SCOPRI GLI STATI UNITI D’AMERICA

Welcome to the USA!
Benvenuto nel Paese della libertà e delle opportunità, una meta assolutamente da vedere e vivere almeno una volta nella vita!

Un Viaggio in un territorio così esteso e vario offre un’infinità di possibili itinerari, escursioni ed esperienze: natura e paesaggi da cartolina, stimolanti metropoli, deserti, laghi, cascate, immense catene montuose, spiagge e molto altro ancora.

Qualsiasi sia la tua idea di Viaggio, gli Stati Uniti sono la meta ideale!

Gli Stati Uniti sono una delle mete più desiderate da qualsiasi viaggiatore, dove poter visitare grandi metropoli, come New York, San Francisco, Los Angeles e Las Vegas ma anche entrare a contatto con la natura visitando i più suggestivi e famosi parchi americani, come Grand Canyon, Monument Valley e Bryce Canyon.

Questo è un paese che si adatta a molti tipi di itinerario e programmi, anche se probabilmente il miglior modo per visitare questi luoghi è un’avventura on the road, per scoprire la destinazione in autonomia e libertà, con varie tappe tra cui scegliere per poter vivere il paese in modo più autentico!

Esistono anche molti tour guidati, con guida in inglese o italiano, con itinerari da poche notti a itinerari più estesi e intensi, e programmi individuali di diversa durata, spostandosi con comodi voli interni.

Una romantica luna di miele, una divertente vacanza in coppia, con amici, da soli o in famiglia…Gli Stati Uniti sono una meta davvero per tutti!

Gli Stati Uniti offrono talmente tanto da vedere che potrebbero essere visitati come unica meta. 
Puoi però considerare anche solo una selezione di tappeproseguendo il viaggio in un’esotica meta balneare, come Polinesia Francese, Isole Cook, Hawaii oppure un soggiorno mare ai Caraibi.

Contattaci e troverai il Viaggio perfetto per te!

Perché scegliere Kia Ora Viaggi?

Siamo un tour operator specializzato in viaggi personalizzati.

Conosciamo in prima persona le destinazioni della nostra programmazione e torniamo a visitarle per rinnovare le nostre competenze specifiche.

Organizziamo i Viaggi in contatto diretto con fornitori esteri accuratamente selezionati e le migliori compagnie aeree di linea.
Affidandoti a noi avrai il vantaggio di essere seguito da degli specialisti: otterrai così un alto livello di consulenza e il miglior rapporto qualità-prezzo.

GUIDA RAPIDA per
VIAGGI NEGLI STATI UNITI

 

Gli U.S.A. sono una repubblica federale di 50 Stati (49 continentali + le isole Hawaii), un territorio vastissimo con una moltitudine di paesaggi, climi, fusi orari ed esperienze da vivere.

Si possono considerare 7 regioni, da est ad ovest:
> Nord EST (New England, New York, Washington e dintorni)
> Sud EST (Florida e gli stati semitropicali fino al Texas)
> MIDWEST centrale (Grandi laghi, pianure e città, come Chicago e Detroit)
> Nord OVEST (Yellowstone e Montagne Rocciose fino alla costa)
> Sud OVEST (California e i Parchi del West)
> Isole del PACIFICO

Nord EST

La regione ospita meravigliose città (New York, Washington, Philadelphia, Boston…), ricchezze storiche, stupendi paesaggi e pittoreschi villaggi nel New England e non solo, molte sono infatti le bellezze naturalistiche: montagne, coste sabbiose, colline, foreste, laghi e ovviamente le maestose cascate del Niagara!

Il New England è una regione che comprende Connetticut, Maine, Vermont, Massachusetts, New Hampshire e Rhode Island: ricca di storia, cultura, natura, incantevoli paesaggi e importanti città, come Boston, Portland e Providence.

