THAILANDIA

Cosa fare in Thailandia?

Cultura, mare e immersioni; trekking, arrampicate e ecoturismo; benessere, yoga e meditazione queste sono solo alcune attività che offre questa destinazione fantastica.
                                                                      

La splendente capitale: Bangkok

Tappa obbligatoria del vostro itinerario Thailandese non può che essere la meravigliosa Bangkok, conosciuta come Krungthep dai locali, città dei mille contrasti, una metropoli di sei milioni di abitanti che saranno in grado di emozionarvi per la loro cordialità e ospitalità. Da una parte moderna con i suoi grattacieli e centri commerciali giganteschi, dall'altra il fascino dell'Oriente, con i suoi “Wat” templi del XVIII secolo che vi catapulteranno indietro nel tempo.


Il mare della Thailandia

Con migliaia di miglia di coste, centinaia di isole, una splendida vita marina e una bellezza naturale mozzafiato, non c'è da meravigliarsi se molti dei visitatori della Thailandia si recano al mare per almeno una parte del loro soggiorno.  

Immersioni: pensate che il 20% dei pesci delle barriere coralline del mondo con oltre 800 specie popolano barriere coralline thailandesi, possibili durante tutto l'anno, anche se la visibilità cambia con le stagioni. Nel mare Andaman il momento migliore è da ottobre ad aprile mentre, nel Golfo di Thailandia, da maggio a settembre. In alcuni siti l'acqua è così trasparente che il mondo sottomarino di squali, tartarughe, mante, marlin, pesci volanti, delfini e barriere coralline sono visibili dalla superficie.


Cultura e tradizione: i magnifici templi Thailandesi

La Thailandia è un Paese antichissimo e ricco di storia: pensate che i primi ritrovamenti risalgono addirittura a 40.000 anni fa! In tutto il territorio esistono luoghi magici, Parchi Storici in cui si può ancora scorgere un velo della magnificenza passata di questo bellissimo territorio. Il popolo Thai è molto educato e rispettoso: il rispetto per il proprio monarca è paragonabile solo al rispetto per la religione, in maggioranza buddista: ad esempio, non ci si può appoggiare alle statue raffiguranti Buddha nè mancare di rispetto in alcun modo. Nei templi ci si deve coprire a dovere e togliere le scarpe prima di entrare; perfino i monaci sono intoccabili, non gli si può rivolgere la parola e bisogna cedere sempre il passo.

Proprio grazie a questa infinita devozione, nel corso dei secoli in Thailandia sono stati costruiti moltissimi templi ed edifici di culto, dai più piccolini ai più spettacolari e magnificenti. A Bangkok ad esempio si possono trovare, poco distante dal Palazzo Reale, il Wat Phra Kaew (Tempio del Buddha di smeraldo) e il Wat Pho (Tempio del Buddha sdraiato); ma ne potrete scoprire molti altri nelle vicinanze! Nel nord della Thailandia, il Parco Storico di Ayutthaya è sicuramente il più famoso, riconosciuto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO: era questa l'antica capitale del regno, perciò molto ricca e potente. Sempre nel nord, un altro luogo che vale la pena visitare è Chiang Mai, anch'essa città molto grande e potente in passato; al contrario, un tempio più curioso e moderno è il Wat Rong Khun di Chiang Rai, detto anche White Temple perchè totalmente bianco! Infine il Parco di Sukhothai, nella provincia omonima, è anch'esso Patrimonio dell'Umanità UNESCO e racchiude le rovine dell'antica città del tredicesimo e quattordicesimo secolo.


Trekking, arrampicate ed ecoturismo

Il trekking è una delle attività più popolari tra i visitatori di ogni età con tantissimi parchi nazionali da scoprire: dal parco Nazionale di Khao Yai “ La Grande Montagna” che è il più famoso per il trekking e habitat di una vasta gamma di vita selvaggia tra cui elefanti, bufali rossi e buceri.  Il Parco Nazionale di Kaeng Krachan, nella provincia di Prachup Kirikhan, il più grande parco nazionale della Thailandia con 3000km² di foresta sempreverde e decidua.
Il Bellissimo Parco Nazionale di Erawan, nella provincia di Kanchanaburi, famosa per la presenza del ponte sul fiume Kwai e il “hell fire pass”, che ci ricorda la triste vicenda della seconda guerra mondiale. Potrete alloggiare in hotel galleggianti direttamente sul fiume o in resort immersi nella giungla, un'esperienza incredibile!  Come non menzionare il Parco Nazionale di Khao Sok, uno dei nostri preferiti qui a Kia Ora Viaggi, che occupa una superficie di oltre 700 chilometri quadrati nella zona occidentale di Surat Thani, caratterizzato da una foresta pluviale tropicale circondata da rocce calcaree, che formano centinaia di isolette all’interno del lago di Ratchaprapha, danno vita ad alcuni dei paesaggi più suggestivi dell’intero Paese. Il parco è abitato da elefanti, orsi e perfino da alcune tigri, ma è più probabile che durante una visita all’interno del parco i turisti riescano a sentire le urla roche dei gibboni e scorgere alcune delle 188 specie di uccelli. Se poi visitate il parco durante dicembre o gennaio potrete anche vedere il fiore più grande del mondo, la Raffiesia Kerrii, che può raggiungere un diametro di 70 centimetri quando fiorisce per solo pochi giorni.

Benessere, yoga e meditazione

La Thailandia con i sui 585 centri termali è al vertice delle località di benessere nell’area Asia-Pacifico. Dalle spa di lusso immerse nel verde tropicale o affacciate sul mare turchese, ai saloni peri massaggi a gestione familiare per finire ai centri yoga di fama internazionale, il relax è garantito!