L’isola di Coron, nella regione filippina di Palawan, è stata votata migliore destinazione al mondo da parte di Condé Nast Traveller, assieme alle vicine isole Visayas (Cebu e Bohol) e a Boracay. Scopriamo assieme il perché di questa scelta, immergendoci tra i colori e le emozioni di questa meravigliosa terra.

Come arrivare e dove soggiornare:

Il primo punto di accesso alle meraviglie di Coron è l’aeroporto di Busuanga, situato al centro dell’omonima isola e raggiungibile facilmente con un breve volo da Manila, Cebu, El Nido e Boracay. Da qui è possibile raggiungere, con uno scenografico trasferimento via terra, le varie sistemazioni disseminate sull’isola di Busuanga, oppure alcune isole-resort per un soggiorno rilassante, aggiungendo al trasferimento via terra un tratto in barca.

Gli hotel situati sull’isola di Busuanga, soprattutto attorno alla cittadina di Coron Town, offrono maggiori servizi e godono di uno splendido contesto naturale, ma non offrono solitamente una spiaggia corallina. Per godere appieno del soggiorno è quindi necessario includere escursioni via mare che permettano di scoprire le meraviglie nascoste di Coron (vedere paragrafo sotto). I resort su isola privata offrono invece spiaggia corallina e una esperienza più esclusiva, adatta anche a chi si vuole rilassare senza pensare a nulla e non ha interesse particolare per le escursioni.

Tra le sistemazioni sull’isola principale di Busuanga ricordiamo:

  •  Busuanga Bay Lodge 4*, un boutique resort situato sulla costa ovest: da qui è possibile raggiungere un’isola privata di proprietà del Lodge per una esperienza alla Robinson;
  • Funny Lion 3*Corto del Mar 3* e Two Season Coron Bayside 3*, buone sistemazioni situate attorno alla cittadina di Coron Town, a sud di Busuanga e con vista sull’isola di Coron: ottime come punto di partenza per le escursioni!

Se volete invece provare l’esperienza dell’isola privata, vi consigliamo:

  •  Club Paradise Resort 3*, situato su una isoletta privata a nord (Attenzione: da questo resort è più difficoltoso raggiungere i punti di escursione situati a sud, per esempio Coron Island, Kayangan Lake e i relitti di Lusong);
  • Two Season Coron Island Resort & Spa 5*, un contesto di lusso su isola privata, vicino alle isole di Malcapuya e Banana;
  • Sangat Dive Resort 3*, un paradiso a costi accessibili, indicato soprattutto per i divers; offre un centro specializzato soprattutto in immersioni presso i relitti della II Guerra Mondiale (vedere paragrafo sotto). Attenzione: in questo hotel non è presente l’acqua calda.

Le meraviglie di Coron – cosa vedere in escursione:

L’isola di Busuanga è un ottimo appoggio per andare alla scoperta dei luoghi più nascosti e conservati della baia di Coron, un vero paradiso per gli amanti delle escursioni in barca! Da Coron Town, situata all’estremità sud di Busuanga, è facilmente visibile l’isola di Coron, ed è da qui che partono gran parte delle escursioni per raggiungere il famoso Kayangan Lake e i suoi dintorni.

L’intera isola di Coron e le sue acque costiere sono protette dal governo filippino come “dominio ancestrale dei Tagbanua”. Molte tra le spiagge, i laghi e i punti di snorkeling sono di proprietà e sotto la tutela della comunità indigena dei Tagbanua: i nativi regolano l’afflusso turistico all’isola e ne delimitano le zone aperte al pubblico e quelle vietate perché ritenute “dimora sacra degli antenati” o panyaan.

Ecco la lista delle più belle e famose località raggiungibili con una escursione da Coron Town:

Tour di Coron Island

  • Kayangan Lake: Considerato il “lago più pulito del mondo”, si raggiunge tramite una breve passeggiata scenografica, con uno stop dove poter scattare bellissime foto al panorama. Il lago salmastro fa parte di un complesso sacro molto più vasto: qui si possono visitare grotte sottomarine dove i nidificano i rondoni. I loro nidi sono vere e proprie prelibatezze, che gli indigeni Tagbanua vendono ormai da secoli ai cinesi per la creazione di piatti gourmet davvero particolari.
  • Siete Pecados: Parco marino abbastanza vicino all’isola di Busuanga, è un punto di snorkeling davvero ben preservato, con coralli ancora colorati e una ricchissima vita sottomarina.
  • Twin Lagoon: Da non perdere per gli amanti dell’apnea, ma non solo! Si tratta infatti di una doppia laguna (appunto una laguna gemella) che si raggiunge tramite un passaggio sottomarino largo circa un paio di metri. Con la bassa marea è davvero semplice nuotare da una laguna all’altra, mentre quando arriva l’alta marea il passaggio si inabissa del tutto, diventando profondo circa un metro e mezzo. Per chi non è un esperto nuotatore, o non riesce a trattenere il fiato a lungo, è sempre però possibile raggiungere la seconda laguna tramite una scaletta di legno abbarbicata sulle scogliere calcaree di Coron… una vera esperienza da non perdere!
  • Beach 91: Zona ristoro molto carina, costruita su una caletta naturale circondata da scogliere… qui vengono serviti buffet di pesce, verdure e riso davvero saporiti.
  • Skeleton Wretch: Un relitto inabissato a circa 25-30 metri, e facilmente visibile anche facendo snorkeling. Da molti erroneamente confuso con i più famosi relitti giapponesi della II Guerra Mondiale, secondo le guide locali si tratta possibilmente di un galeone mercantile cinese del XVI secolo.
  • CYC Beach: CYC sta per “Coron Youth Club”, Club Giovanile di Coron. Questa è l’unica spiaggia dell’isola dove non è necessario pagare una tassa di entrata per la conservazione del patrimonio naturale, motivo per cui è molto frequentata e famosa.
  • Malwawey Coral Garden: Uno dei giardini di corallo meglio conservati della zona, e probabilmente di tutte le Filippine. A Malwawey è molto facile imbattersi in vari pesci tropicali come il pesce chirurgo, pesce angelo, pesce farfalla e il pesce pagliaccio nascosto tra gli anemoni di mare. Con un po’ di fortuna si può addirittura riuscire a intravedere grandi banchi di sardine, a formare quasi muri argento in movimento a circa una decina di metri sotto il pelo dell’acqua.