Il New England è piuttosto noto anche per la sua natura: dalle montagne all’Oceano, i celebri parchi nazionali, come l’Acadia National Park e la White Mountain National Forest e i Laghi del New Hampshire, dove si trovano 280 isolotti, circondati da una natura esplosiva e rigogliosa. La stagione autunnale è particolarmente indicata per il fenomeno del “Fall Foliage”, quando i parchi, le colline e i boschi si tingono di rosso, giallo e arancione.

010917-N-7479T-512 Ground Zero, New York City, N.Y. (Sept. 17, 2001) -- The twin towers of Manhattan's World Trade Center had been a prominent feature in views such as this one of the Statue of Liberty. The World Trade Center collapsed following the Sept. 11 terrorist attack on the structure. Surrounding buildings were heavily damaged by the debris and massive force of the falling twin towers. Clean-up efforts are expected to continue for months. U.S. Navy photo by Chief Photographer's Mate Eric J. Tilford. (RELEASED)

Lo Stato di New York sorprende con le luci sfavillanti e la multiculturalità di New York City fino alla straordinaria natura offerta dalle Niagara Falls.

New York è una delle più belle e dinamiche città degli Stati Uniti, nota come la “Grande Mela”: un affascinante mix di culture, monumenti, attrazioni, musei, teatri e opportunità per lo shopping. È suddivisa in 5 quartieri: Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island.

Manhattan è senza dubbio il più importante, dove si trovano alti grattacieli e attrazioni, tra cui: Time Square, Empire State Building, Central Park, Rockefeller Center, Ground Zero, St. Patrick’s Cathedral, i musei più famosi (Guggenheim, Met, MoMA, Natural History), le zone di Broadway, Soho, Chinatown, Greenwich Village, Little Italy, Wall Street, la vicina Statua della Libertà ed Ellis Island.

Quest’area comprende la capitale americana Washington D.C. e i vicini stati: Pennsylvania, Delaware, Maryland, Virginia e West Virginia.

L’orgoglio della Nazione si riflette negli imponenti palazzi, monumenti, memoriali e musei di Washington DC.
La Capitale è ricca di attrattive e splendidi edifici in stile neoclassico, tra cui il maestoso Campidoglio, la Corte Suprema e la Biblioteca del Congresso.
Resterai inoltre affascinato dai bellissimi giardini dell’ampio viale monumentale del National Mall: da un lato svetta il Washington Monument, l’altissimo obelisco bianco, e dall’altro il Lincoln Memorial.

La Pennsylvania rappresenta invece lo stato dove gli eventi più importanti della storia Americana hanno avuto luogo: a Philadelphia sono state firmate la Dichiarazione di Indipendenza e la Costituzione Americana

Il New Jersey è un piccolo ma molto popolato stato sulla costa atlantica, nel tempo divenuto rilevante area balneare e di svago per gli abitanti dei vicini stati.
Atlantic City, vivace destinazione turistica, offre bar di tendenza, casinò e i ristoranti della famosa Boardwalk.
Trenton, la capitale dello stato, è una splendida città sul fiume Delaware. Hoboken e Newark sono molto vicine a New York.

Lo stato ha anche un lato più tranquillo nella zona meridionale, dove si trovano l’elegante zona costiera di Cape May e le foreste di Pine Barrens.
Il New Jersey ospita anche 116 km dell’ Appalachian Trail, un lungo sentiero escursionistico per gli amanti della natura.

Sud EST


È forse la regione più eclettica e colorata, dove la devastante Guerra di Secessione americana (1861-1865) ha lasciato un segno indelebile.
Il Vecchio Sud delle piantagioni ed il Nuovo Sud delle grandi città: parchi di divertimenti e spettacolari scenari naturali; attrazioni culturali ed eventi sportivi; spiagge di sabbia bianca, campi da golf, una movimentata vita notturna dei grandi centri urbani ed una gastronomia unica.
Per il suo clima temperato, questa regione dell’”eterna primavera” si è trasformata in una vera e propria mecca per coloro che cercano un clima mite tutto l’anno.
Si spazia dalle calde coste della Florida fino al Texas dei Cowboys e di grandi città come Dallas, Huston e Austin.

