SCOPRI LA POLINESIA FRANCESE

Maeva!
Benvenuto nel paradiso tropicale del Pacifico: verdeggianti isole che si stagliano su lagune dalle incredibili sfumature e trasparenze, che lambiscono spiagge bianche contornate da palme.

È un viaggio alla scoperta di un mondo meraviglioso, dove è nato il mito dei Mari del Sud: qui vive un popolo sorridente e ospitale, pronto ad accoglierti a braccia aperte.
Conoscerai l’affascinante cultura Maori immerso in paesaggi mozzafiato e natura incontaminata.

Durante il tuo soggiorno in Polinesia potrai vivere un vero e proprio risveglio sensoriale in armonia con la natura e i suoi ritmi, colori, suoni, profumi e sapori!

Non cerchi solo una vacanza relax ?
In viaggio in Polinesia Francese, tra isole e atolli, escursioni, snorkeling e immersioni (tra le migliori al mondo) non ci si annoia mai!

Ami vivere il mare a pieno o vuoi un po’ di avventura?
Fai una crociera tra le isole!

Se invece preferisci stare “con i piedi per terra” in Polinesia trovi ottimi resort e hotel (ma non villaggi turistici italiani).
E per contenere la spesa, o provare un’esperienza più “local”, puoi alloggiare presso pensioni familiari.

welcoming_polinesia

Puoi visitare Tahiti e le sue isole in un viaggio combinato con altre destinazioni.

Approfitta degli scali internazionali per visitare qualche fantastica cittàSan Francisco, Los Angeles,  Tokyo, Auckland hanno voli diretti per Tahiti, anche New York, Singapore si possono collegare facilmente.

Oppure possiamo organizzare un viaggio individuale o un  tour di gruppo, in Giappone, Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Cile e Isola di Pasqua… e completare il viaggio con una estensione mare in Polinesia. Se hai molto tempo puoi anche scegliere un biglietto aereo Giro del Mondo” abbinando diversi paesi. Ogni viaggio che immagini si può realizzare su misura con Kia Ora Viaggi!

Contattaci e troverai il viaggio perfetto per te!

Perché scegliere Kia Ora Viaggi?

Siamo un tour operator specializzato in viaggi personalizzati.

Conosciamo in prima persona le destinazioni della nostra programmazione e torniamo a visitarle per rinnovare le nostre competenze specifiche.

Organizziamo i iaggi in contatto diretto con fornitori esteri accuratamente selezionati e le migliori compagnie aeree di linea.
Affidandoti a noi avrai il vantaggio di essere seguito da degli specialisti: otterrai così un alto livello di consulenza e il miglior rapporto qualità-prezzo.

GUIDA RAPIDA – VIAGGI IN POLINESIA

La Polinesia Francese si trova nel sud-est del Pacifico, tra equatore e tropico del Capricorno.
Comprende ben 118 isole, ma quelle più rappresentative e visitate sono una quindicina e in gran parte appartenenti ai due arcipelaghi principali: le isole della Società e gli atolli delle Tuamotu.
Gli altri tre arcipelaghi, meno turistici e più lontani da Tahiti, sono: isole Marchesi, isole Australi e isole Gambier.

ISOLE DELLA SOCIETÀ
Isole vulcaniche, circondate da incredibili lagune
e atolli corallini di sabbia bianca.
Sono le più versatili, perché offrono sia attività balneari che escursioni nell’interno tropicale.

TAHITI è l’isola più grande, ospita la capitale Papeete e l’aeroporto internazionale.

Spiagge nere, verdeggianti montagne e vallate, cascate, fiumi, grotte, siti archeologici e panorami straordinari: Tahiti gode di ricchezze naturali e culturali, da scoprire con un tour in 4×4 o un soggiorno a Tahiti Iti, la zona più selvaggia.

La sua laguna invece è meno attraente delle altre, quindi spesso viene considerata per soggiorni brevi, per lo più nei dintorni di Papeete, dove si può visitare il caratteristico mercato e cenare alle “roulotte” (ristoranti ambulanti in Piazza Vaiete). A Tahiti ci sono inoltre musei, negozi e locali.

MOOREA, ad appena 17 km da Tahiti, lascia a bocca aperta per la scenografia dei suoi rilievi acuminati e la meravigliosa laguna.
Al centro dell’isola, il Belvedere offre una stupenda vista panoramica sul Monte Rotui, la Baia di Cook e la rigogliosa valle di Opunohu.