Tour “Relax sulle Isole”

  • Malcapuya Island: Prima tappa del tour delle isole, a Malcapuya è possibile rilassarsi sulla spiaggia o fare snorkeling per vedere da vicino le famose “giant clams”, il mollusco più grande del mondo, simile ad una enorme ostrica dalla colorazione verde-bluastra.
  • Banana Island: Presso questa isola disabitata si trova un giardino di corallo molto famoso e ancora ben conservato.
  • Bulog Dos Island: Ultima tappa del tour, ottima per il relax!

Tour Relitti e Coralli a Lusong

  • Pass Island: Piccola isola disabitata a ovest di Busuanga, vicino alla zona dei relitti giapponesi. Ottima zona di snorkeling, anche qui come a Malcapuya si possono vedere le “giant clams”.
  • Lusong Coral Garden: Giardino di corallo nei pressi dei relitti giapponesi della II Guerra Mondiale.
  • Lusong Gunboat: Una nave cannoniera giapponese, visibile in immersione ma anche semplicemente con lo snorkeling!

Le meraviglie sottomarine – dove immergersi a Coron:

Le acque attorno all’isola di Coron sono ricche di siti per immersioni, adatte ai subacquei di tutti i livelli e con una enorme varietà di esperienze, dal wreck dive fino all’immersione in acqua dolce!

Ecco i siti più famosi per immersioni raggiungibili dalle sistemazioni a Busuanga:

  • CYC: vicino alla più famosa spiaggia, sorge un sito di immersioni per principianti dove è possibile muovere i primi passi alla scoperta della barriera corallina, discendendo gradualmente fino a 20 metri.
  • Cathedral Cave: Una grotta situata a sud-est della costa di Coron, collegata direttamente al mare. L’entrata della grotta si trova a sei metri sotto il livello del mare: da qui si percorre un tunnel scendendo fino a 12 metri. Una volta usciti dal tunnel si intravede la luce del sole: si arriva infatti ad una grande cattedrale sotterranea, il cui soffitto è collassato lasciando cadere anche un intero albero, ormai fossilizzato… un’esperienza davvero fuori dal comune!
  • Siete Pecados: Famoso come sito di snorkelling, è anche ottimo per il diving fino a 20 metri. Qui si possono vedere facilmente banchi di pesci tropicali, nudibranchi, tartarughe marine e barracuda.
  • Barracuda Lake: Questa è una delle esperienze più particolari che è possibile vivere a Coron Island. Il sito di immersione si raggiunge tramite un sentiero che passa attraverso la scogliera calcarea, con le pinne alla mano e le scarpe addosso. Una volta giunti a destinazione comincia la vera e propria immersione: per i primi 4 metri l’acqua è dolce, dopo diventa salata. Si possono sperimentare cambi di temperatura nell’acqua da 28 fino a 38°C. Tra i 34 e i 35 metri l’acqua cristallina diventa improvvisamente color del the, a causa dell’acido tannico prodotto dalle foglie che cadono nel lago. E per finire, è anche possibile incontrare il “re del lago”, un barracuda lungo circa un metro e mezzo che abita queste acque.

Relitti Giapponesi della II Guerra Mondiale:

Attorno alla zona di Lusong sono inabissati moltissimi relitti giapponesi della seconda guerra mondiale… una vera flotta che aspetta solo di essere scoperta! Tra le varie imbarcazioni che è possibile vedere in immersione ricordiamo:

  • Akitsushima, una nave di appoggio per idrovolanti vicino a Manglet Island;
  • Irako, nave frigo per i rifornimenti, inabissata all’entrata di Coron Bay;
  • Okikawa Maru, una petroliera inabissata vicino a Busuanga, isola di Conception: si tratta del relitto più grande della flotta di Coron;
  • Kogyu Maru, una nave cargo che trasportava materiali da costruzione per una pista di decollo giapponese nel Pacifico;
  • Kyokuzan Maru, una nave cargo abbastanza lontana dalle altre: è possibile raggiungerla in giornata e programmare due immersioni diverse;
  • Nanshin Maru, una piccola petroliera: il sito di immersione è anche chiamato “Black Island Wreck”, Relitto dell’Isola Nera;
  • Lusong Gunboat, nave cannoniera come dice il suo nome: ottima come immersione rilassante tra altre immersioni.

La Regione di Palawan e le isole attorno a Busuanga offrono davvero emozioni ed esperienze per tutti i gusti: se anche voi volete partire alla scoperta delle incontaminate barriere coralline, dei laghi pulitissimi e dei relitti giapponesi, potete chiederci un preventivo personalizzato!