MIDWEST CENTRALE (Grandi Laghi, Pianure e città)

Questa regione offre una spettacolare natura ed una scelta infinita di attività per chi ama vivere l’outdoor.
Superiore, Michigan, Huron, Erie e Ontario sono il più grande gruppo di laghi al mondo che, con le loro isole boscose e sabbiose, sembrano mari interni.
Le grandi pianure offrono l’ospitalità rurale dei pionieri e degli allevatori di una volta.
Il cuore della regione è Chicago (IL), la terza più grande città americana. Da qui parte la mitica Route 66 che si snoda fino a Los Angeles per più di 3.750 km.
Altro simbolo di questa regione è il fiume Mississippi (il secondo fiume più lungo degli Stati Uniti, dopo il Missouri) che ha svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo di questi territori. Principalmente da queste zone, nel XIX secolo, partivano i pionieri diretti a Ovest, alla ricerca di oro e nuove terre da coltivare.

Nord OVEST

Questa vasta regione comprende gli immensi ghiacciai e le grandi distese selvagge protette sotto forma di parchi e riserve nazionali dell’Alaska; lo Stato di Washington è caratterizzato da foreste pluviali ad ovest e da vallate con vigneti ad est; l’Oregon vanta coste incontaminate e regioni interne dove le attività outdoor rappresentano la principale attività.

Le Rocky Mountains ti accolgono con paesaggi montani e cieli mozzafiato, corsi d’acqua dove praticare la pesca a mosca, rapide impetuose per il miglior river rafting, ranch e parchi nazionali.
Tra questi lo spettacolare Yellowstone (dislocato tra Wyoming, Montana e Idaho) e le numerose riserve dei Nativi d’America. Questo e altro ancora offre questa regione, che comprende stati estesi ma scarsamente popolati, dove talvolta il numero dei capi allevati è superiore agli abitanti, a riprova di un contesto ancora molto incontaminato.

SUD OVEST (California e Parchi del West)

Famosi casinò e acclamati spettacoli; il canyon più celebre del mondo, allevamenti e Ranch nonché maestose caverne.
La regione del Sud Ovest è una combinazione unica di attraenti città, spazi infiniti e avventura.
La California, lo stato più popolato, offre metropoli e affascinanti città, ma anche monti, parchi nazionali, vigneti e parchi divertimenti per tutte le fasce di età.
Percorrere in auto questa regione è un classico e in vari tratti potrete seguire la mitica Route 66.
Alcune terre di confine sono caratterizzate da una combinazione unica di cultura messicana, cowboy, Nativi di antichi pueblos, rodeo e powwow (raduni di indiani nativi).

ISOLE DEL PACIFICO
Le più importanti sono le tropicali isole Hawaii, un arcipelago con meravigliosi paesaggi vulcanici, scenografiche coste e spiagge.
Fanno parte degli Stati Uniti anche le meno note e poco turistiche Isole Guam, le Samoa Americane e le Marianne Settentrionali.

La più comoda da raggiungere in quanto ospita Honolulu (la città più grande delle Hawaii) e Waikiki (capitale turistica del Pacifico), è un’ideale prima tappa del vostro itinerario!
Offre il massimo a livello di divertimenti, shopping e, naturalmente, attività quali il surf. Importante il sito di Pearl Harbour, storico luogo dell’attacco giapponese durante la Seconda Guerra Mondiale, che vanta un memoriale ed un museo dell’aviazione.
Dal punto di vista naturalistico ha belle spiagge di sabbia bianca su cui si infrangono splendide onde sogno dei surfisti, una natura rigogliosa e Hanauma Bay, una delle baie più belle del Pacifico.

