SCOPRI GLI STATI UNITI D’AMERICA

Welcome to the USA !
Benvenuto nel Paese della libertà e delle opportunità, una meta assolutamente da vedere e vivere almeno una volta nella vita.

Un Viaggio in un territorio così esteso e vario offre un’infinità di possibili itinerari, escursioni ed esperienze: natura e paesaggi da cartolina, stimolanti metropoli, deserti, laghi, cascate, immense catene montuose, spiagge e molto altro ancora.

Un’ avventura on the road, un comodo tour guidato, un programma individuale tra scintillanti città e meraviglie naturali, una romantica luna di miele, una divertente vacanza con amici o in famiglia…  qualsiasi sia la tua idea di Viaggio, gli Stati Uniti sono una meta ideale!

Kia Ora Viaggi pensa alla parte organizzativa per lasciare a voi tutto il tempo per emozionarvi!

Alcune proposte di viaggio:

  • Fly & Drive per scoprire la destinazione in autonomia e libertà. Con un buon itinerario di viaggio studiato su misura, che prevede tappe prestabilite ed una bella auto americana che vi permette di gustare ogni miglio percorso!
  • Viaggi alla scoperta delle più grandi città Americane che potranno essere o meno abbinate ad un Fly & Drive o ad una
    più rilassante zona di mare;
  • Itinerari alla scoperta dei grandi Parchi Nazionali, durante i quali sarete totalmente immersi nella natura più varia (dal deserto alle alte cime da dove sgorgano imponenti cascate);
  • Viaggi adatti a tutta la famiglia, con estensioni ai più famosi parchi di divertimento per ogni età, gusto e per chi vuole tornare bambino!

Hai almeno 3 settimane a disposizione?
Allora potresti abbinare gli USA a Polinesia, Cook, Hawaii oppure un soggiorno mare ai Caraibi!

Contattaci e troverai il Viaggio perfetto per te!

Perché scegliere Kia Ora Viaggi?

Siamo un tour operator specializzato in viaggi personalizzati.

Conosciamo in prima persona le destinazioni della nostra programmazione e torniamo a visitarle per rinnovare le nostre competenze specifiche.

Organizziamo i Viaggi in contatto diretto con fornitori esteri accuratamente selezionati e le migliori compagnie aeree di linea.
Affidandoti a noi avrai il vantaggio di essere seguito da degli specialisti: otterrai così un alto livello di consulenza e il miglior rapporto qualità-prezzo.

GUIDA RAPIDA DEGLI USA

 

Gli Stati Uniti d’America, coprono una superficie di 9.830.000 km quadrati abitati da circa 327 milioni di cittadini. Sono una repubblica federale composta da 50 Stati: 49 stati continentali a cui si deve aggiungere l’arcipelago delle Hawaii nel Pacifico centrale. La capitale degli Stati Uniti è Washington DC, posizionata poco più a sud di New York. Sono inoltre territorio americano “non incorporato”: l’Isola di Guam, le Marianne Settentrionali e le Isole Samoa americane nel Sud Pacifico, mentre nell’Oceano Atlantico possiamo considerare territorio Statunitense quello dell’arcipelago delle Isole Vergini Americane (con St. Thomas, St. Croix e St. John) nonché Puerto Rico (per tutti questi territori vigono le stesse procedure d’ingresso valide per gli Stati Uniti). Gli Stati Uniti confinano a nord con il Canada, a sud con il Messico, a est con l’Oceano Atlantico e ad ovest con l’Oceano Pacifico. 4.600 chilometri e quattro fusi orari dividono la costa atlantica dal quella del Pacifico, e tutto questo forse può servire già a spiegare come nessun altro luogo sulla Terra possa essere paragonato a questo paese, a buon titolo considerato la destinazione più diversificata al mondo, in grado di accontentare qualsiasi tipo di turista con le sue plurime tipologie di bellezze naturali e celebri metropoli. Per una maggiore e più facile comprensione della geografia di un paese così vasto e diversificato, possiamo considerare 8 regioni principali:

Il New England
L’atlantico Centrale
La regione della Capitale
Il Sud
La regione del Pacifico
Il Midwest – Regione dei grandi laghi e grandi pianure
La regione delle Montagna Rocciose
Il Sud Ovest

NEW ENGLAND
La somma della superficie di questi sei stati ed il numero degli abitanti, sono simili a quelli dell’Italia. La regione, nel suo complesso, può vantare una bellezza spettacolare, ricchezze storiche, alloggi a buon prezzo, cibo delizioso e grandi affari nello shopping. Separatamente, ogni stato può offrire ai visitatori esperienze uniche: un territorio che comprende montagne e spiagge sabbiose, laghi e colline, foreste e pittoreschi villaggi di pescatori. Per un’immagine di ciò che erano gli Stati Uniti ai loro albori, è d’obbligo visitare la “Nuova Inghilterra”. Pur essendo gli Stati Uniti una nazione relativamente giovane, qui si concentra la storia più antica del paese. Qui infatti, giunsero i primi coloni dall’Europa che approdarono in Massachusetts, precisamente a Plymouth, nel 1620 a bordo della Mayflower.

L’ATLANTICO CENTRALE
La metropoli più grande del paese e la più vasta distesa di terra incontaminata della East Coast (regione degli Adirondacks) si trovano entrambe nella regione dell’Atlantico centrale, separate soltanto da poche centinaia di chilometri. I contrasti offerti dai tre stati esercitano un fascino irresistibile: aree urbane sempre in fermento e zone ancora selvagge rappresentano le due facce della stessa regione. Lo Stato di New York sorprende a partire dalle luci sfavillanti e dal melting pot di New York City fino alla straordinaria natura offerta dalle Niagara Falls. A sud dello Stato di New York, la Pennsylvania rappresenta lo Stato dove gli eventi più importanti della storia americana hanno avuto luogo: è a Philadelphia infatti che vennero firmate e ratificate la Dichiarazione d’ Indipendenza e la Costituzione Americana. Piccolo ma molto popolato lo Stato del New Jersey sulla costa atlantica.

LA REGIONE DELLA CAPITALE
L’orgoglio della Nazione si riflette negli imponenti palazzi di Washington DC, molti dei quali (così come il Campidoglio e la Casa Bianca) aprono le loro porte ai visitatori: la Capitale possiede così tanti musei, monumenti e memoriali da poter riempire un’intera vacanza! Un mare interno popolato di crostacei e barche a vela, coste sabbiose bagnate dall’Atlantico e piccole baie, strade di campagna e montagne da esplorare nonché campi di battaglia su cui si combatté la Guerra Civile.

IL SUD
Il Sud è forse la regione americana più eclettica e colorata, dove la Guerra di Secessione americana (1861-1865) è stata devastante ma ha lasciato un segno indelebile. Il Vecchio Sud delle piantagioni ed il Nuovo Sud delle grandi città: parchi di divertimenti e spettacolari scenari naturali; attrazioni culturali ed eventi sportivi; spiagge di sabbia bianca, campi da golf, una movimentata vita notturna dei grandi centri urbani ed una gastronomia unica. Per il suo clima temperato, questa regione dell’”eterna primavera” si è trasformata in una vera e propria mecca per coloro che vogliono godere di un clima mite durante tutto l’arco dell’anno.

LA REGIONE DEL PACIFICO
Forse in nessun altra regione come in quella del Pacifico la diversificazione di cui abbiamo ampiamente parlato è così evidente e sorprendente. Questa vasta regione infatti comprende gli immensi ghiacciai e le grandi distese selvagge protette sotto forma di parchi e riserve nazionali dell’Alaska; lo Stato di Washington è caratterizzato da foreste pluviali ad ovest e da vallate con vigneti ad est; l’Oregon vanta coste incontaminate e regioni interne dove le attività outdoor rappresentano la principale attività; la California – lo stato americano con il più alto numero di abitanti – offre alcune delle città più trendy della nazione, note per la loro tolleranza nonché montagne rilassanti, parchi nazionali e parchi divertimenti per tutte le fasce di età. Ed infine l’arcipelago delle Hawaii con i suoi vulcani e spiaggia sabbiose immacolate.

