SCOPRI GLI STATI UNITI

Welcome to the USA!

Benvenuto nel Paese delle infinite possibilità, una meta assolutamente da vedere e vivere almeno una volta nella vita!

Tante le scenografie in una nazione così vasta e variegata, attraversata da sei fusi orari, affacciata su due oceani, Atlantico e Pacifico, e caratterizzata da climi distinti, tanto da offrire sempre un viaggio con una scenografia perfetta, diversa ed adatta ad ogni occasione: che sia con la famiglia, in coppia, in un gruppo di amici o anche semplicemente in solitaria!

Gli Stati Uniti sono una delle mete più desiderate da qualsiasi viaggiatore, dove poter visitare grandi metropoli, come New York, San Francisco, Los Angeles e Las Vegas ma anche entrare a contatto con la natura visitando i più suggestivi e famosi parchi americani, come Grand Canyon, Monument Valley e Bryce Canyon.

Questo è un paese che si adatta a molti tipi di itinerario e programmi, anche se probabilmente il miglior modo per visitare questi luoghi è un’avventura on the road, per scoprire la destinazione in autonomia e libertà, con varie tappe tra cui scegliere per poter vivere il paese in modo più autentico!

Esistono anche molti tour guidati, con guida in inglese o italiano, con itinerari da poche notti a itinerari più estesi e intensi, e programmi individuali di diversa durata, spostandosi con comodi voli interni.

Gli Stati Uniti offrono talmente tanto da vedere che potrebbero essere visitati come unica meta. 
Puoi però considerare anche solo una selezione di tappeproseguendo il viaggio in un’esotica meta balneare, come Polinesia Francese, Isole Cook, Hawaii oppure un soggiorno mare ai Caraibi.

Contattaci e troverai il Viaggio perfetto per te!

Perché scegliere Kia Ora Viaggi?

Siamo un tour operator specializzato in viaggi personalizzati.

Conosciamo in prima persona le destinazioni della nostra programmazione e torniamo a visitarle per rinnovare le nostre competenze specifiche.

Organizziamo i Viaggi in contatto diretto con fornitori esteri accuratamente selezionati e le migliori compagnie aeree di linea.
Affidandoti a noi avrai il vantaggio di essere seguito da degli specialisti: otterrai così un alto livello di consulenza e il miglior rapporto qualità-prezzo.

GUIDA RAPIDA per
VIAGGI NEGLI STATI UNITI

 

Una Repubblica Federale di 50 Stati (49 continentali + le isole Hawaii): un territorio vastissimo con una moltitudine di paesaggi, climi, fusi orari ed esperienze da vivere.

Possiamo considerare 7 regioni, da est ad ovest:

> Nord EST (New England, New York, Washington e dintorni)
> Sud EST (Florida e stati meridionali fino al Texas)
> Midwest CENTRALE (Grandi Laghi, Pianure e Città)
> Nord OVEST (dallo Yellowstone alla costa e Alaska)
> Sud OVEST (California e Parchi del West)
> ISOLE DEL PACIFICO

Nord EST

La regione ospita meravigliose città, come New York, Washington, Philadelphia e Boston, ricchezze storiche, pittoreschi villaggi e stupendi paesaggi: montagne, coste sabbiose, colline, foreste, laghi e ovviamente le maestose cascate del Niagara.

Il New England comprende Connetticut, Maine, Vermont, Massachusetts, New Hampshire e Rhode Island: una regione ricca di storia, cultura, natura, incantevoli paesaggi e importanti città, come Boston, Portland e Providence.

Celebri i parchi nazionali come l’Acadia National Park, la White Mountain National Forest e i laghi del New Hampshire, dove si trovano 280 isolotti e una natura rigogliosa.
L’autunno è particolarmente suggestivo grazie al “Foliage”, con la vegetazione che si tinge di rosso, giallo e arancione regalando meravigliosi panorami.

Lo Stato di New York sorprende con metropoli sfavillanti e straordinari paesaggi, come le Niagara Falls.