Moorea gode di molte spiagge, tra cui spicca quella di Tema’e, da cui si scorge il profilo di Tahiti. Meravigliosi i motu ad ovest, visitati nei tour in laguna.
Qui la noia non è contemplata: escursioni in barca, snorkeling, immersioni, tour in 4×4, quad o a cavallo, avvistamenti di delfini e balene, trekking, crociere al tramonto… ma anche intrattenimento, come lo spettacolo tradizionale al Tiki Village!
Moorea può essere visitata anche come escursione giornaliera da Tahiti.

BORA BORA, la “perla del Pacifico“, offre un paesaggio spettacolare, grazie alla verde isola che domina la laguna, la barriera corallina e gli isolotti paradisiaci (motu) di sabbia bianca.
La sua laguna è famosa per le incredibili tonalità di turchese e la fauna marina, da ammirare con escursioni in barca. Altre attività disponibili sono immersioni, pesca d’altura, moto d’acqua, tour in 4×4, noleggio bici, ecc..

Si può soggiornare sui motu, che offrono il panorama migliore e lussuosi resort, o vicino a Matira, la spiaggia più estesa dell’isola principale, dove diversi ristoranti la rendono interessante anche per un’uscita serale.

Laguna di Huahine, Polinesia FranceseHUAHINE è un vero giardino dell’eden. Colpisce per la sua atmosfera magica e selvaggia: un territorio montuoso ricco di vegetazione lussureggiante, una costa puntellata di piccole baie e una laguna con splendidi motu.

È divisa in Huahine Nui a nord e Huahine Iti a sud, collegate da un ponte. Le spiagge più belle e accessibili sono a nord (zona Fare) e a sud dell’isola (zona Parea).
Consigliamo almeno un’escursione in barca nella laguna e un tour nell’entroterra, anche in auto, alla scoperta di punti panoramici e siti archeologici.
A Huahine non ci sono resort 5 stelle.

Raiatea e Tahaa sono isole vicine che offrono un mix di natura, lagune e cultura.

A RAIATEA c’è l’aeroporto, che serve anche Tahaa, e il piccolo centro di Uturoa, base di crociere. È l’isola sacra, grazie al Marae Taputapuatea, importante luogo di culto Maori.
Il suo interno è rigoglioso e ideale per trekking, ma per le attività balneari si preferisce Tahaa.

TAHAA, l’isola della vaniglia, offre un’atmosfera rilassata e una placida laguna dalle sfumature di zaffiro e smeraldo. È rinomata per i giardini di corallo e gli isolotti dalle spiagge bianche, mete di escursioni in barca e location degli unici hotel presenti.

MAUPITI è un’ isola incontaminata e poco turistica, con un ritmo di vita tranquillo, rallegrato dall’incredibile bellezza della sua natura.

L’isola centrale rocciosa e verdeggiante, gioia per ogni escursionista, è circondata da una laguna color giada e turchese delimitata da cinque isolotti.

Includerla nell’itinerario non è sempre facile: è collegata da pochi voli (via Tahiti, Raiatea e Bora Bora) e dispone solo di pensioni familiari, alcune sui motu, altre sull’isola principale.
Organizzandosi con la pensione, si possono fare delle escursioni in laguna (e magari vedere la Manta cleaning station) e girare l’isola principale in bicicletta.

TETIAROA è un piccolo atollo dell’arcipelago della Società, a circa 60 km da Tahiti. Deve la sua fama a Marlon Brando, che se ne innamorò girando un film e poi ne fece il suo rifugio segreto.
Oggi Tetiaroa ospita un solo resort di lusso, The Brando, che offre un soggiorno esclusivo in un contesto ricercato e incontaminato, raggiungibile con voli privati.

Esistono anche delle escursioni in barca da Tahiti, ma sono impegnative per via della lunga navigazione (che richiede circa 3 ore di traversata in oceano e il superamento della barriera corallina), lasciando non molto tempo per l’esplorazione della laguna.

ATOLLI DELLE TUAMOTU
Queste isole coralline a forma di anello sono un paradiso per gli amanti del mare e delle immersioni, ma ideali anche solo per trascorrere qualche giorno in un contesto naturale eccezionale e tranquillo.