Hawaii Bis Island MaunakeaÈ l’isola più grande dell’arcipelago ed anche la più varia come panorami e paesaggi, con vulcani ancora attivi e siti archeologici.
Dispone di due aeroporti, permettendo di arrivare su uno e ripartire dall’altro (itinerario ideale 6-7 notti).
È consigliabile girare l’isola in auto 4×4, in quanto alcuni punti potrebbero essere difficili da raggiungere (come Makalawena Beach).

Esempio itinerario a Big Island:
1^ tappa – HILO: Visita delle Raibow Falls a poca distanza dall’aeroporto di Hilo. Trasferimento a Volcano (45 km circa).

2^ tappa – VOLCANO: 
Visita del Volcanoes National Park, patrimonio UNESCO, con il vulcano inattivo Mauna Loa, il più vivace Kilauea e l’osservatorio. 240 km di sentieri e strade attraversano il parco tra tunnel, foreste pluviali e paesaggi lunari.

3^ tappa – KAILUA KONA: Paesaggistico tragitto costiero di 2 ore verso Kalua Kona, ammirando Punaluu Black Sand Beach, Green Sand Beach e Kalalea Heiau. Il giorno dopo consigliamo Makalavena, una splendida spiaggia di sabbia bianca.

La più comoda da raggiungere in quanto ospita Honolulu (la città più grande delle Hawaii) e Waikiki (capitale turistica del Pacifico), è un’ideale prima tappa del vostro itinerario!
Offre il massimo a livello di divertimenti, shopping e, naturalmente, attività quali il surf. Importante il sito di Pearl Harbour, storico luogo dell’attacco giapponese durante la Seconda Guerra Mondiale, che vanta un memoriale ed un museo dell’aviazione.
Dal punto di vista naturalistico ha belle spiagge di sabbia bianca su cui si infrangono splendide onde sogno dei surfisti, una natura rigogliosa e Hanauma Bay, una delle baie più belle del Pacifico.

Maui_hawaii_kiaoraviaggiÈ la seconda isola delle Hawaii per dimensioni, è un ottimo punto di partenza per escursioni in giornata.
Creata da due vulcani emersi dal fondo dell’oceano, la sua particolare formazione le ha dato il soprannome di “isola della valle”, per la spianata che nel corso dei millenni è andata creandosi tra i due. Ad oggi non sono più in attività, anche
se il più alto chiamato Haleakala, lo era fino a 300 anni fa.
Famosa per le sue belle spiagge di sabbia prevalentemente dorata, ma anche nera e rossa, ideali per praticare snorkeling e surf.

Tra le possibili escursioni da fare in giornata:
> Road to Hana: percorso in auto lungo la costa nord fino al paese omonimo; passando per la foresta pluviale, i set di Jurassic Park, spiagge nere, grotte e piscine naturali fino alla famosa spiaggia rossa.
> Vulcano Haleakala in auto, particolarmente spettacolare è ammirare l’alba dalla cima.
> Molokini: escursione in barca di mezza giornata verso questa piccola isola a forma di mezzaluna, chiaramente un vecchio vulcano estinto. Luogo ideale per lo snorkeling.
> Molokai e Lanai: gite in giornata alle isole vicine con partenza da Lahaina.

Hawaii Kauai Napali coastGeologicamente è la più antica quindi molto diversa dalle altre come aspetto: sembra un giardino dell’Eden per la vegetazione lussureggiante, che tra l’altro è stato set della nota serie televisiva “Lost”.