New York è una delle più belle e dinamiche città degli Stati Uniti: un affascinante mix di culture, monumenti, musei, teatri, opportunità per lo shopping e spazi aperti.
La “Grande Mela” è composta da 5 quartieri: Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island.
Manhattan, il più importante, ospita grattacieli e attrattive tra cui: Time Square, Empire State Building, Central Park, Rockefeller Center, Ground Zero, St. Patrick’s Cathedral, famosi musei (Guggenheim, Met, MoMA, Natural History), le zone di Broadway, Soho, Chinatown, Greenwich Village, Little Italy, Wall Street, la Statua della Libertà ed Ellis Island.

Washington D.C. è forse la capitale più famosa al mondo, ricca di attrattive, musei, giardini, viali e splendidi monumenti, come la Casa Bianca, il Campidoglio, la Corte Suprema, la Biblioteca del Congresso, l’altissimo obelisco bianco, il Lincoln Memorial e molti altri.

I vicini stati del “Medio Atlantico” sono New Jersey, Pennsylvania, Delaware, Maryland, Virginia e West Virginia.
Quest’area ospita circa 800 km dell’Appalachian Trail, un lungo sentiero escursionistico.

La Pennsylvania è stata teatro di importanti eventi storici: a Philadelphia sono state firmate la Dichiarazione di Indipendenza e la Costituzione Americana.

Il New Jersey è un piccolo ma popoloso stato, che ospita Atlantic City: una sorta di Las Vegas sulla costa, con casinò, locali e divertimenti. Si trovano anche contesti più tranquilli a Cape May e nelle foreste di Pine Barrens.

Sud EST

Clima mite, spiagge di sabbia bianca, parchi tematici, vita notturna, golf, luoghi storici e una gastronomia unica.
La regione è ideale anche per viaggi in inverno, in particolare in Florida, dove paesaggi e cultura si protendono verso i tropici.

Con le sue spiagge e i parchi a tema, la Florida attira un numero altissimo di visitatori ogni anno: il Sunshine State ha un’unica parola d’ordine, ed è divertimento!

Le attrazioni principali sono Miami, connubio perfetto tra paradiso tropicale e metropoli ricca di arte, raffinata cucina e sfrenata vita notturna e Orlando, dove si trovano i famosi parchi Seaworld, Disneyworld, Epcot, MGM e Universal Studios e il nuovissimo Wizarding World of Harry Potter.

Per chi ama la natura le Everglades, “zone selvagge”, ospitano un gran numero di piante e animali, mentre l’arcipelago delle Key, oltre 800 isole e isolette raggiungibili anche via terra tramite la Route 1, da Key Largo fino a Key West, l’isola più frequentata, offrono una serie di attività come la pesca, le immersioni e lo snorkeling.

North e South Carolina, Kentucky, Tennessee e Georgia condividono storia e cultura, ma sono molto diversi morfologicamente.

Ad est, vi sono pianure costiere sull’Atlantico che ospitano città storiche come Savannah (Georgia) e Charleston (S.Carolina) e spiagge spesso ancora selvagge.

Al centro, le Blue Ridge e gli Appalachi offrono spettacolari scenari montani, mentre nelle colline dell’interno, attraversate dal Mississippi e altri grandi fiumi, sorgono città come Louisville (Kentucky) e le capitali della musica, Nashville e Memphis (Tennessee).
Atlanta è una città vivace e dinamica che offre anche interessanti musei.

Con il suo clima temperato e l’atmosfera rilassata, il profondo sud è una regione multiculturale e ospitale, che presenta anche paesaggi variegati.
Louisiana, Arkansas, Missisipi e Alabama hanno paesaggi che vanno dalle vaste pianure del Mississippi, ai Bayou della Cajun Country in Louisiana, alle indescrivibili foreste delle Ozark Mountains in Arkansas.
Il fascino speciale di queste terre è anche nella gente e nella sua predisposizione ad apprezzare le cose belle della vita, come la musica: il jazz è nato qui, a New Orleans.