Hawaii Bis Island MaunakeaÈ l’isola più grande dell’arcipelago ed anche la più varia come panorami e paesaggi, con vulcani ancora attivi e siti archeologici.
Dispone di due aeroporti, permettendo di arrivare su uno e ripartire dall’altro (itinerario ideale 6-7 notti).
È consigliabile girare l’isola in auto 4×4, in quanto alcuni punti potrebbero essere difficili da raggiungere (come Makalawena Beach).

Esempio itinerario a Big Island:
1^ tappa – HILO: Visita delle Raibow Falls a poca distanza dall’aeroporto di Hilo. Trasferimento a Volcano (45 km circa).

2^ tappa – VOLCANO: 
Visita del Volcanoes National Park, patrimonio UNESCO, con il vulcano inattivo Mauna Loa, il più vivace Kilauea e l’osservatorio. 240 km di sentieri e strade attraversano il parco tra tunnel, foreste pluviali e paesaggi lunari.

3^ tappa – KAILUA KONA: Paesaggistico tragitto costiero di 2 ore verso Kalua Kona, ammirando Punaluu Black Sand Beach, Green Sand Beach e Kalalea Heiau. Il giorno dopo consigliamo Makalavena, una splendida spiaggia di sabbia bianca.

Maui_hawaii_kiaoraviaggiÈ la seconda isola delle Hawaii per dimensioni, è un ottimo punto di partenza per escursioni in giornata.
Creata da due vulcani emersi dal fondo dell’oceano, la sua particolare formazione le ha dato il soprannome di “isola della valle”, per la spianata che nel corso dei millenni è andata creandosi tra i due. Ad oggi non sono più in attività, anche
se il più alto chiamato Haleakala, lo era fino a 300 anni fa.
Famosa per le sue belle spiagge di sabbia prevalentemente dorata, ma anche nera e rossa, ideali per praticare snorkeling e surf.

Tra le possibili escursioni da fare in giornata:
> Road to Hana: percorso in auto lungo la costa nord fino al paese omonimo; passando per la foresta pluviale, i set di Jurassic Park, spiagge nere, grotte e piscine naturali fino alla famosa spiaggia rossa.
> Vulcano Haleakala in auto, particolarmente spettacolare è ammirare l’alba dalla cima.
> Molokini: escursione in barca di mezza giornata verso questa piccola isola a forma di mezzaluna, chiaramente un vecchio vulcano estinto. Luogo ideale per lo snorkeling.
> Molokai e Lanai: gite in giornata alle isole vicine con partenza da Lahaina.

Hawaii Kauai Napali coastGeologicamente è la più antica quindi molto diversa dalle altre come aspetto: sembra un giardino dell’Eden per la vegetazione lussureggiante, che tra l’altro è stato set della nota serie televisiva “Lost”.

“Aloha! Slow Down. This is Molokai”-> Questa scritta vi attende all’uscita dall’aeroporto.
Sembra quasi che il tempo si sia fermato: l’isola è l’ultimo angolo rimasto del mondo rurale delle Hawaii con pochissimi centri abitati e la maggior percentuale di popolazione di origine indigena dell’intero arcipelago.
Si raggiunge con ferry da Maui oppure con volo da Honululu, la ricettività è piuttosto limitata e talvolta abbastanza costosa.
Isola decisamente selvaggia, provate l’emozione di camminare sulla spiaggia più lunga delle Hawaii senza incontrare anima viva e rilassatevi al suono di una chitarra durante un magnifico tramonto…

INFORMAZIONI PRATICHE
per viaggiare negli Stati Uniti d’America

COVID-19

Aggiornato il 14/10/2021
Dopo più di un anno e mezzo di chiusura delle frontiere a causa della pandemia Covid-19, gli Stati Uniti d’America hanno annunciato la sospensione dello USA Travel Ban, riaprendo quindi le frontiere ai viaggi per turismo.
Ancora non è stato annunciato un giorno preciso: alcune voci di corridoio sostengono che la riapertura dei confini avverrà entro il 15 novembre, ma è necessario attenersi alla comunicazione ufficiale della data, che speriamo verrà rivelata nei prossimi giorni.
L’ingresso negli USA sarà probabilmente condizionato da alcune restrizioni importanti (esempio essere vaccinati, con tampone negativo effettuato prima della partenza, etc), di cui però non si sa ancora molto in forma ufficiale.
Attendiamo maggiori informazioni da parte delle Istituzioni Americane.