RANGIROA è l’atollo più esteso delle Tuamotu, con una laguna dalle acque trasparenti e ricche di vita.

La maggior parte delle sistemazioni si trova ad Avatoru, dove le spiagge sono coralline e non molto estese, ma il fondale digrada lentamente.

I luoghi più belli di Rangiroa
, come la Laguna Blu e l’isola dei Coralli, si scoprono con escursioni in barca.
Si può inoltre visitare una Farm Perlier e girare Avatoru in bicicletta, magari fermandosi alla Pass di Tiputa per avvistare i delfini.

TIKEHAU è uno degli atolli più belli e intatti, noto per essere selvaggio e naturale, con splendide spiagge di colore bianco rosato.

È particolarmente consigliato a chi cerca pace e tranquillità, con possibilità di fare snorkeling, immersioni e visitare allevamenti di ostriche da perla.

Tramite escursioni in barca si possono raggiungere isolotti incontaminati, come il Motu Ohihi con la sua spiaggia rosa e i Motu Puarua e Oeoe con i nidi di uccelli marini.

FAKARAVA è una riserva di biosfera Unesco: ecosistema ricchissimo e tappa da non perdere per gli appassionati di snorkeling e subacquea.

È un atollo poco turistico, dove si trovano solo pensioni familiari, consigliato a chi cerca un soggiorno a contatto con la natura e la semplice realtà del posto.

Il villaggio principale è a Rotoava, dove si trova l’aeroporto, ma a chi cerca un’esperienza unica, lontano da tutti e da tutto, suggeriamo Fakarava Sud.

Questi atolli delle Tuamotu sono estremamente poco turistici e collegati con voli meno frequenti, spesso non diretti e più costosi.

Le poche sistemazioni presenti sono pensioni familiari piuttosto semplici, il cui livello di ospitalità e ristorazione potrebbe non essere costante.
Sono quindi adatti a chi cerca un’esperienza all’ avventura, nonostante i limiti di luoghi e strutture.

ISOLE MARCHESI
Situate 1.400 km a nord-est di Tahiti, queste isole montuose sono la culla della cultura polinesiana.
Non offrono lagune turchesi e barriera corallina e si visitano per il loro aspetto naturalistico-culturale, attraverso trekking, tour in 4×4, cavallo ed elicottero, oppure facendo una crociera Aranui o Paul Gauguin.

NUKU HIVA è caratterizzata da verdi montagne vulcaniche che svettano nei cieli e coste battute dall’oceano, con promontori, scogliere a strapiombo, grotte e baie su cui si trovano piccoli villaggi.
Taiohae, capitale dell’arcipelago, si estende lungo una spiaggia di sabbia scura e ospita la Cattedrale.
Interessanti anche le baie di Hatiheu e Anaho e la cascata di Hakaui (alta ben 350 metri).

L’isola, grazie a paesaggi stupendi, siti archeologici, tradizioni secolari e mitiche leggende, mantiene intatto il fascino che spinse Stevenson e Melville a soggiornarvi.

HIVA OA è nota come il “Giardino delle Marchesi”.
I verdi monti Temetiu e Fe’ani sovrastano rigogliose vallate, aspri promontori e pittoresche baie.

Atuona
, il villaggio principale, ospita i musei dedicati a Paul Gauguin e Jacques Brel, sepolti nel cimitero sulla collina.

L’isola offre spiagge di sabbia nera, bianca (Hanatekua) e rilevanti siti archeologici: a Puamau si trovano le più grandi statue Tiki della Polinesia.

TAHUATA è la più piccola delle isole Marchesi abitate e si raggiunge solo via mare da Hiva Oa.
Gode di valli fertili e una delle poche spiagge di sabbia bianco-dorata delle Marchesi, plage Te Kokuu.

Tahuata è un’oasi di tranquillità e creatività, dove gli abitanti sono abili scultori e produttori di un profumatissimo monoi.

UA POU è chiamata “isola della cattedrale”, per le sue 12 vette basaltiche che si elevano dai verdi crinali come pilastri di una chiesa immaginaria, conferendo un’atmosfera speciale di mistero e magia.

Ad Hakahau, il principale villaggio dell’isola, si può salire sulla collina per una vista mozzafiato sulle valli e sulla baia sottostante.
A poca distanza dal paese si trova un centro artigianale.

