Socredo, Banque de Polynésie, Banque de Tahiti) effettuano il cambio di valute.
Isole meno turistiche (come Australi, Gambier ed alcune Tuamotu) non dispongono di servizi di cambio.

ELETTRICITÁ

La corrente in Polinesia Francese è a 220Volts-60Hz.
Le prese di corrente sono su modello europeo continentale per spine a punte rotonde.
Spesso è prodotta con dei gruppi elettrogeni, a volte rumorosi e messi in funzione a certe ore del giorno e della notte. In molti alberghi e pensioni l’elettricità viene prodotta anche con i pannelli solari.

TELEFONIA & INTERNET

La rete telefonica polinesiana è efficiente e nelle principali isole si trovano cabine telefoniche, che funzionano con schede prepagate OPT, in vendita presso gli uffici postali e molti negozi. Anche se scesi negli ultimi anni, i costi per telefonare dalla Polinesia rimangono alti. Dall’Europa, il prefisso per telefonare in Polinesia è 00689.

Telefoni cellulari: la copertura di telefonia mobile negli ultimi anni è migliorata molto, soprattutto nelle isole principali. Si riesce spesso ad utilizzare il proprio telefono, facendo attenzione alle tariffe di roaming, da verificare prima di partire.

Gli operatori di telefonia mobile in Polinesia Francese sono Vini, la principale, e Vodafone.
Se si pensa di fare/ricevere molte chiamate, potrebbe essere conveniente acquistare una sim ricaricabile locale, da utilizzare sul proprio cellulare (verificando se compatibile). Solitamente si può acquistare in aeroporto a Tahiti o presso i rivenditori, e include alcuni GB di traffico internet e 30 minuti di chiamate locali.
Spesso la soluzione più economica é comunicare, anche per chiamate, via App (come Skype, WhatsApp, ecc..) appena si ha a disposizione una connessione internet (in hotel e ristoranti).

Internet: i provider Internet in Polinesia Francese si chiamano Mana e Viti, che offrono diversi piani tariffari, anche per viaggiatori.
È disponibile inoltre un pratico servizio di WiFi portatile, che è possibile prenotare tramite il sito https://www.tahitiwifi.com. Si ritira il router direttamente in aeroporto (all’arrivo o, per non ritardare i trasferimenti, il giorno del volo da Papeete alle isole vicine). Funziona molto bene nelle isole della Società, mentre negli altri arcipelaghi il segnale potrebbe non essere altrettanto efficiente.

Molte strutture ricettive offrono connessione internet, talvolta anche gratuita.
Esistono poi internet café nelle isole principali (anche se non sempre facili da raggiungere).