CLIMA, QUANDO ANDARE

Data la vastità territoriale degli Stati Uniti esistono diverse aree climatiche: dal clima tropicale delle zone del sud-est, al deserto nel sud-ovest fino al gelo delle aree a nord.
Generalmente si può affermare che per la sua latitudine, gran parte del territorio statunitense subisce un clima prettamente continentale con estati calde e afose e inverni molto rigidi, questo succede ad esempio nella fascia costiera del nord-est che affaccia sull’Oceano Atlantico.

Fanno eccezione alcune zone particolari come quelle più a sud (la Florida ad esempio), con un clima tropicale, data la sua vicinanza al golfo del Messico, con clima caldo e umido tutto l’anno ma con piogge torrenziali e uragani possibili nei mesi che vanno da fine agosto a fine ottobre.

Diverso è il clima nella zona a sud-ovest (bassa California, Arizona e New Mexico), caratterizzate da zone aspre e desertiche. In queste aree il clima è secco tutto l’anno e il caldo, nei mesi estivi, raggiunge i 45 gradi.

Le zone centrali degli Stati Uniti (midwest e mideast), sono caratterizzate da vaste pianure pianeggianti e boschi a est e da rilievi montuosi e vallate a ovest, qui il clima è più continentale, con inverni più lunghi e rigidi negli stati più a nord a ridosso dei rilievi e più soggetti alle correnti fredde provenienti dal nord del Canada.

Senza dubbio lo stato più freddo e rigido degli Stati Uniti è l’Alaska, data la sua vicinanza al circolo polare artico, qui durante il gelido inverno si può arrivare a -30 gradi! In alcuni mesi dell’anno, risentono dei venti gelidi provenienti dall’Alaska e dello stretto di Bering, anche gli stati più a nord-ovest degli U.S.A. come lo stato di Washington, l’Oregon e l’alta California.

Le Isole Hawaii godono invece di un clima sub-tropicale, caratterizzato da due stagioni, una estiva (da maggio a ottobre) e una invernale (tra novembre e aprile). Minime sono le differenze di temperatura tra le varie stagioni.
L’estate è caratterizzata da piacevoli temperature e bassa umidità (lungo la costa), con temperature medie massime attorno ai 30/31°C, e temperature medie minime attorno ai 23°C. L’inverno presenta temperature medie massime tra i 27°/26°C, mentre le medie minime sono di 18/19°C. È l’inverno il periodo delle piogge (novembre, dicembre e gennaio).
La temperatura del mare varia tra i 24°C di febbraio e i 27°C di settembre e ottobre.

Si può comunque dire che il periodo migliore, o meglio, consigliabile per viaggiare negli U.S.A sono le mezze stagioni, la primavera su tutte. Ovvio che se siete degli amanti del freddo allora non c’è niente di meglio che vivere e respirare l’atmosfera natalizia di New York oppure le splendide aurore boreali dell’Alaska! Attenzione anche ad agosto se volete fare tour nell’ovest e nei parchi, le temperature possono davvero essere molto calde!

COME ARRIVARE E SPOSTARSI

Dall’Italia sono tantissime le compagnie che servono questo paese, con voli diretti o con scalo: la concorrenza e la grande offerta permettono quasi sempre di trovare biglietti molto convenienti.
I principali aeroporti internazionali sono: Boston, New York, Washington, Miami, Chicago, Dallas-Fort Worth, Houston, Atlanta, Denver, Seattle, San Francisco e Los Angeles.

