SCOPRI LA NUOVA ZELANDA

Kia Ora!
Benvenuto in Nuova Zelanda, meta ai confini del mondo, dalla natura straordinaria e incontaminata, con maestose vette, laghi turchesi, geyser, fiordi, sinuose colline, ghiacciai, vulcani, foreste, corsi d’acqua, scenografiche coste, simpatici animali (come il Kiwi) e molto altro! Aotearoa è anche la terra dei Maori, la cui affascinante cultura ancestrale convive con la modernità di meravigliose città, come Auckland e Wellington.

La Nuova Zelanda è anche il paradiso delle attività all’aria aperta, degli sport estremi e dell’avventura…Cosa aspetti a partire?

Il modo migliore per visitare la Nuova Zelanda è con un’auto a noleggio, con un itinerario su misura che permetta di scoprire le zone più selvagge e famose di questa bellissima terra.

Se invece preferisci un viaggio guidato puoi partecipare ad un tour di gruppo oppure optare per un programma ad hoc combinando escursioni giornaliere, minitour, eventuali giornate libere e trasferimenti con pullman, treno e/o voli domestici.

Ecco le meraviglie che ti attendono:

> Straordinari PARCHI: l’area geotermale di Rotorua, Hobbiton, i monti Tongariro, Taranaki, Cook, Ruapehu, i Fiordi, il Paparoa National Park Stewart Island;

> Incantevoli aree COSTIERE: Ninety Mile Beach, Bay of Islands, Abel Tasman, Coromandel, Kaikoura e Otago Peninsula;

> FAUNA selvatica: balene, albatros, pinguini, foche, pellicani, leoni marini, lombrichi luminescenti, delfini, kiwi, kea;

> METROPOLI e città, tra cui Auckland, Wellington e Christchurch;

> La CULTURA MAORI, attraverso leggende e tradizioni, in particolare a Rotorua.

Sei pronto ad immergerti nella natura, nella interessante cultura Maori e all’avventura che sono la Nuova Zelanda sa offrire?

Kiwi-Nuova Zelanda
Nuova_Zelanda_kiaoraviaggi

La Nuova Zelanda offre talmente tanto da vedere e scoprire che può essere considerata come unica meta di un viaggio!
Puoi però considerarla anche solo per una selezione di tappeproseguendo il viaggio in un’esotica meta balneare, come Isole FijiIsole CookPolinesia Francese, Nuova Caledonia o anche Filippine e Maldive, quest’ultime ideali nei mesi da Dicembre a Marzo, quando le altre mete del Pacifico potrebbero avere un clima più instabile.

Contattaci e troverai il Viaggio perfetto per te!

Perché scegliere Kia Ora Viaggi?

Siamo un tour operator specializzato in viaggi personalizzati. Conosciamo in prima persona le destinazioni della nostra programmazione e torniamo a visitarle per rinnovare le nostre competenze specifiche. Organizziamo i Viaggi in contatto diretto con fornitori esteri accuratamente selezionati e le migliori compagnie aeree di linea. Affidandoti a noi avrai il vantaggio di essere seguito da degli specialisti: otterrai così un alto livello di consulenza e il miglior rapporto qualità-prezzo.

GUIDA RAPIDA per VIAGGI
in NUOVA ZELANDA

La Nuova Zelanda ha una superficie analoga all’Italia, ma è tra i paesi meno abitati e più incontaminati al mondo.
È costituita da due isole principali, l’Isola del Nord e l’Isola del Sud, e una serie di isole minori.

ISOLA DEL NORD

La più densamente popolata e caratterizzata da molti paesaggi diversi, tra cui monti, vulcani (alcuni ancora attivi), verdi colline con pascoli e frutteti, fiumi, laghi, coste bagnate dall’Oceano, baie e moderne città, tra cui Auckland e Wellington.

Northland è la regione più settentrionale dell’Isola del Nord, affascinante per lo scenario incantevole e le forti radici maori. Offre lunghe coste semideserte, baie, isolette e imponenti foreste di Kauri, oltre che una grande varietà di attività all’aria aperta.

