Informazioni Pratiche per viaggiare negli Emirati Arabi

Formalità d’ingresso: Passaporto necessario con validità non inferiore ai sei mesi dalla data di ingresso nel Paese; il visto d’ingresso viene rilasciato gratuitamente all’arrivo in aeroporto. All’ingresso nel Paese viene apposto un timbro sul passaporto sul quale è specificata la durata del soggiorno che non eccede mai i trenta giorni; può essere estesa solo presso gli uffici competenti per l’immigrazione.

Dogana: Per i visitatori che si recano negli Emirati Arabi, sono in vigore le consuete restrizioni internazionali per l’importazione di alcolici e sigarette. E’ severamente vietato importare stupefacenti, armi e munizioni, fucili subacquei, sostanze chimiche e radioattive, materiale pornografico. Tutte le sostanze stupefacenti sono illegali e puniti con la reclusione fino a 30 anni, inoltre non vi è differenza tra spaccio e consumo personale.

Disposizioni di sicurezza per chi viaggia in aereo: 
E’ entrato in vigore un Regolamento Europeo a partire dal 6/11/2006 riguardante ciò che è possibile portare a bordo degli aerei nel bagaglio a mano. La disposizione riguarda i voli in partenza da tutti gli aeroporti della Ue, e dunque anche dall’Italia, oltre che Norvegia, Islanda e Svizzera e territori francesi d’oltremare. è consentito portare a bordo, nel bagaglio a mano, solo una piccola quantità di liquidi, in recipienti ciascuno di capacità massima di 100 millilitri o di misura equivalente (100 grammi), che dovranno essere inseriti in sacchetti di plastica trasparente e richiudibili con capienza massima di un litro (oppure di dimensioni, ad esempio, di circa 18 centimetri x 20).
Questi sacchetti devono essere presentati al controllo separatamente dal resto del bagaglio a mano. Per ogni passeggero, inoltre, e’ consentita solo una busta. Tra gli articoli liquidi che e’ possibile portare a bordo in piccole quantità vi sono l’acqua ed altre bevande, profumi, gel (inclusi prodotti gelatinosi per capelli e per la cura del corpo come bagno schiuma e doccia schiuma), sostanze in pasta (compreso il dentifricio), mascara, creme, lozioni e oli, spray, contenuto di recipienti pressurizzati (tra cui schiume da barba e deodoranti), miscele di liquidi e solidi, nonché ogni altro prodotto di consistenza analoga. Nel bagaglio a mano, al di fuori di questa busta richiudibile, si può continuare a trasportare medicinali, sostanze dietetiche e alimenti per bambini per l’utilizzo durante il viaggio.
A questo riguardo l’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) sottolinea che “potrebbe essere necessario fornire prova dell’effettiva necessità di tali articoli”. E’ possibile acquistare liquidi, come bevande e profumi, nei punti vendita aeroportuali, nei Duty free oltre i controlli di sicurezza, sugli aerei e negli altri aeroporti comunitari. I prodotti acquistati presso i Duty free e a bordo degli aerei saranno consegnati in appositi sacchetti, sigillati dal venditore, che si consiglia di non aprire prima di essere arrivati alla destinazione finale. In caso contrario, se si effettuano scali intermedi, i liquidi acquistati potrebbero essere sequestrati ai controlli di sicurezza. Le nuove regole, viene ancora precisato, “riguardano esclusivamente il bagaglio a mano e non il bagaglio da stiva, ovvero il bagaglio che viene consegnato al momento del check-in per essere ritirato nell’aeroporto di destinazione e per il quale non vi sono restrizioni in merito all’inserimento di liquidi”.

Banche: I grandi istituti bancari internazionali hanno filiali negli Emirati Arabi. Le banche sono generalmente aperte dal sabato al giovedì dalle 08.00 alle 13.00 (il venerdì è giorno di chiusura).

Cambio: Il Dirham (AED o più comunemente Dhs) degli EAU si divide in 100 fils. 1 Dirham è pari circa 0,25 Euro (quindi 1€ corrisponde a circa 4 AED). Troverete cambi e macchine ATM (Bancomat) ovunque nelle grandi città. Potete cambiare anche all’aeroporto, nelle banche e nella maggior parte degli hotel (viene richiesto il passaporto): i tassi di cambio più vantaggiosi sono quelli dagli uffici di cambio. I contanti sono ancora il metodo di pagamento preferito, anche se le carte di credito e i bancomat sono ampiamente accettati. Se fate compere nei suq (mercati) o in negozi più piccoli, la soluzione migliore, e spesso l’unica, sono i contanti.