Gli spostamenti interni sono assicurati da un’ampia rete di trasporti: aerei, treni, bus o auto. In molte città esistono metropolitane, autobus, taxi e traghetti per i collegamenti via mare.

Date le distanze e le dimensioni del paese, gli spostamenti in aereo sono il modo più veloce e comodo di viaggiare, i voli collegano le grandi e medie città con numerose rotte.
Amtrak è la compagnia ferroviaria passeggeri degli States, offre collegamenti molto efficienti sia a livello regionale, che sulle lunghe distanze. È possibile acquistare dei Pass che permettono di viaggiare per 15, 30 o 45 giorni su un numero di percorsi illimitati. Il mezzo di trasporto più utilizzato per gli spostamenti è però l’auto, che rappresenta a volte la soluzione più conveniente ed economica, almeno per le rotte brevi o medio/lunghe.
Esistono una infinità di itinerari, attraverso strade molto scenografiche e conosciute.

FORMALITÀ DI INGRESSO

Per l’ingresso nel Paese è necessario il passaporto in corso di validità e l’autorizzazione elettronica ESTA.
L’autorizzazione ESTA è valida per due anni e permette entrate multiple nel paese con soggiorni di non più di 3 mesi ciascuno, senza dover rinnovare la richiesta di autorizzazione ogni volta, a meno che il passaporto non scada tra un viaggio e l’altro. La richiesta di autorizzazione ESTA va inoltrata almeno 72 ore prima della partenza, nel sito accreditato dall’amministrazione statunitense: https://esta.cbp.dhs.gov/. L’ESTA ha un costo di 14 Dollari per persona.

Il Programma ESTA ha subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ”Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015”, una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto, si consiglia di visionare con attenzione la pagina di Viaggiare Sicuri (http://www.viaggiaresicuri.it/country/USA)

Per viaggiatori di altre nazionalità bisogna verificare preventivamente e attentamente, anche attraverso le sedi consolari competenti, l’eventuale necessità di visto di ingresso negli Stati Uniti e/o in tutti i paesi interessati dall’itinerario di volo (anche se solo per uno scalo aereo).

SICUREZZA

​Gli Stati Uniti sono considerati un paese generalmente sicuro. Occorre adottare particolare cautela, soprattutto durante le ore serali e notturne, in alcune zone considerate non sicure, situate all’interno dei grandi centri urbani. Si consiglia di seguire le normali norme di sicurezza e buon senso, come depositare gli oggetti di valore nella cassetta di sicurezza dell’hotel prima di uscire, non frequentare zone malfamate delle città nelle ore notturne, etc..
Particolare attenzione deve essere prestata in situazioni climatiche estreme e in località remote.

VIAGGIARE CON I BAMBINI

L’offerta di cose interessanti e stimolanti per i più piccoli è praticamente infinita, e il trattamento che viene loro riservato in ogni luogo è quasi sempre di prima classe, a prescindere dal livello e dalla categoria della struttura di cui si sta usufruendo. Prima di partire ricordate di portare con voi i medicinali di base, i documenti e un po’ di intrattenimento per non farlo/i annoiare in aereo e in auto.

LINGUE PARLATE

Anche se gli Stati Uniti non hanno mai adottato una lingua ufficiale, l’inglese è di fatto la lingua nazionale.
Lo spagnolo, invece, è la seconda lingua più parlata nel paese, dato il grande afflusso di ispanici provenienti soprattutto dal vicino Messico e da altri paesi dell’America Latina.

FUSO ORARIO

Gli Stati Uniti, essendo un paese molto vasto, sono divisi da ben 6 fasce di fusi orari diversi (8 con Alaska e Hawaii), suddivisi in: Pacific Time, Mountain Time, Central Time e Eastern Time.

