SCOPRI GLI EMIRATI ARABI

Ahlân Wasahlân!
Benvenuto negli Emirati Arabi, lo stato che occupa l’angolo sud-orientale della penisola arabica.

Sette Emirati, ognuno con le sue peculiarità e la sua storia, ricca di tradizioni.

Contattaci e troverai il viaggio perfetto per te!

Perché scegliere Kia Ora Viaggi?

Siamo un tour operator specializzato in viaggi personalizzati.

Conosciamo in prima persona le destinazioni della nostra programmazione e torniamo a visitarle per rinnovare le nostre competenze specifiche.

Organizziamo i viaggi in contatto diretto con fornitori esteri accuratamente selezionati e le migliori compagnie aeree di linea.
Affidandoti a noi avrai il vantaggio di essere seguito da degli specialisti: otterrai così un alto livello di consulenza e il miglior rapporto qualità-prezzo.

GUIDA RAPIDA DEGLI EMIRATI ARABI

DUBAI è il secondo più grande dei sette emirati, governato dalla famiglia Al Maktoum. La città è adagiata lungo il canale Creek, porto naturale e tradizionale base per il commercio. La raccolta delle perle, la pesca, la pastorizia e la coltivazione dei datteri sono state le originali fonti di reddito, poi la scoperta dei giacimenti di petrolio ha dato impulso ad uno sviluppo che l’ha resa uno dei porti commerciali più importanti del Golfo.
Dubai si presenta come una destinazione turistica di lusso e non solo, soleggiata, con attività per il tempo libero di livello mondiale, ottime strutture e intrattenimenti, una consolidata reputazione di ospitalità in stile arabo, estese spiagge, moderne strutture commerciali, ma anche suq e ristoranti multietnici.
Dubai è anche rinomata per sport dall’antica tradizione come la falconeria, le corse dei cammelli, le regate di dau e i concorsi ippici.
In questa città l’Islam non è solo un credo religioso, ma anche uno stile di vita e l’abbigliamento tradizionale risponde a tali esigenze, oltre a quelle climatiche.
Uno spaccato pittoresco della vecchia Dubai è offerto dall’antico quartiere di Bastakiya, con i suoi vicoli stretti e le alte case chiamate “torri del vento”, per via del loro sistema di raffrescamento.
Accanto a questi aspetti tradizionali, Dubai offre alcuni tra i progetti più avveniristici dell’edilizia contemporanea come il grattacielo Burj Khalifa e le costruzioni sul mare di Jumeirah Palm e The World.

Capitale degli Emirati Arabi Uniti, ABU DHABI è l’Emirato più esteso (copre l’86% dello stato), con un territorio prevalentemente desertico, circondato da moltissime isole tra cui le sviluppate Yas Island, Saadiyat Island, Nurai Island e quella dove si trova la città di Abu Dhabi.
La popolazione è concentrata in tre aree: la città Abu Dhabi, Al Ain (un’oasi nelle montagne dell’Hajar), e i villaggi delle oasi di Liwa. Tradizionalmente, la popolazione lungo la costa basava il proprio sostentamento sulla pesca e la raccolta delle perle, mentre la popolazione nell’entroterra era dedita alle piantagioni di datteri e agli allevamenti di cammelli, ma lo Stato negli ultimi anni si è completamente modernizzato.

SHARJAH è un emirato al confine meridionale con Dubai, copre un’area di 2.600 kmq ed ha coste sia sul Golfo Persico e sul Golfo di Oman. Sharjah è il centro culturale ed educativo degli Emirati Arabi Uniti.

AJMAN è l’emirato più piccolo,appena 260 kmq, circondato dall’emirato di Sharjah. L’emirato è da sempre specializzato nel commercio dei dhow tradizionali, nella pesca e della raccolta di datteri.

UMM AL QAIWAIN è il secondo più piccolo Emirato più piccolo e anche quello meno popolato. La pesca e l’agricoltura sono sempre state le principali fonti di reddito. Dopo l’unione degli Emirati nel 1971, Umm Al Qaiwain si è sviluppato diventando uno stato moderno.

RAS AL KHAIMAH, l’emirato più settentrionale, ha una superficie di 1.700 kmq ed è situato ai piedi dei Monti Hajar. Gode di una singolare abbondanza di flora grazie al clima temperato. L’economia dell’emirato si basa su agricoltura, pesca e cave di pietra. La città di Ras Al Khaimah è situata lungo un’insenatura. Il porto della città è famoso per il commercio delle perle.

FUJAIRAH è l’unico Emirato che non affaccia sul Golfo Persico, ma sul Golfo dell’Oman, e si estende per circa 1.300 kmq. A differenza di altri emirati, prevalentemente desertici, qui dominano montagne e pianure. L’economia è basata su pesca e agricoltura. Come Ras Al Khaimah, la terra di Fujairah è ben irrigata dall’acqua piovana dai monti Hajar, che la rende ideale per l’agricoltura. Fujairah è una meta importante per gli amanti delle immersioni.