“Aloha! Slow Down. This is Molokai”-> Questa scritta vi attende all’uscita dall’aeroporto.
Sembra quasi che il tempo si sia fermato: l’isola è l’ultimo angolo rimasto del mondo rurale delle Hawaii con pochissimi centri abitati e la maggior percentuale di popolazione di origine indigena dell’intero arcipelago.
Si raggiunge con ferry da Maui oppure con volo da Honululu, la ricettività è piuttosto limitata e talvolta abbastanza costosa.
Isola decisamente selvaggia, provate l’emozione di camminare sulla spiaggia più lunga delle Hawaii senza incontrare anima viva e rilassatevi al suono di una chitarra durante un magnifico tramonto…

IL MIDWEST – REGIONE DEI GRANDI LAGHI E GRANDI PIANURE
Questa regione offre uno spettacolo meraviglioso ed una scelta infinita di attività per tutti coloro che amano vivere l’outdoor. Superiore, Michigan, Huron, Erie e Ontario, sono il più grande gruppo di laghi d’acqua dolce esistente al mondo. In realtà, con le loro isole ricoperte di fitte foreste e le spiagge mosse da dune di sabbia, essi sono più simili a mari interni. Le grandi pianure offrono l’ospitalità rurale dei pionieri e degli allevatori di una volta. Il cuore della regione è Chicago (IL), la terza più grande città americana. Da qui parte la mitica Route 66 che si snoda fino a Los Angeles per più di 3.750 km. Altro simbolo di questa regione è il fiume Mississippi (il secondo fiume più lungo degli Stati Uniti, dopo il Missouri) che ha svolto un ruolo fondamentale per gli abitanti, trasportandoli verso nuove case e provvedendo ai rifornimenti. Principalmente da queste zone nel XIX secolo, partivano i pionieri diretti a Ovest, alla ricerca di nuove terre da coltivare e dell’oro. I precursori di questi viaggi verso il West furono gli esploratori Lewis & Clark che più di due secoli fa, nel 1803, partirono da St. Louis (MO) alla ricerca del Passaggio a Nord Ovest.

LA REGIONE DELLE MONTAGNE ROCCIOSE
La Regione delle Montagne Rocciose vi accoglie con i suoi paesaggi e i suoi cieli mozzafiato e sebbene debba la propria fama ai suoi imponenti picchi innevati, molteplici sono le meraviglie offerte. Corsi d’acqua ricchi di trote dove praticare il fly fishing (pesca a mosca), rapide impetuose per il miglior river rafting, guest ranch e working ranch per assaporare il gusto del vero Old West, parchi nazionali – in questa regione e precisamente dislocato tra gli stati di Wyoming, Montana e Idaho si trova infatti Yellowstone, il primo Parco Nazionale del mondo fondato nel 1872, monumenti e memoriali scavati nella pietra, e la storia dei Nativi d’America che qui annoverano plurime riserve. Tutto questo e altro ancora offre questa regione, che comprende alcuni degli stati più estesi del paese ma con una densità di popolazione bassissima, dove in alcuni luoghi il numero dei cavalli e dei bovini è superiore a quello degli umani, a testimonianza di una natura veramente incontaminata.

IL SUD OVEST
Famosi casinò e acclamati spettacoli; il canyon più celebre del mondo, allevamenti e Ranch nonché maestose caverne. La regione del Sud Ovest è una combinazione unica di attraenti città, spazi infiniti e avventure per dodici mesi all’anno. Qui tutto è su grande scala e il Sud Ovest al viaggiatore che lo visiti appare semplicemente immenso. Percorrere in auto questa regione è un classico e in vari tratti potrete seguire la mitica Route 66. Le terre del Sud Ovest che si trovano al confine sono caratterizzate da una combinazione unica di cultura messicana, cowboy, Nativi di antichi pueblos, rodeo e powwow (raduni di indiani nativi).

INFORMAZIONI PRATICHE
per viaggiare negli Stati Uniti d’America

COVID-19

Ai sensi della Proclamation del Presidente Biden del 25 gennaio 2021 sono sospesi, salvo limitate eccezioni, gli ingressi negli USA per chi proviene dall’area Schengen (Italia compresa).

