In queste settimane siamo stati spettatori di tragici reportage: l’Australia brucia.
Le aree maggiormente colpite sono state il New South Wales nella South Coast e nella zona delle Blue Mountains; Kangaroo Island nel South Australia; East Gippsland e Upper Murray nel Victoria, mentre Canberra e Melbourne sono state ricoperte da nubi di fumo provocate dal fuoco.

Esprimendo tutto il nostro cordoglio alle famiglie e comunità colpite dagli incendi, vogliamo comunque rassicurare i viaggiatori sul fatto che non tutta l’Australia è in fiamme.
Il Queensland, le Whitsundays, il Western Australia, il Northern Territory col celebre Uluru, la Gold Coast, la Tasmania e Hobart, Sydney e Melbourne, Adelaide non sono state colpite dagli incendi, o lo sono state in modo marginale.
Tutti gli aeroporti internazionali sono operativi.

Siamo aggiornati quotidianamente dai nostri corrispondenti locali sulla situazione del Paese, in modo tale da chiarire ogni dubbio e dare ai viaggiatori informazioni più puntuali rispetto a quelle, talvolta fin troppo sensazionalistiche, che si sono diffuse in questi giorni. Per maggiori dettagli relativi alle zone colpite, ti rimandiamo al link della pagina dei nostri corrispondenti locali per avere aggiornamenti giornalieri.

Commovente tributo dell’Opera House di Sydney ai coraggiosi pompieri che hanno lottato per spegnere le fiamme nelle aree colpite dagli incendi boschivi

Incendi in Australia: a chi affidarsi per viaggiare sicuri?

Gli incendi in Australia, o Bushfires, si registrano da sempre, in particolare durante i mesi più caldi (da novembre a febbraio) a causa delle alte temperature e del clima secco dell’estate australe.
Un incendio di questo tipo cambia direzione molto rapidamente, per questo invitiamo tutti i viaggiatori diretti in Australia a controllare costantemente lo stato di tutte le zone che intendono visitare; richiedendo informazioni all’operatore che li ha seguiti nella realizzazione del viaggio.
Kia Ora Viaggi viene tenuta al corrente di ogni emergenza in modo tale da salvaguardare l’esperienza dei propri clienti. Confrontarsi con chi ha il contatto diretto con i fornitori locali toglie sempre ogni dubbio, che può emergere a causa di qualche informazione distorta trasmessa dai media: anche in condizioni estreme è molto probabile che una buona parte dell’Australia che visiterai sia assolutamente sicura; se invece qualche area dovesse trovarsi in una situazione critica, sapremo sicuramente riprogrammare il tuo itinerario al meglio, facendoti scoprire altri luoghi meravigliosi che solo questo Paese offre.

Whitehaven beach, Queensland: una delle zone non colpite dagli incendi

In circostanze come queste è importante continuare a supportare l’Australia visitando le aree non colpite dagli incendi o rimandando di qualche mese il proprio viaggio nelle aree che hanno registrato più danni, continuando così a sostenere le comunità locali.

Se decidi di partire comunque per l’Australia, nonostante lo stato di allerta, ti consigliamo di controllare il pericolo di incendio (e il relativo grado) della zona in cui ti recherai e di tenerti sempre informato.
Se dovessi trovarti in situazioni di emergenza componi lo: 000.

Gli Aborigeni e le “tradizioni previdenti”

Interessante, ad oggi, è rispolverare l’antica gestione della terra da parte degli indigeni. Gli aborigeni australiani hanno sempre considerato la terra come qualcosa di sacro, con cui si identificano profondamente. Per milioni di anni è stata lavorata perchè diventasse sempre più fertile, e come? La incendiavano.
Paradossalmente, bruciando la terra con regolarità, si eliminava dalla superficie il materiale facilmente infiammabile diminuendo gli incendi durante i mesi estivi, quando le temperature aumentavano drasticamente. Oltre a ridurne la frequenza, si riduceva di molto anche la possibilità che gli incendi si propagassero incontrollati ed in poco tempo, devastando le aree circostanti.
Tradizione antica ma molto “avanti”!

Kangaroo Island: un’isola che ha molto da offrire

Tutti siamo al corrente della tragedia di Kangaroo Island, una delle zone maggiormente colpite dagli incendi in Australia. Le immagini che hanno fatto il giro del mondo ci hanno fatto piangere il cuore; non vogliamo però parlare unicamente dei danni causati dalle fiamme, vogliamo evidenziare quanto Kangaroo Island possa ancora offrire ai suoi visitatori.

Esperienze dirette con la fauna locale a Kangaroo Island

Terza isola del Paese per dimensione, piccolo angolo di paradiso del South Australia.
Dimora per moltissime specie endemiche di animali, più di un terzo della sua superficie è un parco nazionale.
Base per l’artigianato locale e per numerose aziende agricole e vinicole.
Soggiornare a Kangaroo Island è un’esperienza unica, il tempo ti sembrerà fermarsi: potrai passeggiare su spiagge meravigliose in mezzo a leoni marini; vedere koala e altre specie a rischio di estinzione tra cui ornitorinchi, echidna e i goanna (simili ai varani). Potrai rilassarti in qualche baia nascosta e fare il bagno in acque cristalline; assaporare i prodotti locali accompagnati da squisiti vini australiani.
Se preferisci le attività più dinamiche, sicuramente qui non ti annoierai: uscite in bici e kayak; surf, snorkeling, immersioni fantastiche sono all’ordine del giorno.
Scopri di più su Kangaroo Island leggendo il nostro articolo di blog dedicato.

Perché, quindi, rinunciare ad un viaggio così unico?

E’ vero che Kangaroo Island è stata la zona più colpita dagli incendi, ma 250.000 ettari di terra sono completamente integri e strutture con ottimi standard operano normalmente.
Nuotare con i delfini, escursioni con i quad, esperienze eno-gastronomiche in rinomate aziende vinicole e ristoranti sono a tua disposizione.
Moltissime donazioni sono già state fatte a supporto delle comunità colpite che da subito si sono messe all’opera per ripristinare le aree danneggiate dalle fiamme.
Senza tralasciare che la natura sta già facendo il suo corso: tra la cenere dei boschi incendiati si possono vedere i primi germogli. Il Seal Bay Conservation Park, inoltre, ha già riaperto!
Se non si sono scoraggiati loro, perché dovresti farlo tu?

Affidati a degli Aussie Specialist per organizzare il tuo viaggio in Australia.
Conosciamo personalmente l’Australia e siamo agenti qualificati da Tourism Australia.

Aussie Specialist

Togliti ogni dubbio sul tuo viaggio in Australia, contattaci e richiedici un preventivo personalizzato.