UA HUKA è l’isola meno abitata delle Marchesi, anche perché in buona parte arida. È rifugio per uccelli endemici e habitat di cavalli selvaggi, capre e maiali.

Nel villaggio di Hane si può visitare il museo della Marina e fare un’escursione ai Tiki di tufo rosso che si affacciano sulla baia.

Sull’isola si trovano anche il Giardino Botanico, il centro culturale Te Tumu e il museo dei Petroglifi.

FATU HIVA è l’isola più rigogliosa e remota dell’arcipelago, importante centro di artigianato marchesano.
La maggior parte degli abitanti vive nel villaggio di Omoa, producendo tessuto Tapa, pareo, intagli, bouquet e monoi.

Famosa ad Hanavave è la Baia delle Vergini, considerata tra le più belle al mondo, particolarmente suggestiva all’imbrunire e raggiungibile anche con percorso escursionistico, ammirando viste spettacolari e alte scogliere.

ISOLE AUSTRALI e GAMBIER

Situato all’estremo sud, l’arcipelago comprende 5 isole selvagge dai rilievi dolci. Qui il clima è più fresco e si può soggiornare solo in pensioni familiari.
TUBUAI e RAIVAVAE sono circondate da stupende lagune ed isolotti.
A RURUTU invece vi è un alternarsi di spiagge bianche e scogliere. Da Luglio a Ottobre è luogo d’incontro delle balene megattere.

isole e atolli_gambierSituato all’estremità orientale della Polinesia, a ben 4 ore di volo da Tahiti, questo arcipelago è costituito dall’isola di Mangareva e la sua laguna punteggiata di altre isolette e atolli.
Il clima è più fresco che a Tahiti e gli unici alloggi sono pensioni familiari.

Info Spiagge e Lagune in Polinesia

La Polinesia Francese è famosa per la sua natura, la sua gente, ma soprattutto per i colori fantastici nelle sue placide lagune.
Le spiagge non sono molto estese e sono costituite sabbia bianca corallina, a volte un po’ grossolana (per sicurezza porta le scarpette da scoglio).
Il fondale è generalmente solido fin dall’ingresso in acqua e digrada lentamente.
Queste caratteristiche fanno sì che le lagune assumano colori e trasparenze incredibili, illuminando il paesaggio e permettendo di ammirare le forme di vita marine.

INFORMAZIONI PRATICHE

per viaggiare in Polinesia

COVID-19

Aggiornato al 23/07/2021:

La Polinesia Francese ha riaperto ai viaggiatori provenienti dalla Francia, dai paesi UE e a tutti quei paesi a cui è consentito l’ingresso libero in territorio Francese.

La procedura aggiornata per viaggiare in Polinesia Francese è riportata in questa pagina: https://tahititourisme.it/it-it/covid-19/.
E’ obbligatoria la compilazione di un Form on-line da 30 a 06 giorni prima dalla partenza del volo intercontinentale, sulla piattaforma ETIS, al costo di Euro 40,00 per persona.

I viaggiatori maggiori di 18 anni vaccinati secondo un programma vaccinale completo possono viaggiare liberamente nel paese.
E’ richiesta la prova della vaccinazione completata da almeno 07 giorni e 28 giorni per il monodose.
Gli altri viaggiatori, inclusi coloro che sono guariti dal Covid e i non vaccinati, sono soggetti a quarantena di 10 giorni e giustificazione del viaggio per motivi imperativi.

Tutti i viaggiatori maggiori di 11 anni diretti in Polinesia Francese dovranno eseguire un test RT-PCR entro 72 ore prima dell’imbarco oppure un test antigenico rapido di ultima generazione (che individui la proteina N) entro 48 ore prima dell’imbarco. Tutti i viaggiatori di età pari o superiore ai 6 anni devono seguire il protocollo sanitario messo in atto dai servizi della Polinesia.

Una volta arrivati:
Per tutti: test antigenico rapido in arrivo all’aeroporto di Papeete;
Per i maggiorenni non vaccinati: quarantena di 10 giorni sull’isola di Tahiti e due ulteriori test RT-PCR da eseguire al quarto e ottavo giorno di permanenza.
– I minorenni che arrivano con un adulto vaccinato non saranno soggetti a quarantena, ma dovranno effettuare due auto-prelievi mediante test al quarto e ottavo giorno di permanenza, che andranno poi depositati presso la reception dell’hotel o nei luoghi previsti a tal fine.