  • Alaska Standard Time (AKST) a -11 ore rispetto l’Italia
  • Hawaii-Aleutian Standard Time (HST) a -10 ore rispetto l’Italia
  • Pacific standard time (PST) a -9 ore rispetto l’Italia
  • Mountain standard time (MST) a -8 ore rispetto l’Italia
  • Central standard time (CST) a -7 ore rispetto l’Italia
  • Eastern standard time (EST) a -6 ore rispetto l’Italia

Alcuni stati come il Nevada e lo Utah applicano anche l’ora legale, chiamata Daylight Saving Time. In Arizona, invece, troverete tutto l’anno lo Standard Time (ora solare).

SALUTE

Non è richiesta nessuna vaccinazione per chi proviene dall’Italia. Il servizio locale di assistenza medica è generalmente di ottimo livello, soprattutto nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco numerose e distanti.
Lo standard di igiene è comunque molto elevato, soprattutto in campo alimentare. Non vi è nessun problema particolare di profilassi igienico-sanitaria. Essendo le spese medico-ospedaliere negli Stati Uniti molto elevate, si raccomanda di dotarsi, prima della partenza, di una polizza assicurativa che copra le spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.

VALUTA E PAGAMENTI

La valuta degli Stati Uniti è il Dollaro Statunitense (USD) – 1EUR = Circa 1.17USD. Le banconote, tutte di colore verde e della stessa misura, sono del valore di 1, 5, 10, 20, 50 e 100 dollari.

Vi consigliamo di cambiare dollari prima della partenza per gli Stati Uniti, nella vostra banca o anche in aeroporto di partenza. Negli Stati Uniti in ogni caso il cambio valuta è effettuato nelle banche più importanti, alberghi o presso gli uffici di cambio, anche in aeroporto. È anche possibile prelevare direttamente Dollari dagli sportelli ATM (se la propria carta è abilitata).

Le carte di credito (Visa, Mastercard e American Express) sono il mezzo di pagamento più comodo, diffuso e sono accettate praticamente ovunque. L’ “imprint” della carta di credito verrà chiesto al momento del check-in in albergo, quale garanzia per le spese extra (telefono, minibar, room service, etc.) così anche quando si noleggiano auto, moto o camper.

La mancia non sarebbe obbligatoria, ma è caldamente consigliato pagarla a tutti i lavoratori che, secondo gli standard americani, percepiscono un salario minimo più basso della media.
La mancia solitamente può andare dal 10% al 20% sul totale, ma se si è particolarmente soddisfatti la percentuale può essere ovviamente più elevata.

ELETTRICITÀ

La corrente elettrica è 110volts e 60hz di frequenza, con presa a lamette piatte.
È quindi necessario munirsi di un adattatore.

TELEFONIA E INTERNET

Il prefisso internazionale per gli USA è 001. Il sistema di telefonia mobile in America viaggia ad una frequenza di banda GSM di 850 MHz/1900 Mhz, dunque, con gli smartphone di ultima generazione non ci sono difficoltà ad agganciarsi alla rete statunitense. Consigliamo comunque di contattare il proprio gestore di telefonia mobile prima della partenza, per avere conferma di utilizzo all’estero. Le compagnie telefoniche più sicure e affidabili negli Stati Uniti sono T-Mobile, Verizon e AT&T. È possibile chiamare in Italia da qualsiasi telefono pubblico comprando una scheda prepagata negli USA oppure acquistare una scheda sim americana una volta in loco.

Il Wi-Fi negli U.S.A. è presente praticamente ovunque, in hotel, aeroporti, centri commerciali, parchi pubblici, stazioni di servizio e ristoranti. Ovviamente il servizio non sempre è gratuito e, a volte, la potenza del segnale è debole e dispersiva.
Usando le reti Wi-Fi, con uno smartphone e applicazioni come Skype o WhatsApp, si può telefonare o inviare messaggi anche gratuitamente. Skype può essere utilizzato anche per chiamare numeri fissi (e cellulari non collegati a rete internet) a tariffe molto vantaggiose (ricaricando il credito).