Carte di credito: Le carte di credito come American Express, Diners Club, MasterCard e Visa sono accettate quasi ovunque, negli hotel, ristoranti e negozi. Ci sono invece difficoltà per quelle elettroniche.

Orari dei negozi: I negozi sono aperti dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.30 tutti i giorni tranne il giovedì pomeriggio e il venerdì, infatti sono considerati fine settimana nel mondo islamico – diversi centri commerciali sono aperti 7 giorni su 7. Le ambasciate e i consolati sono generalmente aperti dalle 08.45 alle 12.30 dalla domenica al giovedì, con chiusura il venerdì e il sabato: di solito segnalano nella segreteria telefonica un numero per le emergenze.
Durante il mese del Ramadan i negozi cambiano spesso orario, restando chiusi durante il giorno, aprendo un’ora o due dopo il tramonto e fino a tarda notte. I negozi di alimentari e i ristoranti normalmente rimangono chiusi o offrono un servizio di asporto soltanto durante il giorno e poi aprono per il pasto dell’Iftar dopo il tramonto.

Clima: Negli Emirati il clima subtropicale è secco, molto caldo e presenta una forte escursione termica tra il giorno e la notte. Particolarmente secco da Ottobre ad Aprile, il clima diviene caldo-umido nel periodo fra Maggio e Settembre; nelle zone costiere la temperatura viene mitigata dalle brezze marine.
Le temperature estive superano i 40°C; Gennaio è il mese più freddo (min.15°C).
Il periodo più adatto per visitare queste zone è quello compreso fra Ottobre e Maggio, quando le temperature non superano i 35°C e le piogge sono scarse.

Salute: Non è richiesta nessuna vaccinazione. Gli emirati di Dubai e Abu Dhabi vantano numerosi ospedali pubblici e istituti di cura privati che offrono assistenza medica di qualità.
Dubai Healthcare City è stata creata nel 2002 con l’obiettivo di fornire cure e servizi sanitari di altissima qualità. Il complesso comprende due ospedali e più di cento ambulatori medici e laboratori diagnostici.

Pronto soccorso: Consigliamo di includere nel bagaglio una piccola trousse per curare i mali abituali.

Sicurezza: Gli EAU sono uno dei posti più sicuri al mondo. La maggior parte dei crimini riceve pene severe. Le strade sono molto frequentate alla sera, camminare la notte nelle città è sicuro. Potrete vedere anche molti bambini in giro fino oltre la mezzanotte. Tuttavia si consiglia di seguire le normali norme di sicurezza e buon senso. In particolare consigliamo di depositare denaro, passaporti ed altri oggetti di valore nelle cassette di sicurezza o nella cassaforte a disposizione negli alberghi. La direzione degli alberghi non si assume alcuna responsabilità in merito ad oggetti e valori lasciati in camera. Durante le escursioni portare il denaro strettamente necessario. In ogni caso sconsigliamo di portare gioielli e oggetti di valore in viaggio. Si consiglia la massima prudenza in prossimità di zone militari; rispettate i luoghi sacri (il cui accesso è riservato solo ai musulmani), e tenete un comportamento corretto nei mercati e nei posti generalmente affollati. In particolare si raccomanda agli uomini di evitare i luoghi riservati alle donne.
Per le escursioni nel deserto sono sconsigliate le visite individuali senza una guida.

Emergenze: Il nostro corrispondente ha un numero di emergenza per l’assistenza ai clienti attivo 24 ore su 24.
Alcuni numeri utili sono:
–    Ambulanza e polizia: 999
–    Vigili del fuoco: 997
–    Sicurezza turisti a Dubai: 8004888

Fuso orario: Dubai e Abu Dhabi si trovano a + 4 rispetto al GMT, quindi 3 ore avanti rispetto all’Italia, 2 ore quanto è in vigore l’ora legale.

Lingua: L’arabo è la lingua ufficiale. L’inglese è diffusamente parlato e compreso, oltre che comunemente utilizzato come seconda lingua negli affari e nel commercio.

Elettricità: L’elettricità è 220 / 240 volt, 50 Hz e le prese di corrente richiedono un adattatore universale. Alcuni apparecchi elettrici possono necessitare di un trasformatore.

Acqua: L’acqua corrente del rubinetto è potabile e sicura da bere nelle città principali. Nonostante questo, molti visitatori preferiscono l’acqua in bottiglia, raccomandata se siete al vostro primo viaggio. Negli alberghi e nei ristoranti viene servita acqua minerale imbottigliata localmente o di importazione, disponibile anche nei supermercati.