Vi sono tre principali basi di partenza per esplorare la zona: Pahia, principale località turistica della splendida Bay of Islands, e vicina alle storiche città di Russell, Waitangi e Kerikeri; Kaitaia, che attrae soprattutto per le escursioni in giornata all’Apouri Peninsula, Mangonui e Ahipara e infine Opononi e Omapere, che vantano bellissime spiagge dorate.

Nuova Zelanda Auckland RangitotoAuckland, la città più grande della Nuova Zelanda è anche una delle più belle, giovani, dinamiche e moderne, i suoi quartieri si sviluppano attorno ad una varietà di baie ideali per nuotare, fare sport acquatici e, in particolare, per dedicarsi alla nautica da diporto (da qui il soprannome di City of Sails: città delle vele). Queen Street è la via più famosa, ricca di negozi e locali notturni, Parnell e Newmarket sono invece quartieri eleganti, noti per le boutique di lusso, le gallerie, i ristoranti, i bistrot francesi, le cioccolaterie e gli esclusivi locali per il brunch. Devonport e Takapuna, dall’altra parte del porto, e le isole del Golfo di Hauraki offrono piacevoli ore di attività ricreative, sportive o di puro relax.

A poche ore di strada si trovano inoltre paradisi naturalistici incredibili e ricchi di flora lussureggiante, come la penisola di Coromandel, dove si trovano le coste neozelandesi più note e pittoresche.

Nuova Zelanda Te Puia Rotorua geyserIl centro dell’Isola del Nord è caratterizzato da un ventaglio molto vario di bellezze naturali: vulcani innevati, catene montuose, morbide spiagge di sabbia, campagne fertili, orti e vigneti altamente produttivi e sconfinate foreste, che permettono ovviamente moltissime attività all’aria aperta. La zona è inoltre il centro della storia e della cultura Maori.

Hamilton, la città principale della regione, sorge non distante dalle spiagge di Raglan, paradiso dei surfisti, e dalle misteriose e meravigliose Waitomo Caves.

A Nord di Hamilton si trova la Coromandel Peninsula, che scende nelle sabbiose spiagge della Bay of Plenty, ricca di famose località famose per la pesca e gli sport acquatici.

Rotorua
è invece la città più famosa, frequentata per via delle sue innumerevoli sorgenti termali, per i laghi e fiumi circostanti, ma anche perchè è un centro importante per la diffusione della cultura Maori.

L’Hawke’s Bay è invece celebre per i suoi edifici Art Déco, per i frutteti e le vigne, White Island per i suoi paesaggi lunari, mentre il vulcano Ruapehu per le strutture sciistiche.

Nei dintorni si trovano anche il Lago Taupo e il Tongariro National Park, primo parco del mondo ad essere dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO per la sua straordinaria bellezza naturale e il suo valore culturale.
Il parco si trasforma in una vivace stazione sciistica in inverno, mentre durante l’estate accoglie alpinisti e amanti del trekking.

Città piccola ma interessante affascinante e raffinata, Wellington è famosa per essere soprattutto la capitale costituzionale e culturale della Nuova Zelanda, posizionata all’estremità meridionale dell’Isola del Nord, in uno splendido porto naturale. È una città che offre anche un vivace centro artistico e culturale, edifici storici, musei e gallerie, ottimo cibo e divertimenti. Splendide case vittoriane di legno punteggiano i fianchi delle colline sopra la baia, mentre in cima alle colline ci sono meravigliosi punti panoramici, sulla costa si snodano belle passeggiate e a sud si estende un litorale frastagliato.

Da non perdere il museo Te Papa, dedicato alla storia e alla cultura Maori, il Parlamento, la Cattedrale di St. Paul, la Civic Square, la National Library e il Katherine Mansfield Memorial.

Viaggiando verso nord il contrasto tra capitale e i dintorni si fa subito evidente: percorsi pochi chilometri ci si immerge in un paesaggio rurale con cittadine tranquille, fattorie e caseifici. I parchi nazionali di Whanganui e Egmont offrono paesaggi incontaminati.

