Informazioni pratiche per viaggiare in Australia

 

Un viaggio in Australia pensato nei minimi particolari ti farà vivere momenti indimenticabili.
Per non lasciare nulla al caso, abbiamo creato questa lista di consigli utili per farti trascorrere al meglio la tua esperienza nella Terra dei Canguri!

CLIMA, QUANDO ANDARE

L’Australia si trova a sud dell’equatore, quindi le stagioni sono invertite rispetto all’Europa: l’estate va da dicembre a marzo e l’inverno da giugno a settembre. Considerate le dimensioni del paese, il clima varia di molto da una regione all’altra, non esiste, quindi, un periodo sconsigliato per un viaggio in Australia, ma esistono territori più consigliati in alcuni periodi e meno consigliati in altri.
In linea generale, nella maggior parte del continente si alternano quattro stagioni, mentre nel “Top End” (dove si trovano Darwin, Kakadu, Katherine, Uluru), a Broome, nel Kimberley e nel Tropical North Queensland (Cairns, le Isole Whitsunday e la Daintree Rainforest) esistono solo due stagioni: la “stagione delle piogge” (da novembre ad aprile) e la “stagione secca” (da maggio a ottobre).

Durante l’estate australe il centro dell’Australia è molto caldo e secco.
Nelle coste, incluse le aeree di Perth, Adelaide, Sydney e Melbourne, le estati sono calde con scarse precipitazioni (esclusa Melbourne dove il tempo è più variabile) – sono zone ideali per chi vuole rilassarsi in spiaggia.
La costa est è altrettanto calda, ma più umida.

L’inverno australe è il periodo migliore per visitare il nord dell’Australia, inclusa la Grande Barriera Corallina, Darwin ed il nord del Western Australia. Le zone costiere a sud sono oggetto di piogge invernali, ma non hanno temperature rigide.
La Tasmania ha un inverno abbastanza freddo, spesso nevoso, così come accade sulle catene montuose tra Sydney e Melbourne, dove, in questo periodo, è possibile sciare.

COME ARRIVARE & SPOSTARSI

Per raggiungere l’Australia occorrono almeno due voli di lungo raggio, quindi non meno di 20 ore di volo.
Dall’Italia, il passaggio più conveniente è via oriente, numerose compagnie aeree effettuano i collegamenti intercontinentali. Considerando la distanza e la vastità del territorio, per un viaggio in questa destinazione consigliamo almeno 2 settimane, anche se per visitare bene tutto ci vorrebbero diversi mesi.

Probabilmente hai sentito dire che l’Australia è un paese enorme, ma lo sapevi che, nonostante le sue dimensioni, spostarsi al suo interno è molto semplice?
Stabilire un itinerario di base valido per tutti è molto difficile, date le numerose attività da fare: puoi prendere parte a tour guidati, a delle escursioni, noleggiare un’auto e utilizzare dei voli interni per spostarti da un’area all’altra.

Muoversi in città e dintorni: il trasporto pubblico è buono e la maggior parte delle volte più economico rispetto ai trasferimenti organizzati. Il servizio di taxi è ottimo, ne troverai molti ai terminal dell’aeroporto, vicino agli hotel e fuori dai centri commerciali. In alcune città è anche disponibile il servizio di Shuttle, una sorta di taxi collettivo e più economico, molto comodo per i trasferimenti da/per l’aeroporto.

Muoversi in aereo: spostarsi in aereo è il modo migliore per coprire le lunghe distanze australiane in breve tempo. Le compagnie aeree nazionali australiane, come Qantas, Virgin Australia e Jetstar, servono tutte le capitali di stato e le principali città regionali, rendendo semplice spostarsi tra le principali destinazioni dell’Australia.

Muoversi in autobus: in Australia i viaggi in autobus sono comodi, efficienti e a prezzi ragionevoli. Gli autobus di solito dispongono di aria condizionata, luci per la lettura, sedili reclinabili e WiFi gratuito. Greyhound, la linea di pullman nazionale australiana, offre biglietti “hop-on hop-off” (ovvero puoi salire e scendere dal pullman con lo stesso biglietto) lungo le strade più famose.

Muoversi in auto: l’Australia ha una vasta rete di strade ben mantenute e offre alcuni dei viaggi on the road più belli al mondo.
La prima cosa da sapere è che si guida a sinistra come in Inghilterra e dovrai inoltre avere una Patente di Guida valida tradotta in inglese (per non avere problemi è consigliabile ottenere una Patente Internazionale, anche se quasi sempre gli autonoleggi e le pubbliche autorità si accontentano della patente italiana).
Segui la Great Ocean Road nel Victoria e scopri la spettacolare costa sud-orientale, oppure, sperimenta il Red Centre dell’Australia in un leggendario viaggio attraverso il deserto! Troverai varie società per il noleggio di auto nei principali aeroporti e nelle località urbane centrali; noleggia un’auto, un fuoristrada o un caravan e mettiti in marcia.

Muoversi in treno: scopri gli spettacolari viaggi in treno, come il Ghan e l’Indian Pacific, che percorrono l’intero continente offrendo comfort e un senso di romanticismo nostalgico. L’Indian Pacific viaggia tra Sydney e Perth, fermandosi a Broken Hill, Adelaide e Kalgoorlie. Il leggendario Ghan viaggia, invece, tra Adelaide e Darwin, inserendosi nel Red Centre australiano e nel Top End tropicale.