CLIMA

Gli Stati Uniti si trovano quasi interamente nell’emisfero boreale e sono divisi nelle seguenti fasce climatiche:
Zona Atlantica: clima continentale, mitigato più a sud dalla corrente del Golfo del Messico
Sud-Est: clima tropicale in Florida e negli stati che si affacciano sul Golfo del Messico
Pianure Centrali: clima continentale con estati calde e secche e inverni freddi e nevosi
Montagne Rocciose: inverni freddi con abbondanti nevicate nel Montana e nel Colorado; clima temperato nelle zone desertiche dell’Arizona, del Nevada e del New Messico
Zona Nord Pacifico: clima temperato
Zona Sud Pacifico: inverni miti ed estati lunghe e secche.

Fenomeni meteorologici estremi non sono rari, con possibilità di uragani nelle regioni costiere lungo il Golfo del Messico.

Un discorso a parte meritano Hawaii e Alaska.

Le isole Hawaii godono di un clima sub-tropicale caratterizzato da due stagioni, una stagione estiva (da maggio a ottobre) e una stagione invernale (tra novembre e aprile).
Minime sono le differenze di temperatura tra le varie stagioni.
L’estate è caratterizzata da piacevoli temperature e bassa umidità (lungo la costa), con temperature medie massime estive attorno ai 30-31°C, e temperature medie minime attorno ai 23°C. L’inverno presenta temperature medie massime tra i 27°C e i 26°C, mentre le medie minime invernali sono di 18-19°C.
È l’inverno il periodo delle piogge (novembre, dicembre e gennaio).
La temperatura del mare varia tra i 24°C di febbraio e i 27°C di settembre e ottobre.

In Alaska il clima è sostanzialmente variabile e imprevedibile. Il periodo più caldo dell’anno va da giugno ad agosto con temperature diurne che possono raggiungere i 32°C ma con elevate escursioni termiche durante la notte. Di norma la media giornaliera diurna è di circa 16° C, con esclusione della zona artica le cui medie sono più basse.
In autunno/inverno (da Novembre a Marzo) le temperature possono comunque essere estremamente basse durante tutte le 24 ore raggiungendo anche -45°C ed oltre!

FORMALITÀ DI INGRESSO

L’Italia rientra nel programma “Viaggio senza Visto” (Visa Waiver Program) per l’ingresso e/o il transito negli Stati Uniti.
Tutti i passeggeri dovranno essere in possesso del passaporto biometrico (inclusi i bambini) e ottenere l’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization).
L’autorizzazione deve essere stata emessa prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti.
Va richiesta per tempo tramite il sito https://esta.cbp.dhs.gov , completando un questionario con i propri dati e pagando l’importo di $ 14 con carta di credito.
Ogni ESTA vale due anni ed è legata al numero di passaporto relativamente al quale è stata emessa.

È invece richiesto il visto d’ingresso per soggiorni superiori ai 90 giorni e per alcune categorie particolari di viaggiatori.
Qualora fosse necessario richiedere il visto (all’Ambasciata o al Consolato americano), si ricorda che la procedura è piuttosto complessa, per cui è necessario provvedervi con un buon anticipo rispetto alla data di partenza.

I genitori con i figli minori che viaggiano separatamente o sono separati legalmente, e che intendano entrare o transitare negli Stati Uniti, sono pregati di contattare direttamente le Ambasciate o i Consolati di tutti i paesi interessati per verificare la documentazione necessaria.

DOGANA

Una pronta compilazione del modulo che viene consegnato durante ogni volo internazionale in arrivo negli Stati Uniti d’America dà la possibilità di sveltire le formalità doganali.

Le vigenti norme in materia di sicurezza prevedono che il bagaglio sia ispezionabile da parte delle autorità americane.
Durante i voli interni è vietato chiudere con lucchetti o con chiavi a combinazione il bagaglio; eventuali forzature con danni non sono in alcun modo rimborsabili.
Sulle tratte intercontinentali sono previste modalità diverse a seconda della compagnia aerea utilizzata.