ISOLA DEL SUD

Le Southern Alps attraversano questa meravigliosa isola dividendola in due e caratterizzando un vasto territorio di montagne innevate, laghi e fiordi. Il soleggiato Nord dell’isola è caratterizzato da spiagge, corsi d’acqua e vigneti, mentre le selvagge coste occidentali sono ricoperte dalla foresta pluviale, che raggiunge le pendici delle alpi.

Picton non è solo il porto di arrivo per chi giunge via mare dall’Isola del Nord, ma è anche l’accesso agli splendidi Marlborough Sounds e alla più famosa regione vinicola della Nuova Zelanda, Marlborough, la patria del miglior Sauvignon Blanc del mondo. Marlborough Sounds sono tre valli fluviali semisommerse che offrono una varietà di paesaggi incredibili, caratterizzati da insenature nascoste, baie e conche collegate tra loro da incantevoli sentieri immersi in parchi naturali ricchi di fauna e siti storici.

Degno di nota è anche Abel Tasman National Park, nell’estremità nord dell’Isola del Sud. All’interno del parco si possono fare diverse attività, come trekking di uno o più giorni, campeggiando nelle zone adibite, escursioni in kayak o semplicemente rilassarsi nelle spiagge di sabbia bianca.

Oltre alle città più famose di Picton, Nelson, Blenheim e Havelock, la regione comprende Kaikoura, il cui forte boom turistico è dovuto all’avvistamento delle balene e altri animali marini.

Queste regioni si estendono dal mar di Tasman a ovest fino all’oceano Pacifico a est, e sono caratterizzate per le loro particolari conformazioni geologiche e per la varietà della flora e del clima. Christchurch è la principale città dell’Isola del Sud e punto di partenza ideale per esplorare la zona. É una città moderna dove non mancano ottimi ristoranti, cafè, attività artistiche, monumenti storici e numerosi giardini. Da qui partono anche molte escursioni giornaliere verso Banks Peninsula, Hanmer Springs, i vigneti di Waipara, Arthur’s Pass e le piste da sci del Canterbury.

Il parco nazionale Di Westland è famoso per le sue vette, i grandi ghiacciai, le fitte foreste pluviali, le lagune costiere e i bellissimi laghi. I ghiacciai più famosi di questa zona sono il Franz Josef e il Fox, zone ancora incontaminate, visitabili con escursioni organizzate. Questo parco confina anche con il parco nazionale di Aoraki/Mount Cook, che ospita la montagna più alta della Nuova Zelanda, sacra per la cultura Maori.

In questa zona si trovano anche alcuni laghi: il lago Tekapo, luogo di straordinaria bellezza, il lago Pukaki, dal panorama maestoso e il lago Ohau, famoso per il nuoto, la epsca e la navigazone.

La regione di Otago è caratterizzata da paesaggi mozzafiato: montagne, vaste pianure, fiumi e spettacolari spiagge remote. Sicuramente è una delle più belle regioni del paese.

Dunedin, anche detta la “Edimburgo del Sud” per le sue origini e le forti influenze culturali scozzesi, è la porta d’accesso alla regione, e ospita alcuni interessanti edifici vittoriani e la sua Università è la più antica del paese.

E’ anche il punto di partenza ideale per visitare la Penisola di Otago, una delle mete preferite dai turisti per la sua fauna rara (albatros reali, otarie, leoni marini, pinguini), gli edifici storici, i grandi parchi e lo stupendo panorama costiero e la Moeraki Boulders Scenic Reserve.

Nella zona centrale si trovano stupendi laghi cristallini, che si mescolano a colline lussureggianti e montagne ricoperte di neve
, dando vita allo scenario straordinario che ha fatto di Queenstown una destinazione così popolare.
La città è un centro di importanza mondiale per gli sport avventurosi e la principale porta d’accesso alle Soutern Alps: situata sulle rive del lago Wakatipu, con la catena dei Remarkables sullo sfondo, vanta uno dei paesaggi più suggestivi al mondo.
Degno di nota anche il lago Wanaka, nei pressi di Queenstown, ideale per la pesca e gli sport acquatici, con un meraviglioso ambiente naturale circostante.