Il paese ha implementato tutte le misure necessarie per garantire la maggior sicurezza possibile agli ospiti e agli abitanti locali e ha ottenuto la certificazione internazionale SAFE TRAVELS.

La conformazione del territorio e dei resort, il tipo di attività che si possono praticare sono l’ideale per chi cerca pace e distanziamento sociale, molti ambienti comuni degli alloggi e ristoranti sono comunque all’aperto, minimizzando quindi l’obbligo di utilizzare le mascherine in caso fossero ancora necessarie al momento del vostro viaggio.

La maggior parte dei fornitori turistici ha aderito ad una policy comune di cancellazione flessibile in caso fossero in atto restrizioni causate dal Covid-19 o in caso risultiate positivi al test al momento della partenza o durante il viaggio.

Normativa Italiana

Secondo l’attuale ordinanza del ministero della Salute, valida fino al 30/7/2021 (salvo proroghe), la Polinesia Francese è attualmente inclusa nei paesi dell’Elenco E, vedi link. I viaggi verso questa destinazione sono consentiti per motivi diversi dal turismo, ed è obbligatorio compilare il Passenger Locator Form online, dichiarando dove si è soggiornato negli ultimi 14 giorni, e effettuare un test antigenico entro 72 ore prima dell’arrivo in Italia.
In qualsiasi momento il ministero potrebbe rivedere gli elenchi, e ci sono molte pressioni in questo senso, ma non sappiamo in che tempi. Chi parte alle attuali condizioni, quindi senza validi motivi, viola l’ordinanza, un po’ come si violasse il coprifuoco. Per i paesi dell’elenco E è inoltre prevista una quarantena di 10 giorni.

CLIMA, QUANDO ANDARE

In Polinesia Francese è estate tutto l’anno, grazie al suo clima tropicale gradevole, rinfrescato dagli alisei del Pacifico.
Le temperature medie, a seconda delle stagioni, oscillano all’incirca tra 24° e 30° C.
Per i sub: è sufficiente una muta lunga da 3 mm.

Durante l’anno si distinguono comunque due stagioni: una secca, da Maggio a Novembre, l’altra più calda e umida, ma con notevoli differenze a seconda dell’arcipelago.
La stagione secca è anche la migliore, ideale per visitare soprattutto le isole della Società e gli atolli delle Tuamotu, con minime che difficilmente scendono sotto i 22° C, è definita “inverno Australe”, ma non facciamo confusione con il nostro inverno.
La stagione umida, o “estate Australe”, vede un clima più caldo e afoso, con maggiori precipitazioni (soprattutto da Dicembre e Febbraio), anche se spesso si tratta di piogge intense ma brevi. 

In Polinesia Francese i fenomeni a carattere più violento sono estremamente rari e difficilmente raggiungono le Isole della Società, Tuamotu o Marchesi. Possono essere talvolta influenzate dal fenomeno “el Nino”.

Gli arcipelaghi più a sud (Australi e Gambier) hanno temperature più fresche nella stagione secca, mentre le isole Marchesi hanno un clima più stabile tutto l’anno.

L’andamento delle stagioni può comunque variare da un anno all’altro. Inoltre, indipendentemente dal periodo, le isole con rilievi montuosi sono tendenzialmente più piovose degli atolli, che per morfologia attirano meno le perturbazioni.

COME ARRIVARE & SPOSTARSI

Tutte le compagnie aeree che collegano la Polinesia offrono buoni servizi, rendendo gradevole il viaggio di circa 24 ore dall’Italia, con voli soprattutto via Parigi, Los Angeles e San Francisco. Inoltre è possibile raggiungere Tahiti via Tokyo, Auckland (Nuova Zelanda), Santiago e Isola di Pasqua (Cile), anche se con frequenze di volo più limitate. Esistono poi collegamenti diretti tra Tahiti e le isole Cook, Hawaii e Nuova Caledonia.
Si può anche visitare la Polinesia come tappa di un viaggio “Giro del Mondo”.