INFORMAZIONI PRATICHE
per viaggiare negli Emirati Arabi

CLIMA, QUANDO ANDARE

Negli Emirati il clima subtropicale è secco, molto caldo e presenta una forte escursione termica tra il giorno e la notte. Particolarmente secco da Ottobre ad Aprile, il clima diviene caldo-umido nel periodo fra Maggio e Settembre; nelle zone costiere la temperatura viene mitigata dalle brezze marine.
Le temperature estive superano i 40°C; Gennaio è il mese più freddo (min.15°C).
Il periodo più adatto per visitare queste zone è quello compreso fra Ottobre e Maggio, quando le temperature non superano i 35°C e le piogge sono scarse.

Nella scelta del periodo del viaggio suggeriamo di considerare anche il Ramadan, le cui date cambiano ogni anno. È il mese più sacro dell’anno per i musulmani, durante il quale viene osservato il digiuno nelle ore del giorno. Durante il Ramadan la vendita di alcolici è limitata alle ore dopo il tramonto. Non è permesso suonare musica dal vivo o ballare (i night-club di norma chiudono per l’intero mese) e i cinema limitano le proiezioni durante il giorno.

COME ARRIVARE & SPOSTARSI

Gli Ermirati Arabi sono collegate all’Italia con comodi voli di linea diretti operati da Emirates e Etihad.

DOCUMENTI NECESSARI

Passaporto necessario con validità non inferiore ai sei mesi dalla data di ingresso nel Paese; il visto d’ingresso viene rilasciato gratuitamente all’arrivo in aeroporto. All’ingresso nel Paese viene apposto un timbro sul passaporto sul quale è specificata la durata del soggiorno che non eccede mai i trenta giorni; può essere estesa solo presso gli uffici competenti per l’immigrazione.

Dogana: Per i visitatori che si recano negli Emirati Arabi, sono in vigore le consuete restrizioni internazionali per l’importazione di alcolici e sigarette. Tutte le sostanze stupefacenti sono illegali e puniti con la reclusione fino a 30 anni, inoltre non vi è differenza tra spaccio e consumo personale.

VIAGGIARE CON BAMBINI

Gli Emirati sono una destinazione anche per famiglie, con spiagge ampie, sabbiose e dolcemente digradanti.
Dubai e Abu Dhabi sono mete ideali per chi viaggia con bambini. Ci sono moltissimi parchi e spiagge, aree dedicate ai bambini e “baby parking” in tutti i principali centri commerciali. Molti hotel sono attrezzati a ricevere i bambini nel migliore dei modi e offrono servizi che vanno dalla baby-sitter ad attività e piscine per bambini. Alcuni ristoranti accolgono i bambini, altri no.

LINGUE PARLATE

 L’arabo è la lingua ufficiale. L’inglese è diffusamente parlato e compreso, oltre che comunemente utilizzato come seconda lingua negli affari e nel commercio.

FUSO ORARIO

Dubai e Abu Dhabi si trovano a + 4 rispetto al GMT, quindi 3 ore avanti rispetto all’Italia, 2 ore quanto è in vigore l’ora legale.

SALUTE

Non è richiesta nessuna vaccinazione. Gli emirati di Dubai e Abu Dhabi vantano numerosi ospedali pubblici e istituti di cura privati che offrono assistenza medica di qualità.
L’acqua del rubinetto è generalmente potabile e sicura nelle città principali. Negli alberghi e nei ristoranti viene servita acqua minerale imbottigliata localmente o di importazione, disponibile anche nei supermercati.

SICUREZZA

Gli EAU sono uno dei posti più sicuri al mondo. La maggior parte dei crimini riceve pene severe. Le strade sono molto frequentate alla sera, camminare la notte nelle città è sicuro. Potrete vedere anche molti bambini in giro fino oltre la mezzanotte. Tuttavia si consiglia di seguire le normali norme di sicurezza e buon senso. In particolare consigliamo di depositare denaro, passaporti ed altri oggetti di valore nelle cassette di sicurezza o nella cassaforte a disposizione negli alberghi. La direzione degli alberghi non si assume alcuna responsabilità in merito ad oggetti e valori lasciati in camera. Durante le escursioni portare il denaro strettamente necessario. In ogni caso sconsigliamo di portare gioielli e oggetti di valore in viaggio. Si consiglia la massima prudenza in prossimità di zone militari; rispettate i luoghi sacri (il cui accesso è riservato solo ai musulmani), e tenete un comportamento corretto nei mercati e nei posti generalmente affollati. In particolare si raccomanda agli uomini di evitare i luoghi riservati alle donne.
Per le escursioni nel deserto sono sconsigliate le visite individuali senza una guida.

VALUTA E PAGAMENTI

Il Dirham degli EAU (AED o più comunemente Dhs) si divide in 100 fils. 1 Dirham è pari circa 0,25 Euro. Si trovano uffici di cambio e ATM ovunque nelle grandi città. Si può cambiare anche all’aeroporto, nelle banche e in molti hotel. Per acquisti in suq (mercati) o piccoli negozi spesso sono necessari i contanti.