Nella costa ovest si trova il parco nazionale di Mount Aspiring, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, che comprende scenari molto diversi, dalle montagne ricoperte dai ghiacci ad aspre pareti rocciose, da splendide vallate boscose a pittoresche pianure fluviali, frequentato soprattutto da amanti del trekking e dell’arrampicata. 

Alte e innevate montagne, lussureggianti foreste pluviali, colline, laghi glaciali…Southland è sicuramente una delle più affascinanti regioni del paese!

A ovest si trovano coste a picco sul mare, ricoperte da una folta vegetazione pluviale, dietro la quale si innalzano vette alpine di oltre 3.000 metri e vari parchi, tra cui il parco nazionale di Fiordland, un luogo davvero spettacolare! Questo meraviglioso parco comprende 14 fiordi e 5 laghi glaciali, circondati da ripide montagne, ricoperte di foreste e cascate, con oltre 500km di sentieri. Il parco è anche noto per la sua fauna protetta, in particolare il pinguino crestato del Fiordland.

Il Milford Sound è il fiordo più famoso della zona, contraddistinto dal Mitre Peak, un monte a forma di piramide a picco sul fiordo. L’escursione in barca permette di ammirare al meglio le insolite formazione geologiche e le cascate, inoltre può capitare di scorgere lontre di mare, delfini e pinguini. Merita anche una escursione al Doubtful Sound, con vette, fiordi e foreste e fauna locale.

Nel parco nazionale si trovano anche le grotte di te Anau, famose perché abitate da migliaia di minuscole lucciole. L’escursione in barca è molto suggestiva.

Il sud invece è più piovoso e freddo, qui sorge la città di Invercargill, con ampi viali costeggiati da alberi, ricca di parchi e riserve, diverse spiagge e sentieri. Il forte legame con la Scozia emerge nelle vie dai nomi di fiumi scozzesi e nei molti edifici storici.
La città è il punto di partenza per visitare Stewart Island, terza isola del paese per grandezza, raggiungibile in barca o aereo e paradiso naturalistico fatto di baie incontaminate, spiagge e alture boscose.

INFORMAZIONI PRATICHE

per viaggiare in Nuova Zelanda

COVID-19

La Nuova Zelanda è attualmente chiusa al turismo internazionale, le previsioni di riapertura per i viaggiatori italiani sono ancora lontane. Kia Ora Viaggi al momento non elabora proposte di viaggio per questa destinazione.

Normativa Italiana: Secondo l’attuale ordinanza del ministero della Salute, la Nuova Zelanda è inclusa nei paesi dell’Elenco D, vedi link. I viaggi verso questa destinazione sono consentiti per turismo, ma la destinazione non accoglie ancora i turisti italiani.

CLIMA, QUANDO ANDARE

La Nuova Zelanda ha un clima oceanico, temperato a Nord e più freddo a Sud, senza una distinta stagione delle piogge, ma con una generale e frequente variabilità.
Le stagioni sono opposte a quelle in Italia, l’estate è tra dicembre e marzo, l’autunno tra marzo e giugno, l’inverno tra giugno e settembre, la primavera tra settembre e dicembre. Gennaio e febbraio sono i mesi più caldi, mentre luglio è il mese più freddo.
In inverno nevica nelle zone montuose, senza raggiungere temperature estreme, e l’estate non è eccessivamente calda.

La destinazione offre molte attività all’aria aperta, per questo l’estate è il periodo ideale, nonché l’alta stagione.
Primavera e autunno, con temperature più fresche e meno ore di luce, sono indicate per evitare i periodi di maggior affluenza turistica.