Telefoni e internet: Il prefisso internazionale per chiamare a Dubai e Abu Dhabi è 00971. Nelle principali città degli Emirati Arabi è assicurata la copertura per i cellulari GSM. Etisat e Du sono i principali operatori di telecomunicazioni del Paese. Si possono effettuare chiamate telefoniche dirette per quasi tutti i Paesi del mondo. Le chiamate urbane da telefono fisso sono gratuite.
Molti alberghi offrono collegamenti internet gratuiti e sono molti gli internet café sparsi per la città.

Trasporti: L’ampia scelta di mezzi di trasporto pubblici facilmente disponibili ed economici rende agevoli gli spostamenti negli Emirati Arabi.

A Dubai ed Abu Dhabi ci si muove abitualmente in taxi: i taxi sono numerosissimi e applicano tariffe ragionevoli. La tariffa è calcolata in base ai chilometri percorsi. Esiste una tariffa base di inizio corsa differente a seconda della città, del punto di prelievo o dell’orario (ad esempio viene applicata una maggiorazione se la corsa è notturna).
Molti tassisti non parlano un buon inglese e non sempre conoscono i nomi delle strade, dunque è buona norma sapere esattamente dove si è diretti. E’ anche utile avere con sé il numero di telefono della destinazione, in caso ci si perda. In ogni caso il servizio di taxi è molto capillare sul territorio, e più economico rispetto all’Italia.

A Dubai esistono anche taxi per signore: le donne possono usufruire di taxi a loro riservati, guidati a loro volta da donne. Queste vetture speciali si riconoscono per il tettuccio, i sedili e gli interni rosa, e sono la soluzione ideale per le signore non accompagnate.
Inaugurata nel 2009 la metropolitana di Dubai attraversa la città con 52km di Red Line (che va da Rashidiya a Jebel Ali) e 23km di Green Line (che collega la zona di Etisalat al Creek): la metro è economica e vi troverete sempre a brevissima distanza dalla vostra destinazione.

Un mezzo di trasporto più tradizionale e pittoresco a Dubai è certamente l’abra, una barca tradizionale di legno. E’ possibile utilizzarla per muoversi lungo il Creek: costa pochi Dirham.

Ristoranti e vita notturna: Alla sera Dubai offre una vita notturna vivace, con eccellenti ristoranti con specialità regionali e da tutto il mondo, caffè e nightclub aperti fino alle prime ore del mattino. Dopo cena, i nottambuli potranno ballare al ritmo delle canzoni più in voga presentate da famosi DJ internazionali, chiamati ad animare i sempre più numerosi nightclub degli alberghi, ognuno caratterizzato da uno stile e un’atmosfera particolari.

Acquisti: Gli Emirati sono un luogo ideale per fare acquisti. Dalle marche dei grandi stilisti alle creazioni locali, dalla gioielleria all’elettronica di ultima generazione, le città di Dubai e Abu Dhabi sono un vero paradiso per lo shopping.  Quasi ogni mese, speciali eventi dedicati (Dubai Shopping Festival, Dubai Summer Surprises, Eid in Dubai, Ramadan Market Gitex) e migliaia di visitatori in cerca di buoni acquisti animano questi due emirati.

I centri commerciali, grandi o piccoli, sono presenti ovunque. I moderni mall, colonna portante di Dubai soprattutto, dispongono non solo di negozi, ma anche di ristoranti, caffè, cinema, una pista da sci, un acquario e una pista da pattinaggio sul ghiaccio, come è il caso del Dubai Mall e del Mall of the Emirates.
Per un’esperienza di shopping in puro stile arabo visitate uno dei tanti esotici suq degli emirati. Il più bello è il coloratissimo Mercato delle Spezie, che abbonda di aromi esotici ed è pieno di abitanti del luogo in cerca di buoni affari. Dubai vanta anche il più grande mercato d’oro al mondo. Fare un giro nei suq pieni di atmosfera è un buon modo per capire come era la vita a Dubai prima che venisse scoperto il petrolio.
È consigliabile visitarli nel tardo pomeriggio, quando fa un po’ più fresco, ma per i mattinieri i suq aprono alle 7:00 e chiudono alle 12:00. Riaprono dalle 17:00 alle 19:00 tutti i giorni, tranne il venerdì, quando sono aperti solo nel pomeriggio.