Il Texas è lo Stato più esteso e popolato degli USA, ricco di paesaggi selvaggi, aridi (che ricordano i vecchi film western), di paludi fluviali, praterie, foreste subtropicali e zone montuose.
I trasporti pubblici sono poco sviluppati e quindi l’auto è parte essenziale della vita quotidiana.
Molti viaggiatori decidono di spostarsi in aereo tra le grandi città di Dallas, Austin e Houston, per poi noleggiare l’auto. Queste città offrono molti ristoranti, alberghi e attrazioni turistiche.

Nelle campagne invece si può scoprire il Texas autentico, ma qui le strutture turistiche sono ridotte e molto distanti tra loro. Anche nelle zone più frequentate, come la Hill Country nei pressi di Austin, alberghi e ristoranti sono molto spartani.

Midwest CENTRALE
(Grandi Laghi, Pianure e città)

Questa vasta area al centro degli States vede ad est Grandi Laghi, presso i quali si sono sviluppate importanti città, e ad ovest Grandi Pianure con sconfinate praterie e coltivazioni: il mitico Selvaggio West di cowboys e pionieri.

La regione dei Grandi Laghi, attraversata dal fiume Mississippi, vanta la più vasta concentrazione d’acqua dolce al mondo, ma anche metropoli, vaste pianure agricole e in generale una natura meravigliosa, ideale per attività all’aria aperta, vacanze in famiglia e tour in auto.

Fulcro della regione è la sorprendente Chicago, con i suoi grattacieli, locali, monumenti e gallerie.
Altri centri di rilievo sono Indianapolis, Detroit, Cleveland, Cincinnati, Milwaukee e le città gemelle di Minneapolis e St.Paul in Minnesota. 

La regione delle grandi pianure si estende dal Canada al Texas e dalle pendici delle Montagne Rocciose alla piana alluvionale del fiume Mississippi, e comprende sette stati: North e South Dakota, Iowa, Nebraska, Missouri, Kansas e Oklahoma. 

Si tratta di un’area in prevalenza agricola, fatta di piccole cittadine rurali, grandi spazi aperti e orizzonti sconfinati. Musei e divertimenti si possono trovare nelle città di Tulsa, St. Louis, Kansas City e Oklahoma City.
Le grandi pianure conservano anche tesori come le magnifiche sculture di Mount Rushmore e il paesaggio misterioso del Badlands National Park. Per visitare al meglio questa regione è consigliata l’automobile.

Nord OVEST
(Montagne Rocciose, Costa del Pacifico e Alaska)

Quest’area comprende stati estesi ma scarsamente popolati, con imponenti catene montuose, ghiacciai, distese selvagge, vallate con vigneti, coste incontaminate, foreste e parchi nazionali.

Montana, Idaho, Wyoming e Colorado, sono questi gli stati che formano il cuore della regione delle Montagne Rocciose, la catena montuosa che domina il paesaggio del Nord America.
Questa splendida e poco popolata regione offre grandi bellezze naturali, come i geyser dello Yellowstone National Park nel Wyoming, i paesaggi del Glacier National Park nel Montana e le abitazioni pueblo del Mesa Verde National Park del Colorado. Denver, la città principale, è un’ottima punto di partenza, consigliamo di noleggiare un’auto per visitare al meglio la regione.

Molte di queste località si trovano ad una quota tale da essere inaccessibili durante l’inverno, con strade bloccate dalla neve dalla fine di ottobre a giugno. Per questo motivo lo Stato è considerato anche il centro dello sci negli Stati Uniti.

Questa regione, formata dall’Oregon e dallo Stato di Washington, offre grandi bellezze naturali. Vi si trovano maestose montagne, profondi canyon, laghi dalle acque cristalline, fiumi impetuosi e coste frastagliate che offrono ai viaggiatori una grande varietà di attività all’aperto.

Anche le due città principali, Portland e Seattle, hanno un fascino notevole, sono circondate da alti monti e fitti boschi e offrono splendidi musei e una interessante storia culturale.
Il mezzo migliore per visitare la regione e le aree più isolate, come l’Hell Canyon e l’Olympic Peninsula, è l’automobile.

Con i suoi immensi paesaggi ricchi di fiumi incontaminati, imponenti cime montuose, fauna selvatica, ghiacciai e iceberg, l’Alaska è di gran lunga lo Stato più esteso degli Stati Uniti.
I viaggiatori visitano la zona durante la breve stagione estiva, dalla fine di maggio ai primi di settembre.