La compagnia aerea di bandiera è Air Tahiti Nui che opera più voli settimanali con percorso Parigi>Los Angeles>Papeete, in coincidenza con voli dai principali aeroporti italiani, è generalmente la compagnia più consigliata perchè ha ottime frequenze, opera con moderni aerei Airbus 787 Dreamliner e perchè già a bordo dei suoi aerei si respira “aria di Polinesia”!
Anche Air France offre voli con instradamento simile, ma con minori frequenze e orari diversi. United Airlines e French Bee offrono invece voli via San Francisco.
Ricordiamo che è possibile riservarsi le tariffe più convenienti solo prenotando con largo anticipo: per la Polinesia non esistono offerte “Last Minute”!

Come spostarsi una volta arrivati in Polinesia?
Air Tahiti è l’unica compagnia che effettua voli interni tra le isole. Offre delle tariffe di andata e ritorno, ma la formula più conveniente sono i “Pass”: biglietti a tariffa speciale per compiere un itinerario a propria scelta, in massimo 28 giorni. A seconda delle isole, si possono combinare anche più pass.
Oltre ai voli di linea domestici esistono voli privati con elicotteri o piccoli idrovolanti.

Collegamenti via mare
I trasferimenti nautici sono generalmente sconsigliati, perchè scomodi e non sempre efficienti. Unica eccezione è il collegamento tra Tahiti (Papeete) e Moorea, servito dai traghetti Aremiti e il catamarano Terevau, in grado di coprire la tratta in circa 25/30 minuti.
A chi ama il mare consigliamo di valutare le crociere fra le isole.

DOCUMENTI NECESSARI

Per l’ingresso degli italiani in Polinesia Francese è necessario un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi.
Inoltre possono essere obbligatorie delle autorizzazioni / visti per l’ingresso o anche solo il transito in altri paesi toccati dall’ itinerario aereo.

Ecco le più frequenti:
> autorizzazione ESTA (o visto) per scalo/ingresso negli Stati Uniti.
> autorizzazione ETA per scalo/ingresso in Canada.
> autorizzazione NZeTA per scalo/ingresso in Nuova Zelanda.
> visto turistico per scalo/ingresso in  Australia (quest’ultimo, se necessario, viene fornito nei viaggi organizzati da Kia Ora Viaggi).

Per i viaggiatori di altra nazionalità bisogna verificare preventivamente e attentamente, anche attraverso le sedi consolari competenti, l’eventuale necessità di visto di ingresso in Polinesia e/o in tutti i paesi interessati dall’itinerario di volo (anche se solo per uno scalo aereo).

VIAGGIARE CON I BAMBINI

Sfatiamo un mito: la Polinesia Francese non è una meta solo per coppie, anzi, è perfetta anche per famiglie con bambini!

Sui comodi aerei da lungo raggio i bambini possono trovare intrattenimenti e pasti adatti a loro, dormiranno più comodi di noi adulti e si adatteranno facilmente al nuovo fuso orario, saranno entusiasti di esplorare il mondo!

Bellissime lagune con spiagge dolcemente digradanti, barriera corallina, sport acquatici, delfini, balene, razze, natura rigogliosa e una cultura che incanta grandi e piccoli, come dimostra il film Oceania di Disney… in Polinesia i bimbi si divertiranno moltissimo!

LINGUE PARLATE

Le lingue ufficiali sono il Tahitiano e il Francese.
L’inglese è generalmente capito e parlato in alberghi, negozi e ristoranti.
Inoltre diversi operatori locali offrono servizi con personale parlante italiano (si invita a segnalare per tempo eventuali esigenze al riguardo).

FUSO ORARIO

La Polinesia è a -12 ore rispetto all’ Italia, quando è in vigore l’Ora Legale (da fine marzo a fine ottobre), negli altri mesi è a -11 ore.
Alle Marchesi esiste curiosamente una differenza di fuso di 30 minuti rispetto agli altri arcipelaghi.
In Polinesia le abitudini locali seguono i ritmi del sole (ci si sveglia e corica presto) e spesso, magari anche non volutamente, ci si adegua a questo stile di vita: un ottimo modo per attenuare il jet lag i primi giorni e per sfruttare al meglio le ore di luce per attività ed escursioni.