COME ARRIVARE E SPOSTARSI

La Nuova Zelanda si trova letteralmente “dall’altra parte del mondo” rispetto all’Italia, sono necessarie infatti almeno 25 ore di volo, infatti è sempre conveniente spezzare in due l’itinerario con una sosta in Asia, negli Emirati Arabi o negli Stati Uniti.
La scelta dell’istradamento dipende soprattutto dalla convenienza della tariffa aerea, dalla comodità degli orari o da eventuali mete che si vogliono abbinare nel viaggio. Numerose compagnie aeree servono la Nuova Zelanda, oltre alla compagnia di bandiera Air New Zealand ci sono Qantas, Emirates, Singapore Airlines, Cathay Pacific, Thai, Korean Air, Aircalin, Air Tahiti Nui e molte altre.
L’aeroporto più importante del paese è quello di Auckland, dove atterrano quasi tutti i voli provenienti dall’estero. Di minor importanza, ma sempre serviti da collegamenti internazionali (per esempio, dall’Australia) sono gli aeroporti di Christchurch, Wellington e Queenstown.

-> Spostarsi all’interno del paese
Il modo migliore per viaggiare in Nuova Zelanda è sicuramente con auto o camper a noleggio, le strade sono in buone condizioni e i paesaggi sono sempre diversi, rendendo così la guida molto piacevole. Ricordiamo che i veicoli circolano sul lato sinistro della strada, come in Inghilterra, e che è necessario essere in possesso di una patente internazionale o di una traduzione ufficiale in lingua inglese.
Per chi non se la sente di guidare è possibile prendere parte ad uno dei tanti tour di gruppo proposti dai nostri corrispondenti, dove gli spostamenti vengono fatti con autobus turistici e/o in aereo.
Nelle città principali è piuttosto semplice spostarsi con i mezzi pubblici, quali autobus, tram o metropolitana.
I treni, invece, non sono il mezzo più comune per i neo-zelandesi, esistono però tre linee principali che attraversano il paese, operate da Kiwirail: Auckland-Wellington (Northern Explorer), Picton-Christchurch (Coastal Pacific) e infine la linea Christchurch-West Coast (TranzAlpine, considerato uno dei percorsi più belli del mondo grazie ai paesaggi mozzafiato).

Tra l’Isola del Nord e l’Isola del Sud esistono infine numerosi collegamenti aerei, che permettono di spostarsi comodamente e in poco tempo.
Forse però il modo più suggestivo per spostarsi tra le due isole (se si ha tempo) è il traghetto tra Wellington e Picton, la traversata dello stretto di Cook ha diverse partenze giornaliere, dura 3 ore e 10 minuti, ed è spesso descritta come una delle più belle al mondo. In caso di traversata con auto a noleggio le compagnie consentono di lasciare l’auto al porto di partenza e ritirarne un’altra al porto di arrivo (la tariffa viene calcolata come fosse un unico noleggio).

DOCUMENTI NECESSARI

I cittadini italiani devono essere in possesso di un passaporto con una validità residua di almeno tre mesi, rispetto alla data prevista per la partenza dalla Nuova Zelanda, un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio e della autorizzazione di viaggio elettronica NZeTA (New Zealand Electronic Travel Authority). A partire dal 1° ottobre 2019 questo requisito è obbligatorio per i passeggeri di tutte le nazionalità (eccetto neozelandesi e australiani).
Chi soggiorna in Nuova Zelanda è tenuto inoltre a pagare la tassa turistica IVL.

Inoltre possono essere obbligatorie delle autorizzazioni / visti per l’ingresso o anche solo il transito in altri paesi toccati dall’ itinerario aereo.
Ad esempio:
> autorizzazione ESTA (o visto) per scalo/ingresso negli Stati Uniti.
> autorizzazione ETA per scalo/ingresso in Australia.

Per viaggiatori di altra nazionalità bisogna verificare preventivamente e attentamente, anche attraverso le sedi consolari competenti, l’eventuale necessità di visto di ingresso in Nuova Zelanda e/o in tutti i paesi interessati dall’itinerario di volo (anche se solo per uno scalo aereo).

SICUREZZA

La Nuova Zelanda è un paese sicuro e tranquillo, con scarsa criminalità e conflitti interni, tanto da assestarsi al secondo posto nella classifica dei paesi più sicuri del mondo.
Si consiglia di seguire le normali norme di sicurezza e buon senso, non sono necessarie altre precauzioni particolari.
Il paese è soggetto a terremoti, a forti correnti oceaniche e i raggi del sole sono particolarmente intensi.

