Cultura e lifestyle alle Filippine

Un angolo d’Asia che ricorda il Sudamerica: l’occupazione Spagnola durata ben 3 secoli ha profondamente modificato la cultura locale. Vi troverete un’atmosfera profondamente diversa dal resto dell’Asia:  dimenticate templi buddisti e tuk-tuk, alle Filippine troverete moltissime chiese, spesso costruite in roccia corallina, “jeepney” e una popolazione prevalentemente cattolica.  In seguito all’occupazione americana oltre il 90% della popolazione parla inglese, nessuna barriera linguistica qui, a differenza di altri paesi asiatici. L’inglese è la lingua del governo, la preferita per le comunicazioni scritte, a scuola e negli affari.

L’ospitalità dei Filippini non ha equivalenti in Asia e nel mondo. Sono estremamente gentili e accoglienti, curiosi ma anche rispettosi (e in cambio si attendono dal viaggiatore lo stesso atteggiamento). Sono sempre allegri e sorridenti, adorano ballare e cantare nelle occasioni speciali. Non vedono il turista come un limone da spremere, entrare in contatto con i locali e stringere amicizie profonde con loro è molto più facile che in altri paesi.

Feste e Festivals: quando c’è da festeggiare i Filippini danno il meglio di se, con alcuni dei festival più colorati al mondo!  Gli appassionati di costumi stravaganti, folklore bizzarro e balli per strada troveranno svariate occasioni nel corso dell’anno per deliziarsi in queste esperienze, ad esempio Ati-Atihan a Kalibo o Sinulog a Cebu in gennaio. Il Natale è sempre molto speciale alle Filippine, si può celebrare in spiaggia, ma la stagione delle feste inizia il 16 dicembre con 9 giorni di feste in crescendo fino al giorno di Natale. La vigilia di natale il banchetto inizia a mezzanotte. Anche il capodanno è molto divertente, con feste in spiaggia e fuochi d’artificio in molti resort.

Jeepney: Il mezzo di trasporto preferito sono i coloratissimi Jeepney, un’esperienza da non perdere alle Filippine. In origine erano mezzi militari abbandonati dagli Americani, retaggio della 2° guerra mondiale. I Filippini aprirono la parte posteriore, aggiunsero due panchine, si sbizzarrirono a colorarli e personalizzarli nel design, con decori, vernici fluorescenti, stelle e talvolta anche luci supplementari. Il Jeepney è diventato un elemento culturale del paese. In media un jeepney può portare  16 – 20 passeggeri, due accanto all’autista e gli altri dietro, seduti sulle panchine, almeno normalmente, talvolta potrebbe capitare di vedere anche qualcuno appeso dietro o seduto sul tetto. Per immergersi nell’atmosfera locale i Jeepney sono un fantastico mezzo per esplorare il paese.

Mangiare e bere: sebbene le specialità gastronomiche filippine non siano molto famose all’estero, ce ne sono diverse che meritano e che dovrete assolutamente provare. La cucina è un mix di Malese, Cinese, Spagnolo, Giapponese e Americano. Non manca pesce fresco, aragoste, granchi, gamberoni, polpi e tutto a ottimi prezzi.La frutta esotica è veramente deliziosa e comprende ananas, cocco, mango, papaya, durian (un frutto che puzza ma ha un sapore delizioso) e molto altro.Alcuni esempi:
Pancit, noodles con carne e verdure.Sinigang, una zuppa a base di tamarindoAdobo, un piatto a base di pollo, manzo o maiale cotto nell’aceto e salsa di soia Calamansi juice, a base di succo di agrumiHalo-Halo: un delizioso dessert a base di latte, fagioli rossi, frutta e gelato, quasi un pasto completo insomma!Poichè alle Filippine hanno fin troppe banane, hanno inventato un nuovo tipo di ketchup: il Banana ketchup.  Per i più audaci c’è il  Balut, un uovo fecondato d’anatra con l’embrione parzialmente sviluppato al suo interno che viene bollito e mangiato nel suo guscio, volete provare?E se tutto ciò non vi va a genio non preoccupatevi: potrete trovare Thai, Sushi, Indiano, Pizza e Pasta, hamburgers,  panetterie tedesche, sicuramente almeno a Manila, Cebu e Boracay.
Tutto questo bagnato da rum e birra a prezzi straordinariamente economici. Alle Filippine costano meno della Coca Cola o del succo di frutta.  Provate il Boracay Coconut Rum.