Con i suoi 18.000 mq il Dubai Duty Free è tra le rivendite esentasse aeroportuali più grandi del mondo. Il Duty Free di Dubai include un’enorme quantità di prodotti cosmetici e di profumeria, gioielleria, prodotti elettronici, musica, tabacchi e bevande duty free. Una libreria ben fornita offre tutto ciò che si possa desiderare leggere su un aereo, spaziando dai best seller internazionali alle guide pubblicate localmente, fino ai grandi volumi illustrati. La scelta di abbigliamento non è vastissima, quindi è consigliabile non rimandare l’acquisto dei vestiti all’ultimo momento!

Cucina: 
Il menù degli EAU è simile a quello degli altri paesi mediorientali. Nei principali alberghi vi sono ristoranti dove è possibile consumare anche piatti della cucina internazionale, orientale o europea. È necessario tener presente che essendo gli Emirati di religione musulmana, è vietato il consumo di bevande alcoliche, servite solo nei ristoranti degli alberghi.
Se amate il sapore delle tradizioni locali andate alla ricerca del famoso pane arabo (khobs); accompagnerà a meraviglia il pollo alla griglia (dajaj), gli spiedini di carne d’agnello speziata, noti col nome di kefta, e le minute polpette di ceci fritte (falafel).  Molto gradevole è anche il fuul, una riuscita combinazione di fave, fagioli neri e lenticchie condita con aglio e limone. Da non perdere è infine la magnifica crema di ceci macerata con aglio, olio di oliva e succo di limone chiamata hummuss. Fra le bevande non poteva mancare il nutriente e aspro latte di cammella, oltre ai celeberrimi caffè arabo e tè alla menta (shai na’a na’a).

Cosa Vedere/Luoghi di interesse:

Burj Khalifa: L’edificio più alto del mondo (828m) domina tutto lo skyline di Dubai. È possibile salire quasi fino in cima in 1 min di ascensore (dal The Dubai Mall). Bellissima la vista panoramica della città.
Burj Al Arab: Questo hotel a forma di vela gonfia di vento è uno dei simboli della città. Suggestivo alla sera grazie alla particolare illuminazione.
Aquaventure: Parco acquatico, la cui principale attrazione è una piramide mesopotamica con uno scivolo adrenalinico. Si trova presso l’hotel Atlantis The Palm.
Dubai Dolphinarium: Questo delfinario offre l’opportunità di conoscere meglio questi animali gentili e simpatici nonché di interagire con loro. I bambini possono nuotare con i delfini, abbracciarli e compiere giri di vasca attaccati alla pinna dorsale.
Ski Dubai: La prima stazione sciistica al “coperto” del Medio Oriente, riproduce perfettamente l’ambiente montano. Ci si può divertire con gli sci, lo snowboard o lo slittino. Si trova all’interno del Mall of the Emirates.
Wild Wadi: il più grande e popolare parco acquatico di Dubai, con attrazioni spettacolari ispirate ai racconti di Sinbad e Juha.
Bastakya e Museo di Dubai: Bastakya il quartiere vecchio e completamente ristrutturato di Dubai. Qui potrete ammirare le caratteristiche torri del vento, costruzioni tipiche dell’architettura emiratina con la funzione di rinfrescare gli ambienti interni. Il museo di Dubai si trova all’interno del maestoso Al Fahidi Fort.
Marina di Dubai: Per una piacevole passeggiata alla sera, la Marina di Dubai è il luogo ideale.
Ferrari World Abu Dhabi: il più grande parco a tema Ferrari e il più grande parco divertimenti al coperto al mondo.
Corniche di Abu Dhabi: uno splendido lungomare di 8km che racchiude aree giochi per bambini, piste ciclabili e pedonali, bar ristoranti e la Corniche Beach, un nuovo stabilimento balneare con bagnini.
Grande Moschea Sheikh Zayed di Abu Dhabi: capolavoro di architettura moderna, è una delle moschee più grandi del mondo, con un’impressionante capienza di 40mila fedeli. Aperta ai non musulmani. Visite guidate ogni ora: dal sabato al giovedì, dalle 10:00 alle 17:00.
Yas Island: Al largo della città di Abu Dhabi quest’isola ospita il circuito di Formula 1 Yas Marina, il Ferrari World, un campo da golf a 18 buche e nuovi hotel.
Oasi di Al Ain: un’oasi ricca di piantagioni di palme. Nelle fattorie all’interno dell’oasi troverete molti esempi di falaj, il tradizionale sistema di irrigazione degli Emirati.Donne: Le donne non dovrebbero avere problemi a viaggiare negli Emirati Arabi. I poliziotti sono servizievoli e rispettosi: non esitate a contattarli se siete oggetto di attenzioni indesiderate.