VIAGGIARE CON I BAMBINI

La Nuova Zelanda è un paese che si presta molto bene ad un viaggio in famiglia, l’unico scoglio per un bambino potrebbe essere il lungo volo aereo o le lunghe tratte in auto, se previste.
Sono disponibili una infinità di attività all’aria aperta, per grandi e piccini, e poi parchi (a loro piacerà sicuramente Hobbiton!), musei, animali curiosi…I bambini rimarranno entusiasti!

LINGUE PARLATE

Sono presenti 3 lingue ufficiali nel paese: l’inglese, lingua principale, il maori e la lingua dei segni (la Nuova Zelanda è il primo paese al mondo ad aver dichiarato questa lingua ufficiale).

Kia Ora Viaggi collabora con un’agenzia corrispondente locale, che cura le prenotazioni di gran parte dei servizi e offre assistenza in loco ai viaggiatori, solitamente in lingua inglese.

FUSO ORARIO

La Nuova Zelanda si trova a +11 ore rispetto all’Italia. Il paese adotta il daylight saving, (simile alla nostra ora legale, ma in momenti dell’anno diversi) quindi, la differenza di orario, in momenti specifici dell’anno, diventa la seguente: +12 ore quando in Italia vige l’ora solare e in Nuova Zelanda vige il daylight saving (dall’ultima domenica di settembre alla prima di aprile), +10 ore quando in Italia vige l’ora legale e in Nuova Zelanda vige l’ora solare.

SALUTE

Per visitare la Nuova Zelanda non è prevista nessuna vaccinazione obbligatoria per i cittadini italiani.
Il livello delle strutture sanitarie è buono nelle località principali, sufficiente nelle località più isolate, che non possono rispondere a tutte le esigenze.
Si consiglia di stipulare un’assicurazione per il viaggio che copra le spese mediche ed eventualmente il rimpatrio (o trasferimento in altro paese) in caso di necessità.
La Nuova Zelanda è relativamente libera dalla presenza di animali selvatici pericolosi, l’unica creatura velenosa è il ragno Katipo, che però è molto raro.

VALUTA E PAGAMENTI

La valuta locale è il Dollaro neozelandese (NZD), che vale circa 0,60€ (i tassi di cambio sono in continua variazione).
E’ possibile effettuare il cambio presso gli uffici di cambio presenti nelle città principali oppure direttamente all’arrivo in aeroporto.
Le carte di credito e di debito dei circuiti principali (MasterCard, Visa, Maestro, Cirrus, American Express ecc.) sono accettate in gran parte delle strutture turistiche, nei ristoranti e nei negozi.
Gli sportelli bancomat sono diffusi e in genere accettano prelievi con la maggior parte delle carte di credito, carte di debito e bancomat dei circuiti sopra elencati.
Consigliamo di consultare la propria banca per verificare che la carta sia abilitata per prelievi in Nuova Zelanda.

ELETTRICITÀ

La corrente standard generalmente è a 220/240 volt AC, con presa australiana tripolare. Si consiglia un adattatore universale.

TELEFONIA E INTERNET

Per chiamare dall’Italia verso la Nuova Zelanda il prefisso è 0064, la copertura mobile, voce e dati è GSM 900/1800 UMTS 2100. 
E’ possibile acquistare una Sim, in aeroporto o nelle città principali, comoda per chi ha lunghi tragitti in auto e necessita di rete dati.
Tra i vari operatori disponibili ci sono Vodafone, Telecom, Spark e 2Degrees (generalmente la più economica), che per circa 15/20 euro offrono pacchetti completi con internet, chiamate e messaggi.
Molte strutture turistiche offrono gratuitamente, o a pagamento, il Wi-Fi, con il quale si possono utilizzare servizi come Facebook, Whatsapp e Skype e chiamare in Italia senza costi aggiuntivi.
Ti consigliamo di contattare il tuo gestore di telefonia mobile prima della partenza, per avere conferma di utilizzo all’estero.