DOCUMENTI NECESSARI

Per l’ingresso nel paese è necessario il passaporto in corso di validità. Oltre al passaporto, è obbligatorio ottenere un visto d’ingresso. Il visto turistico “elettronico” (ETA Electronic Travel Authority) ha una validità di 12 mesi e permette entrate multiple nel paese con soggiorni di non più di 3 mesi ciascuno. Non necessita di adesivo attaccato al passaporto, in quanto è un visto “invisibile”, e, se ci avete incaricato di occuparcene, lo troverete nei vostri documenti di viaggio.
Per altri tipi di visto o informazioni puoi rivolgerti al Consolato o all’Ambasciata Australiana di Roma.

VIAGGIARE CON I BAMBINI

Per chi viaggia con bambini l’Australia è certamente un Paese molto adatto e sicuro.
La possibilità di vedere da vicino meraviglie naturali e molti animali certamente entusiasmerà i più piccoli; ci sono spesso particolari attenzioni per le famiglie. Per chi viaggia con bambini molto piccoli, l’ideale è prevedere poche tappe e itinerari fly and drive con tempi un po’ più diluiti, in modo da potersi adattare alle esigenze dei bambini.

LINGUE PARLATE

La lingua ufficiale è l’Inglese, di cui gli Australiani ne hanno sviluppato una loro versione, piena di slang e con un accento particolare, tuttavia abbastanza comprensibile. Alcune espressioni invece derivano dalle lingue Aborigene.
Kia Ora Viaggi affida l’assistenza in Australia a un corrispondente locale, che si occupa della maggior parte delle prenotazioni dei servizi a terra e offre assistenza per i voli e ai nostri clienti.
Il loro servizio è sempre presente ed efficiente, lo staff parla inglese e italiano (quest’ultima solo in orari d’ufficio e se presenti gli operatori che parlano italiano).

FUSO ORARIO

L’Australia è suddivisa in tre diversi fusi orari, il fuso orario dell’est (fuso orario GMT+10 ore), centrale (fuso orario GMT+9.5 ore) e dell’ovest (fuso orario GMT+8 ore).
“L’est” è in vigore nel New South Wales, nell’ Australian Capital Territory, nel Victoria, in Tasmania e nel Queensland. Quello “centrale” è in vigore nel Northern Territory e nel South Australia, mentre l'”ovest” è in vigore nell’Australia Occidentale (Western Australia).

Esiste inoltre l’ora legale, durante questo periodo, gli orologi vengono portati in avanti di un’ora.
L’ora legale è in vigore dai primi di ottobre ai primi di marzo nel New South Wales, nell’Australian Capital Territory nel Victoria in Tasmania e nel South Australia. L’ora legale non è in vigore nel Northern Territory, Western Australia e nel Queensland.

SALUTE

Il servizio locale di assistenza medica è generalmente di ottimo livello, soprattutto nelle aree urbane.
Nelle aree rurali e in quelle più remote, vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco numerose e distanti.
Lo standard di igiene è comunque molto elevato, soprattutto in campo alimentare.
Non vi è nessun problema particolare di profilassi igienico-sanitaria, non è richiesta alcuna vaccinazione a meno che non si sia stati in un paese affetto da febbre gialla nei 6 giorni precedenti l’arrivo in Australia.
Vige, inoltre, tra l’Italia e l’Australia un accordo in materia di assistenza sanitaria che consente ai turisti italiani di beneficiare dell’assistenza sanitaria di base garantita ai cittadini australiani ( “Medicare”) per un periodo non superiore ai 180 giorni.

VALUTA

La valuta locale è il Dollaro Australiano (1 AUD= 0,60 Euro circa).
Potrai partire dall’Italia con dei contanti in valuta locale (reperibili nelle nostre banche), tuttavia si può cambiare la valuta facilmente anche in loco: negli sportelli di cambio in aeroporto, in tutte le banche, in alcuni hotel o prelevando direttamente con la tua carta negli sportelli ATM. Anche l’EFTPOS è ampiamente disponibile in molti negozi australiani, permettendo di pagare per gli acquisti con la carta di credito o di debito. Le carte di credito sono accettate in tutte le grandi città, anche se il loro uso può essere limitato nelle piccole cittadine e nelle zone interne. Prima di partire meglio controllare con la propria banca se il bancomat funziona negli ATM in Australia.
Carte di credito quali Visa, Mastercard, American Express, Bankcard, Diners Club, MasterCard, Visa, UnionPay e JCB sono largamente accettate.

ELETTRICITÁ

La corrente elettrica in Australia è 220-240 volts, AC 50Hz, avrai quindi bisogno di un adattatore.

TELEFONIA & INTERNET

Il prefisso internazionale per l’Australia è 61, ogni regione ha poi anche un apposito prefisso.
La copertura della rete dei cellulari è disponibile in tutta Australia, ma può essere limitata o assente in alcune aree remote (Northern Territory, Western Australia). Se vuoi acquistare una Sim, tra i principali operatori, troverete senz’altro Telstra, Lebara, Vodafone Australia, Virgin Mobile e Optus.
Il Wi-Fi è disponibile quasi ovunque, sicuramente lo troverai nelle caffetterie, nelle biblioteche e in hotel.
Quindi, se sei in possesso di uno smartphone e hai applicazioni come Skype o WhatsApp potrai sfruttare le connessioni Wi-Fi disponibili e chiamare o mandare messaggi gratuitamente. Skype può essere utilizzato anche per chiamare fissi e cellulari in Italia a tariffe molto vantaggiose (ricaricando il credito).