Bambini: Dubai e Abu Dhabi sono mete ideali per chi viaggia con bambini. Ci sono moltissimi parchi e spiagge, aree dedicate ai bambini e “baby parking” in tutti i principali centri commerciali. Molti hotel sono attrezzati a ricevere i bambini nel migliore dei modi e offrono servizi che vanno dalla baby-sitter ad attività e piscine per bambini. Alcuni ristoranti accolgono i bambini, altri no.

Comportamenti corretti e da evitare:

Saluti: Il saluto canonico incontrando un arabo del Golfo è di alzarsi in piedi e stringergli la mano dicendo “As-Salaam Alaykum”. E’ invece considerato quasi sempre inopportuno per un uomo salutare con una stretta di mano una donna musulmana (e viceversa). Le donne del luogo di solito non porgono mai la mano ad un uomo, bensì sorridono e fanno un cenno col capo; in modo analogo, alcuni uomini arabi preferiscono non stringere la mano ad una donna straniera. Nel dubbio, meglio aspettare che la persona che s’incontra per la prima volta tenda la mano o meno.Condotta personale e buona educazione: Un atteggiamento villano ed arrogante è inaccettabile. Bestemmiare è considerato molto offensivo. Le manifestazioni di affetto tra un uomo e una donna sono considerate irriguardose e possono essere soggette all’arresto. Sono anche punibili con l’arresto la guida in stato di ebbrezza e qualunque comportamento inappropriato dovuto all’alcool.
Abbigliamento: E’ consigliata una certa modestia e sobrietà nell’abbigliamento, in particolare quello femminile, trattandosi di un Paese dell’Islam. Top con le spalle scoperte, abiti corti e vestiti attillati sono considerati inopportuni. Si consiglia di indossare capi leggeri nei mesi estivi, giacche leggere, scialle o pullover nei mesi invernali. Si raccomandano gli occhiali da sole, copricapo adeguato e crema con alto fattore di protezione. L’uso del costume da bagno dovrebbe essere limitato all’interno delle piscine degli alberghi, nei resort e sulla spiaggia.  Prima di lasciare queste aree bisogna rivestirsi, sebbene in modo casual. Le accortezze nella scelta dell’abbigliamento sono molto importanti durante il mese del Ramadan.
Fotografia e video: si raccomanda di prestare massima attenzione a non fotografare e/o riprendere aeroporti, postazioni militari, agenti di polizia, uffici pubblici, ambasciate e consolati in quanto severamente vietato. La popolazione locale, in particolar modo le donne, non gradisce essere fotografata pertanto si raccomanda il massimo rispetto. Infatti fotografare le donne arabe è considerato invadente e inopportuno ed è quindi un comportamento da evitare.
Ramadan: il Ramadan è il nono mese del calendario islamico che si basa sul ciclo lunare, per cui le date cambiano ogni anno. E’ il mese più sacro dell’anno, nel quale i musulmani celebrano la rivelazione del Corano al profeta Maometto. Durante questo periodo di riflessione spirituale viene osservato il digiuno nelle ore del giorno – è proibito mangiare, bere e fumare in pubblico. Ai visitatori viene cortesemente chiesto di astenersi dal mangiare, bere o fumare nei luoghi pubblici durante le ore del giorno. Il mancato rispetto di questa richiesta potrebbe infastidire la gente o causare una querela formale. Durante il Ramadan la vendita di alcolici è limitata alle ore dopo il tramonto. Non è inoltre permesso suonare musica dal vivo o ballare (i night-club di norma chiudono per l’intero mese) e i cinema limitano le proiezioni durante il giorno. Il Ramadan termina con una festa di tre giorni che si chiama Eid Al Fitr, durante la quale ci si scambia regali con familiari, amici, vicini di casa e si fanno opere di carità.
Mance: La maggioranza degli hotel, ristoranti e club applicano una tassa sul servizio del 10-16% sul conto e le mance non sono necessarie. E’ a vostra discrezione dare la mancia al personale dell’albergo. Ai tassisti, ai portabagagli, a chi metta la spesa nei sacchetti al supermercato e ai lavavetri nelle stazioni di servizio di solito si lasciano 2Dh.

Tourism Dirham: Questa è una tassa turistica applicata a tutti gli ospiti di Hotel, Appartamenti, Guest Houses, esclusivamente nell’Emirato di Dubai a partire dal 31 Marzo 2014. La Tourism Dirham è da corrispondere direttamente alla struttura al check out e non può essere prepagata.