Isole e Atolli

La Polinesia Francese è costituita da 118 isole divise in 5 arcipelaghi posizionate nel sud est del Pacifico, tra Equatore e Tropico del Capricorno. L’area che occupano queste isole è estesa quanto l’Europa, anche se principalmente ricoperta da oceano.
A seguire presentiamo solo le isole e gli atolli abitati e aperti al turismo.

Isole della Società

Isole vulcaniche, circondate da lagune e isolotti corallini: Tahiti, Moorea, Tetiaroa, Bora Bora, Huahine, Raiatea, Tahaa, Maupiti

 

 

 

Atolli delle Tuamotu

Rangiroa, Fakarava, Tikehau, Manihi, Ahe e molte altre isole coralline a forma di anello.

 

 

 

Isole Marchesi

Tutta un’altra Polinesia! Nuku Hiva, Hiva Oa, Ua Pou, Ua Huka, Fatu Hiva, Tahuata… queste isole montuose sono la culla della cultura polinesiana e si ergono dall’oceano come fortezze, ricoperte da una magnifica vegetazione. Sono piuttosto impervie e difficili da visitare (solo facendo trekking o in 4×4, cavallo ed elicottero) e
non offrono lagune e barriera corallina, per questo le consigliamo ai viaggiatori interessati al loro aspetto culturale  e naturalistico.

 

Isole Australi e Gambier
Rurutu, Tubuai, Raivavae: Situato all’estremo sud, l’Arcipelago comprende 5 isole selvagge dai rilievi dolci, stupende e sconosciute, dove l’unica tipologia di alloggio disponibile è la pensione familiare.
Hanno un clima più fresco e sono luogo d’incontro delle balene megattere da luglio a ottobre.

 

Arcipelago delle Gambier
isole e atolli_gambier
Situato all’estremità  orientale del territorio della Polinesia Francese, a ben 4 ore di volo da Tahiti, è costituito dall’isola di Mangareva e la sua cintura di isolotti e atolli. Come alle Australi, anche qui il clima è più fresco e l’unica tipologia di alloggio è la pensione familiare.

 

Nota: Spiagge e Lagune in Polinesia
La Polinesia Francese è famosa per la sua natura, la sua gente, ma soprattutto per i colori fantastici nelle sue placide lagune. Le spiagge non sono molto estese e sono costituite da pezzetti di corallo bianco misti a sabbia. Il fondale è generalmente solido fin dall’ingresso in acqua e digrada lentamente. Queste caratteristiche fanno si che l’acqua assuma colori e trasparenze incredibili, illuminando il paesaggio e permettendo di ammirare le forme di vita marina. Apprezzerete maggiormente quindi la vostra esperienza in Polinesia conoscendo questo aspetto e programmando una vacanza rilassante ma anche dinamica, con escursioni, esplorazioni individuali e visita di diverse isole e atolli.