Una buona rete stradale collega Anchorage con Fairbanks e altre città, ma gran parte del Sud Est, compresa la capitale Juneau, non è accessibile usando le strade. Traghetti, aerei e navi da crociera collegano le città costiere, le località più remote si raggiungono solamente in aereo.

Sud OVEST
(California e Parchi del West)

Una delle regioni maggiormente visitate, grazie alla combinazione di città, parchi desertici, monti e paesaggi costieri di fama mondiale, perfetti per un tour in auto.

Nevada, Utah, Arizona e New Mexico offrono paesaggi desertici spettacolari tra cui il maestoso Grand Canyon, le scenografiche guglie della Monument Valley, gli archi e pilastri di arenaria ad Arches e Canyonlands, Lake Powell e Antelope Canyon, i pinnacoli infuocati di Bryce Canyon, le gole dello Zion e molto altro..
La regione deve il suo fascino anche alle influenze culturali di nativi americani, coloni spagnoli e anglo-americani.

Principali “porte d’accesso” ai parchi sono la stravagante Las Vegas e Phoenix
Consigliamo la visita preferibilmente in tarda primavera e a fine estate-inizio autunno.

La California è uno stato ricco di attrattive e contrasti: città moderne e storiche, coste scenografiche e spiagge sconfinate, deserti, montagne, colline, vigneti
I centri pricipali sono Los Angeles, San Francisco, San Diego e Sacramento, ma lungo la costa si susseguono piacevoli località minori come Santa Barbara, Santa Maria, San Luis Obispo, Carmel-by-the-Sea e Monterey, con la panoramica 17-Mile Drive.
Los Angeles è una metropoli che racchiude Hollywood, Beverly Hills, Santa Monica e Venice Beach. Offre svago (come agli Universal Studios e Disneyland), shopping ma anche musei e gallerie.
San Francisco gode di edifici monumentali e vittoriani, ma anche giardini e l’iconico Golden Gate Bridge. Il lungomare regala viste spettacolari e un’atmosfera rilassata.

Tra i parchi più importanti vi sono i montani Yosemite e Sequoia, la torrida Death Valley e il Joshua Tree con i particolari massi rocciosi e cactus.

ISOLE DEL PACIFICO

Le più importanti sono le tropicali e vulcaniche Isole Hawaii, mentre Samoa Americane, Guam e Marianne Settentrionali sono meno turistiche.

Oahu è la principale isola per popolazione e visitatori, anche perché ospita la capitale Honolulu e importanti località turistiche come Waikiki Beach e Pearl Harbor.
L’origine vulcanica dell’isola è facilmente riconoscibile dal paesaggio e da siti che in passato erano crateri, come lo scenografico rilievo di Diamond Head, visibile da Waikiki, e Hanauma Bay, una baia semi-circolare con coralli e pesci tropicali, ideale per lo snorkeling.
Altre spiagge meravigliose sono Kailua Beach, Makaha Beach, Waimea Bay e molte altre, alcune particolarmente adatte per il surf, soprattutto a nord.
L’isola offre molte attività all’aria aperta, siti storici (come lo Iolani Palace e il tempio giapponese Byodo-In) e culturali, come il Polynesian Cultural Centre, dove poter assistere ad uno spettacolo hawaiano-polinesiano
Ad Oahu non mancano poi opportunità di shopping e intrattenimenti, grazie a parchi acquatici, zoo, acquari, ranch, musei e memoriali, ma anche selvagge zone naturalistiche, cascate, vallate e coltivazioni.

L’isola di Hawaii, detta Big Island, è meno turistica rispetto a Oahu e Maui, quindi perfetta per chi cerca tranquillità e contatto con la natura. Offre paesaggi molto vari: spiagge bianche, nere e verdi con acque cristalline, cime innevate, cascate, rocce laviche, foreste pluviali, vulcani attivi, siti archeologici e caratteristiche cittadine.
L’ Hawaii Volcanoes N.P. è una delle principali attrazioni nonché patrimonio UNESCO.