FUSO ORARIO

Gli Stati Uniti hanno ben sei diversi fusi orari (senza considerare i territori nelle isole più sperdute del pacifico, come ad es. Guam o le Samoa Americane), di cui vi indichiamo la differenza in ore rispetto all’ Italia (GMT +1):
East Coast: – 6: il fuso di New York e tutti gli stati che si affacciano sull’Oceano Atlantico o a sud est del lago Michigan
Centrale: – 7 Il fuso di Chicago, Dallas, nella fascia ti territorio ad est delle Montagne rocciose.
Montagne Rocciose: -8, è il fuso di alcuni trai più selvaggi stati americani dove si trovano i parchi nazionali più famosi, tra i quali citiamo  Utah Wyoming e Arizona.
West Coast: -9, il fuso della California e tutti gli stati che si affacciano sull’oceano Pacifico, più il Nevada.
Alaska: -10
Hawaii: – 11

fusi orari usa

Ora Legale:  Tutti gli stati con esclusione dell’Arizona osservano l’ora legale (daylight saving time o DST); che  in genere inizia due settimane prima e finisce una settimana dopo l’entrata in vigore in Italia  Per quanto riguarda l’Arizona, i territori Navajo si distinguono dal resto dello Stato poiché utilizzano l’ora legale.

LINGUE PARLATE

Anche se gli Stati Uniti non hanno mai adottato una lingua ufficiale, l’inglese è di fatto la lingua nazionale.
Oltre all’inglese la lingua parlata in casa più diffusa è lo spagnolo, utilizzato soprattutto negli stati meridionali e nelle grandi città.

ELETTRICITÀ

Il voltaggio è di 110/115 volt, 60 Hertz. 
È necessario munirsi di adattatore di tipo standard a due lamelle piatte parallele.

SALUTE

Il servizio locale di assistenza medica è generalmente di ottimo livello, soprattutto nelle aree urbane.
Nelle aree rurali e in quelle più remote vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco numerose e distanti.
Lo standard di igiene è comunque molto elevato, soprattutto in campo alimentare. Non vi è nessun problema particolare di profilassi igienico-sanitaria, e non è richiesta alcuna vaccinazione.
Essendo le spese medico-ospedaliere negli Stati Uniti molto elevate, si raccomanda di dotarsi, prima della partenza, di una polizza assicurativa che copra le spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario.

SICUREZZA

Gli Stati Uniti sono considerati un paese generalmente sicuro.
(fonte Viaggiare Sicuri) In linea generale, occorre adottare particolare cautela, soprattutto durante le ore serali e notturne, in alcune zone considerate non sicure, situate all’interno dei grandi centri urbani. Al riguardo, va ricordato che la vita lavorativa e sociale americana termina prima di quella italiana e che spesso i centri delle città si spopolano già intorno alle 18.00-19.00 creando difficoltà nel trovare mezzi di trasporto.
A seguito degli atti terroristici dell’11 settembre 2001, le Autorità americane hanno  adottato un’ampia gamma di misure di prevenzione, che vanno dai controlli alle frontiere, alla sicurezza degli aeroporti e dei porti, dagli attacchi con mezzi chimici e batteriologici, alla protezione di centrali nucleari, delle infrastrutture civili ecc.
Gli intensificati controlli di sicurezza potranno comportare tempi più lunghi e difficoltà maggiori nelle operazioni in aeroporto (check-in, passaggio al metal detector etc.), nonché per l’accesso a musei, edifici pubblici etc .
Particolare attenzione deve essere prestata in situazioni climatiche estreme e in località remote.