Banche: I grandi istituti bancari internazionali hanno filiali negli Emirati Arabi. Le banche sono generalmente aperte dal sabato al giovedì dalle 08.00 alle 13.00 (il venerdì è giorno di chiusura).

Carte di credito: Le principali carte di credito sono accettate quasi ovunque. Potrebbero esserci difficoltà per quelle elettroniche.

ELETTRICITÀ

L’elettricità è 220/240 volt, 50Hz e le prese richiedono un adattatore universale. Alcuni apparecchi elettrici possono necessitare di un trasformatore.

TELEFONIA & INTERNET

Il prefisso internazionale per chiamare a Dubai e Abu Dhabi è 00971. Nelle principali città degli Emirati Arabi è disponibile la copertura mobile. Etisalat e Du sono i principali operatori di telecomunicazioni del Paese. Le chiamate urbane tra telefoni fissi sono gratuite.
Molti alberghi offrono collegamenti internet gratuiti.

RISTORANTI, MANCE E VITA NOTTURNA

Alla sera Dubai e Abu Dhabi offrono una vita notturna vivace, con eccellenti ristoranti, caffè e locali aperti fino a tardi.

Mance: La maggioranza degli hotel, ristoranti e club applicano una tassa sul servizio del 10-16% sul conto e le mance non sono necessarie. È a discrezione dare la mancia al personale dell’albergo. Ai tassisti, ai portabagagli, a chi metta la spesa nei sacchetti al supermercato e ai lavavetri nelle stazioni di servizio di solito si lasciano 2Dh.

ACQUISTI

Gli Emirati Arabi sono un luogo ideale per fare acquisti. Dalle marche dei grandi stilisti alle creazioni locali, dalla gioielleria all’elettronica di ultima generazione, le città di Dubai e Abu Dhabi sono un vero paradiso per lo shopping. Quasi ogni mese, speciali eventi dedicati (Dubai Shopping Festival, Dubai Summer Surprises, Eid in Dubai, Ramadan Market Gitex) e migliaia di visitatori in cerca di buoni acquisti animano questi due emirati.
I centri commerciali, grandi o piccoli, sono presenti ovunque. I moderni mall, colonna portante di Dubai soprattutto, dispongono non solo di negozi, ma anche di ristoranti, caffè, cinema, una pista da sci, un acquario e una pista da pattinaggio sul ghiaccio, come è il caso del Dubai Mall e del Mall of the Emirates.
Per un’esperienza di shopping in puro stile arabo visitate uno dei tanti esotici suq degli emirati. Il più bello è il coloratissimo Mercato delle Spezie, che abbonda di aromi esotici ed è pieno di abitanti del luogo in cerca di buoni affari. Dubai vanta anche il più grande mercato d’oro al mondo. Fare un giro nei suq pieni di atmosfera è un buon modo per capire come era la vita a Dubai prima che venisse scoperto il petrolio.
È consigliabile visitarli nel tardo pomeriggio, quando fa un po’ più fresco, ma per i mattinieri i suq aprono alle 7:00 e chiudono alle 12:00. Riaprono dalle 17:00 alle 19:00 tutti i giorni, tranne il venerdì, quando sono aperti solo nel pomeriggio.

Con i suoi 18.000 mq il Dubai Duty Free è tra le rivendite esentasse aeroportuali più grandi del mondo. Il Duty Free di Dubai include un’enorme quantità di prodotti cosmetici e di profumeria, gioielleria, prodotti elettronici, musica, tabacchi e bevande duty free.

TRASPORTI

A Dubai ed Abu Dhabi ci si muove abitualmente in taxi: sono numerosissimi e applicano tariffe ragionevoli. La tariffa è calcolata in base ai chilometri percorsi. Esiste una tariffa base di inizio corsa differente a seconda della città, del punto di prelievo o dell’orario (ad esempio viene applicata una maggiorazione se la corsa è notturna). Molti tassisti non parlano bene inglese e non sempre conoscono i nomi delle strade, dunque è buona norma conoscere la zona in cui si è diretti.
A Dubai esistono anche taxi dedicati solo alle signore, guidati da donne, ideali per le signore non accompagnate.

La metropolitana di Dubai attraversa la città con 52 km di Red Line (che va da Rashidiya a Jebel Ali) e 23 km di Green Line (che collega la zona di Etisalat al Creek).

Un mezzo di trasporto tradizionale, pittoresco ed economico a Dubai è certamente l’abra, una barca tradizionale di legno, utilizzabile per muoversi lungo il Creek.

ABBIGLIAMENTO

È consigliata sobrietà nell’abbigliamento, in particolare quello femminile, trattandosi di un paese Islamico. Top con le spalle scoperte, abiti corti e vestiti attillati sono considerati poco opportuni. Si consiglia di indossare capi freschi e leggeri, occhiali da sole, cappello e crema con alto fattore di protezione.