L’isola dispone di 2 aeroporti (Hilo a est e Kona a ovest) consentendo di arrivare e ripartire da zone differenti.
È consigliabile visitare l’isola con un veicolo 4×4 se si desidera raggiungere punti come Makalawena Beach.

Maui è la seconda isola più grande delle Hawaii, molto versatile grazie alla varietà di attrattive naturalistiche, che includono da un lato tante spiagge (tra cui Kaanapali, Wailea e Makena Beach) e dall’altro meravigliosi paesaggi di origine vulcanica, come il cratere dell’ Haleakala e i panorami lungo la “Hana Highway”.
Chiamata anche Isola della Valle per la sua particolare morfologia, al suo interno offre inoltre foreste pluviali, cascate, piscine naturali e aree rurali.
Maui è inoltre un’ottima base per fare snorkeling al cratere semi-sommerso di Molokini e per raggiungere le isole di Lanai e Molokai.

Kauai è la più settentrionale delle Hawaii, conosciuta anche come “Isola Giardino“, per la magnifica vegetazione lussureggiante e i paesaggi scenografici, spesso scelti come ambientazione di film (Jurassic Park, Avatar, Lost, King Kong, Lilo e Stich…)
Offre suggestive bellezze naturali tra cui: le scogliere mozzafiato della Napali Coast, da ammirare con crociere o voli panoramici, il Waimea Canyon (detto Grand Canyon del Pacifico), il fiume Wailua, cascate, Fern Grotto (una misteriosa grotta coperta di felci) e lo Spouting Horn, dove le onde sulla costa rocciosa generano spruzzi fino a 15 metri.
L’isola ha diverse spiagge di sabbia dorata, tra cui Hanalei Beach e altre baie a nord, Poipu Beach a sud e quelle lungo la Coconut Coast ad est.
Il centro principale è Lihue, con l’aeroporto, e lungo le coste si trovano molti altri paesini, come Hanapepe rinomato per il suo artigianato, e Kilauea con l’omonimo Faro (ottimo punto panoramico e di avvistamento balene).

-> MOLOKAI: quinta isola per estensione, abitata soprattutto da nativi hawaiani, è una delle migliori destinazioni sostenibili del mondo. È anche un luogo molto accogliente e poco battuto dal turismo di massa, viene infatti chiamata “isola amichevole”. Dispone di un piccolo aeroporto, il Molokai Airport, che non effettua tratte internazionali ma soltanto inter-isola (da Honolulu e Maui ci si impiega circa mezz’ora).

->LANAI:
è la più piccola isola abitata delle Hawaii e dista meno di 15km da Maui. Ha una costa mozzafiato con spiagge favolose e scogliere, e un’incantevole foresta interna. L’isola è chiamata anche “The Pineapple Island”, per le sue immense piantagioni di ananas, coltivato esclusivamente per il consumo locale. Dispone di un piccolissimo aeroporto, il Lanai Airport, con voli giornalieri da Honolulu (il volo dura circa mezz’ora), ma il mezzo più usato per raggiungerla è forse il Ferry da Maui, che collega Lahaina con il Manele Harbor, a sud di Lanai.

INFORMAZIONI PRATICHE
per viaggiare negli U.S.A.

COVID-19

Le frontiere degli Stati Uniti sono aperte ai viaggiatori vaccinati provenienti dall’area Schengen, Regno Unito, Irlanda, Cina, India e Brasile.

I viaggiatori vaccinati e i viaggiatori immuni da precedente infezione da Covid-19 possono muoversi liberamente nel paese, senza bisogno di sottoporsi a quarantena.
I minorenni non vaccinati che viaggiano con un adulto vaccinato non saranno soggetti a quarantena.
I viaggiatori non vaccinati non potranno entrare, fare uno stop over o transitare negli Stati Uniti.

La procedura completa per viaggiare negli Stati Uniti è riportata nella pagina di Viaggiare Sicuri: https://www.viaggiaresicuri.it/country/USA
Vi invitiamo sempre a verificare anche i requisiti di ingresso degli eventuali Paesi di transito.