VALUTA E PAGAMENTI

La valuta locale è il Dollaro Americano (USD o $), suddiviso in centesimi.
Le banconote, tutte di colore verde e della stessa misura, sono del valore di 1, 5, 10, 20, 50 e 100 dollari.
Per acquistare dollari negli Stati Uniti è necessario rivolgersi alle banche, al proprio albergo o prelevare agli sportelli ATM (se la propria carta è abilitata).
Si consiglia di munirsi di un giusto quantitativo di dollari prima della partenza, questo anche per disporre di valuta in contanti e di piccolo taglio per le necessità immediate (mance, taxi, etc.).
Le carte di credito sono il mezzo di pagamento più comodo, diffuso e sono accettate praticamente ovunque.
L’ “imprint” della carta di credito verrà chiesto al momento del check-in in albergo, quale garanzia per le spese extra (telefono, minibar, room service, etc.) così anche quando si noleggiano auto, moto o camper.

TELEFONIA & INTERNET

Per le chiamate internazionali si consiglia l’uso di applicazioni su smartphone che si appoggiano alla rete internet.
Gli internet point sono molto diffusi e praticamente tutti gli hotel ne hanno uno. Molti hotel offrono anche connessione Wi-fi.

In alternativa sono disponibili anche carte telefoniche prepagate e il servizio offerto a pagamento dagli alberghi.
Il prefisso internazionale per gli USA è 001.

RISTORANTI E MANCE

Dai ristoranti eleganti ai pub informali, mangiare fuori negli Stati Uniti è sempre un vero piacere. Ci sono specialità locali e un’ampia scelta di ristoranti etnici.
La mancia non è obbligatoria, ma quasi poiché la paga del personale di servizio è generalmente minima e questa entrata costituisce di fatto buona parte dello stipendio.
Prestare attenzione quando si paga con carta di credito: viene consegnato lo scontrino con un campo libero che si può barrare (se si lascia la mancia in contanti) oppure compilare con l’importo desiderato. Evitare di lasciarlo in bianco per non rischiare che venga compilato dal personale di servizio.

A livello indicativo si possono considerare questi importi per le mance:
Facchini: 1$ a bagaglio
Camerieri hotel: 2$ al giorno
Taxi: 15-20% a seconda del percorso
Ristoranti: 10-15%
Parcheggiatore: 1-2$
Drive-in, ristoranti self service, cinema e teatro: nessuna

NEGOZI E SHOPPING

Gli Stati Uniti sono un vero paradiso per gli amanti dello Shopping.
Qui si trova certamente di tutto ed è veramente difficile tornare a casa senza aver fatto acquisti. Prevedete quindi ampio spazio nel vostro bagaglio!
Tutte le grandi città americane dispongono di grandi magazzini, centri commerciali, negozi di souvenir, articoli da regalo, boutique e negozi specializzati.
I negozi all’interno dei musei, delle gallerie d’arte e delle attrazioni turistiche offrono eccellenti souvenir. In molte città si tengono mercati all’aperto.

A qualsiasi prezzo esposto devono essere sempre aggiunte le tasse locali che variano secondo lo Stato.
In Alaska non vengono applicate tasse federali / statali, ma in alcune aree vengono applicate delle tasse locali.

ABBIGLIAMENTO

Gli Stati Uniti sono un paese molto informale, ad eccezione di alcune situazioni, come uno spettacolo teatrale o un ristorante raffinato.
Consigliamo di preparare con cura il bagaglio, evitando di portare più cose del dovuto.
Nelle grandi città non è difficile eventualmente trovare delle lavanderie, il servizio è offerto anche da molti hotel.

COME SPOSTARSI NEGLI USA

Negli Stati Uniti si può andare praticamente ovunque con voli di linea, piccoli aeroplani da turismo ed elicotteri.
Oltre all’aereo, uno dei mezzi più utilizzati è sicuramente l’auto, che consente la massima autonomia e flessibilità soprattutto fuori città.
Diffuso anche il noleggio di camper/motorhome e moto.
Il treno della compagnia Amtrak è a volte una valida alternativa per poter girare gli USA osservandoli ed ammirandoli da un punto di vista e con una prospettiva insolita ma confortevole.
Nelle città ci si può avvalere dei servizi pubblici (autobus e metro) e taxi, che rappresentano una valida alternativa.
Ricordiamo che negli Stati Uniti le distanze vengono misurate in miglia (un miglio corrisponde a circa 1.6 km).