SALUTE

La Polinesia è una destinazione sicura e le strutture mediche sono in genere di livello elevato.
Le isole principali dispongono di ottimi ospedali, nelle altre c’è in genere almeno un ambulatorio medico che collabora con un efficiente servizio di trasporto sanitario anche per via aerea se necessario.
Kia Ora Viaggi propone sempre di stipulare un’assicurazione medica.
Solitamente non sono obbligatorie vaccinazioni o profilassi per entrare in Polinesia, ma potrebbero esserci delle eccezioni (ad. es. febbre gialla) a seconda dei paesi di provenienza o visitati prima dell’arrivo a Tahiti (maggiori informazioni su richiesta).

VALUTA

La moneta locale è il Franco del Pacifico (CFP o XPF) che ha un tasso di cambio fisso con l’Euro: 1 Euro = 119,33 CFP e 1 Franco del Pacifico = 0.008 Euro. Per praticità, aiuta ricordare che 1.000 CFP valgono circa 8 Euro.
Grazie al cambio fisso, può capitare che, presso negozi e ristoranti, vengono accettati gli Euro con eventuale resto dato direttamente in Franchi del Pacifico.

In Polinesia sono accettate le principali carte di credito internazionali.

All’ aeroporto di Tahiti sono presenti due uffici di cambio valute. A fine soggiorno, è possibile convertire nuovamente i Franchi in Euro, anche se soggetto a commissione, disponibilità di liquidità e orari di apertura degli sportelli.
È presente anche uno sportello ATM per il prelievo di contante direttamente in valuta locale (attenzione: non tutte le carte sono abilitate, prima di partire meglio verificare con la propria banca).

Per evitare costi di commissione e ritardi nei trasferimenti all’arrivo a Tahiti, i viaggiatori che soggiornano in albergo possono anche fare il cambio direttamente in hotel.

Attenzione: Se si soggiorna in pensioni  familiari (che spesso non accettano carte di credito) è consigliabile fare il cambio valuta già a Tahiti e considerare una certa somma di contante per le spese extra non incluse nel programma di viaggio.

Le banche nelle isole più visitate (Banque Socredo, Banque de Polynésie, Banque de Tahiti) effettuano il cambio di valute.
Isole meno turistiche (come Australi, Gambier ed alcune Tuamotu) non dispongono di servizi di cambio.

ELETTRICITÁ

La corrente in Polinesia Francese è a 220Volts-60Hz.
Le prese di corrente sono su modello europeo continentale per spine a punte rotonde.
Talvolta è prodotta con dei gruppi elettrogeni, a volte rumorosi e messi in funzione a certe ore del giorno e della notte. In molti alberghi e pensioni l’elettricità viene prodotta anche con i pannelli solari.

TELEFONIA & INTERNET

La rete telefonica polinesiana è efficiente e copre la maggior parte del territorio. Anche se scesi negli ultimi anni, i costi per telefonare dalla Polinesia rimangono alti. Dall’Europa, il prefisso per telefonare in Polinesia è 00689.

Telefoni cellulari: la copertura di telefonia mobile negli ultimi anni è migliorata molto, soprattutto nelle isole principali. Si riesce spesso ad utilizzare il proprio telefono, facendo attenzione alle tariffe di roaming, da verificare prima di partire.

Gli operatori di telefonia mobile in Polinesia Francese sono Vini, la principale, e Vodafone.
Se si pensa di fare/ricevere molte chiamate, potrebbe essere conveniente acquistare una sim ricaricabile locale, da utilizzare sul proprio cellulare (verificando se compatibile). Solitamente si può acquistare in aeroporto a Tahiti o presso i rivenditori, e include alcuni GB di traffico internet e 30 minuti di chiamate locali.
Spesso la soluzione più economica é comunicare, anche per chiamate, via App (come Skype, WhatsApp, ecc..) appena si ha a disposizione una connessione internet (in hotel e ristoranti).

Internet: i provider Internet in Polinesia Francese si chiamano Mana e Viti, che offrono diversi piani tariffari, anche per viaggiatori.
È disponibile inoltre un pratico servizio di WiFi portatile, che è possibile prenotare tramite il sito https://www.tahitiwifi.com. Si ritira il router direttamente in aeroporto (all’arrivo o, per non ritardare i trasferimenti, il giorno del volo da Papeete alle isole vicine). Funziona molto bene nelle isole della Società, mentre negli altri arcipelaghi il segnale potrebbe non essere altrettanto efficiente.

Molte strutture ricettive offrono connessione internet, talvolta anche gratuita.
Esistono poi internet café nelle isole principali (anche se non sempre facili da raggiungere).