Normativa Italiana: Secondo l’attuale ordinanza del ministero della Salute, gli Stati Uniti sono inclusi nei paesi dell’Elenco D, vedi link. I viaggi verso questa destinazione sono consentiti per turismo.
Adempiendo ad alcuni requisiti viene abolito l’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento al rientro in Italia.

CLIMA, QUANDO ANDARE

Data la vastità territoriale degli Stati Uniti esistono diverse aree climatiche: dal clima tropicale delle zone del sud-est, al deserto nel sud-ovest fino al gelo delle aree a nord.
Generalmente si può affermare che per la sua latitudine, gran parte del territorio statunitense subisce un clima prettamente continentale con estati calde e afose e inverni molto rigidi, questo succede ad esempio nella fascia costiera del nord-est che affaccia sull’Oceano Atlantico.

Fanno eccezione alcune zone particolari come quelle più a sud (la Florida ad esempio), con un clima tropicale, data la sua vicinanza al golfo del Messico, con clima caldo e umido tutto l’anno ma con piogge torrenziali e uragani possibili nei mesi che vanno da fine agosto a fine ottobre.

Diverso è il clima nella zona a sud-ovest (bassa California, Arizona e New Mexico), caratterizzate da zone aspre e desertiche. In queste aree il clima è secco tutto l’anno e il caldo, nei mesi estivi, raggiunge i 45 gradi.

Le zone centrali degli Stati Uniti (midwest e mideast), sono caratterizzate da vaste pianure pianeggianti e boschi a est e da rilievi montuosi e vallate a ovest, qui il clima è più continentale, con inverni più lunghi e rigidi negli stati più a nord a ridosso dei rilievi e più soggetti alle correnti fredde provenienti dal nord del Canada.

Senza dubbio lo stato più freddo e rigido degli Stati Uniti è l’Alaska, data la sua vicinanza al circolo polare artico, qui durante il gelido inverno si può arrivare a -30 gradi! In alcuni mesi dell’anno, risentono dei venti gelidi provenienti dall’Alaska e dello stretto di Bering, anche gli stati più a nord-ovest degli U.S.A. come lo stato di Washington, l’Oregon e l’alta California.

Le Isole Hawaii godono invece di un clima sub-tropicale, caratterizzato da due stagioni, una estiva (da maggio a ottobre) e una invernale (tra novembre e aprile). Minime sono le differenze di temperatura tra le varie stagioni.
L’estate è caratterizzata da piacevoli temperature e bassa umidità (lungo la costa), con temperature medie massime attorno ai 30/31°C, e temperature medie minime attorno ai 23°C. L’inverno presenta temperature medie massime tra i 27°/26°C, mentre le medie minime sono di 18/19°C. È l’inverno il periodo delle piogge (novembre, dicembre e gennaio).
La temperatura del mare varia tra i 24°C di febbraio e i 27°C di settembre e ottobre.

Si può comunque dire che il periodo migliore, o meglio, consigliabile per viaggiare negli U.S.A sono le mezze stagioni, la primavera su tutte. Ovvio che se siete degli amanti del freddo allora non c’è niente di meglio che vivere e respirare l’atmosfera natalizia di New York oppure le splendide aurore boreali dell’Alaska! Attenzione anche ad agosto se volete fare tour nell’ovest e nei parchi, le temperature possono davvero essere molto calde!

COME ARRIVARE E SPOSTARSI

Dall’Italia sono tantissime le compagnie che servono questo paese, con voli diretti o con scalo: la concorrenza e la grande offerta permettono quasi sempre di trovare biglietti molto convenienti.
I principali aeroporti internazionali sono: Boston, New York, Washington, Miami, Chicago, Dallas-Fort Worth, Houston, Atlanta, Denver, Seattle, San Francisco e Los Angeles.

Gli spostamenti interni sono assicurati da un’ampia rete di trasporti: aerei, treni, bus o auto. In molte città esistono metropolitane, autobus, taxi e traghetti per i collegamenti via mare.

Date le distanze e le dimensioni del paese, gli spostamenti in aereo sono il modo più veloce e comodo di viaggiare, i voli collegano le grandi e medie città con numerose rotte.
Amtrak è la compagnia ferroviaria passeggeri degli States, offre collegamenti molto efficienti sia a livello regionale, che sulle lunghe distanze. È possibile acquistare dei Pass che permettono di viaggiare per 15, 30 o 45 giorni su un numero di percorsi illimitati. Il mezzo di trasporto più utilizzato per gli spostamenti è però l’auto, che rappresenta a volte la soluzione più conveniente ed economica, almeno per le rotte brevi o medio/lunghe.
Esistono una infinità di itinerari, attraverso strade molto scenografiche e conosciute.

FORMALITÀ DI INGRESSO

Per l’ingresso negli Stati Uniti è necessario il passaporto in corso di validità e l’autorizzazione elettronica ESTA.
L’autorizzazione ESTA è valida per 2 anni e permette entrate multiple per soggiorni inferiori a 3 mesi ciascuno, senza dover rinnovare l’autorizzazione ogni volta, a meno che il passaporto non scada tra un viaggio e l’altro.
L’autorizzazione ESTA va richiesta con congruo anticipo rispetto alla partenza, tramite il sito https://esta.cbp.dhs.gov al costo di 14 Dollari per persona.
Per maggiori dettagli sulla registrazione ESTA clicca qui e per ulteriori informazioni visita la pagina www.viaggiaresicuri.it/country/USA

Chi ha viaggiato in Libia, Somalia, Yemen, Sudan, Siria, Iran ed Iraq dopo il 1° marzo 2011 deve ottenere un VISTO per entrare/transitare negli USA, poiché non può ottenere l’ESTA (a meno che il viaggio non sia avvenuto per motivi ufficiali da verificare). 
Per approfondimenti contattare l’Ambasciata americana http://italian.italy.usembassy.gov/

In caso di itinerario di Viaggio che preveda ingresso e/o transito in CANADA, è necessario ottenere l’autorizzazione ETA, con congruo anticipo rispetto alla partenza, alla seguente pagina web https://onlineservices-servicesenligne.cic.gc.ca/eta/welcome?lang=en&_ga=1.57395626.1261092852.1462183866&_cb=1641377190223.
Per maggiori dettagli sulla registrazione ETA CANADA clicca qui.

Per viaggiatori di altre nazionalità bisogna verificare preventivamente e attentamente, anche attraverso le sedi consolari competenti, l’eventuale necessità di visto di ingresso negli Stati Uniti e/o in tutti i paesi interessati dall’itinerario di volo (anche se solo per uno scalo aereo).

SICUREZZA

​Gli Stati Uniti sono considerati un paese generalmente sicuro. Occorre adottare particolare cautela, soprattutto durante le ore serali e notturne, in alcune zone considerate non sicure, situate all’interno dei grandi centri urbani. Si consiglia di seguire le normali norme di sicurezza e buon senso, come depositare gli oggetti di valore nella cassetta di sicurezza dell’hotel prima di uscire, non frequentare zone malfamate delle città nelle ore notturne, etc..
Particolare attenzione deve essere prestata in situazioni climatiche estreme e in località remote.

VIAGGIARE CON I BAMBINI

L’offerta di cose interessanti e stimolanti per i più piccoli è praticamente infinita, e il trattamento che viene loro riservato in ogni luogo è quasi sempre di prima classe, a prescindere dal livello e dalla categoria della struttura di cui si sta usufruendo. Prima di partire ricordate di portare con voi i medicinali di base, i documenti e un po’ di intrattenimento per non farlo/i annoiare in aereo e in auto.

LINGUE PARLATE

Anche se gli Stati Uniti non hanno mai adottato una lingua ufficiale, l’inglese è di fatto la lingua nazionale.
Lo spagnolo, invece, è la seconda lingua più parlata nel paese, dato il grande afflusso di ispanici provenienti soprattutto dal vicino Messico e da altri paesi dell’America Latina.

FUSO ORARIO

Gli Stati Uniti, essendo un paese molto vasto, sono divisi da ben 6 fasce di fusi orari diversi (8 con Alaska e Hawaii), suddivisi in: Pacific Time, Mountain Time, Central Time e Eastern Time.

  • Alaska Standard Time (AKST) a -11 ore rispetto l’Italia
  • Hawaii-Aleutian Standard Time (HST) a -10 ore rispetto l’Italia
  • Pacific standard time (PST) a -9 ore rispetto l’Italia
  • Mountain standard time (MST) a -8 ore rispetto l’Italia
  • Central standard time (CST) a -7 ore rispetto l’Italia
  • Eastern standard time (EST) a -6 ore rispetto l’Italia

Alcuni stati come il Nevada e lo Utah applicano anche l’ora legale, chiamata Daylight Saving Time. In Arizona, invece, troverete tutto l’anno lo Standard Time (ora solare).

SALUTE

Non è richiesta nessuna vaccinazione per chi proviene dall’Italia. Il servizio locale di assistenza medica è generalmente di ottimo livello, soprattutto nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco numerose e distanti.
Lo standard di igiene è comunque molto elevato, soprattutto in campo alimentare. Non vi è nessun problema particolare di profilassi igienico-sanitaria. Essendo le spese medico-ospedaliere negli Stati Uniti molto elevate, si raccomanda di dotarsi, prima della partenza, di una polizza assicurativa che copra le spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.

VALUTA E PAGAMENTI

La valuta degli Stati Uniti è il Dollaro Statunitense (USD) – 1EUR = Circa 1.17USD. Le banconote, tutte di colore verde e della stessa misura, sono del valore di 1, 5, 10, 20, 50 e 100 dollari.

Vi consigliamo di cambiare dollari prima della partenza per gli Stati Uniti, nella vostra banca o anche in aeroporto di partenza. Negli Stati Uniti in ogni caso il cambio valuta è effettuato nelle banche più importanti, alberghi o presso gli uffici di cambio, anche in aeroporto. È anche possibile prelevare direttamente Dollari dagli sportelli ATM (se la propria carta è abilitata).

Le carte di credito (Visa, Mastercard e American Express) sono il mezzo di pagamento più comodo, diffuso e sono accettate praticamente ovunque. L’ “imprint” della carta di credito verrà chiesto al momento del check-in in albergo, quale garanzia per le spese extra (telefono, minibar, room service, etc.) così anche quando si noleggiano auto, moto o camper.

La mancia non sarebbe obbligatoria, ma è caldamente consigliato pagarla a tutti i lavoratori che, secondo gli standard americani, percepiscono un salario minimo più basso della media.
La mancia solitamente può andare dal 10% al 20% sul totale, ma se si è particolarmente soddisfatti la percentuale può essere ovviamente più elevata.

ELETTRICITÀ

La corrente elettrica è 110volts e 60hz di frequenza, con presa a lamette piatte.
È quindi necessario munirsi di un adattatore.

TELEFONIA E INTERNET

Il prefisso internazionale per gli USA è 001. Il sistema di telefonia mobile in America viaggia ad una frequenza di banda GSM di 850 MHz/1900 Mhz, dunque, con gli smartphone di ultima generazione non ci sono difficoltà ad agganciarsi alla rete statunitense. Consigliamo comunque di contattare il proprio gestore di telefonia mobile prima della partenza, per avere conferma di utilizzo all’estero. Le compagnie telefoniche più sicure e affidabili negli Stati Uniti sono T-Mobile, Verizon e AT&T. È possibile chiamare in Italia da qualsiasi telefono pubblico comprando una scheda prepagata negli USA oppure acquistare una scheda sim americana una volta in loco.

Il Wi-Fi negli U.S.A. è presente praticamente ovunque, in hotel, aeroporti, centri commerciali, parchi pubblici, stazioni di servizio e ristoranti. Ovviamente il servizio non sempre è gratuito e, a volte, la potenza del segnale è debole e dispersiva.
Usando le reti Wi-Fi, con uno smartphone e applicazioni come Skype o WhatsApp, si può telefonare o inviare messaggi anche gratuitamente. Skype può essere utilizzato anche per chiamare numeri fissi (e cellulari non collegati a rete internet) a tariffe molto vantaggiose (ricaricando il credito).